Dragon Age Wiki
Advertisement

Nelle profondità delle Montagne Gelide giace Orzammar, la più grande e orgogliosa tra le due città naniche sopravvissute. Un tempo capitale di un vasto impero sotterraneo, Orzammar ora si erge solitaria, isolata dal resto del mondo dalla Prole Oscura e ancora aggrappata alle memorie della sua gloria passata. Sotto le imponenti statue e le sale decorate, in cui le famiglie nobili si dedicano agli intrighi della politica, le caste inferiori vivono all'ombra dei ricchi, costrette a servirli da generazioni immemorabili. Sotto di essi... ci sei tu. Sei un senzacasta, lo sporco segreto che macchia la società perfetta di Orzammar, costretto, insieme a tua sorella, a vendere i tuoi servigi a Beraht, un signore del crimine. Per il resto di Orzammar siete la prova vivente che i senzacasta meritino il proprio destino, ma voi sapete che state facendo soltanto il necessario per sopravvivere, come chiunque altro.


L' Origine del Nano Popolano è una delle sei origini giocabili in Dragon Age: Origins. In quanto nano senzacasta, il protagonista è ridotto a una vita criminale.

Introduzione[]

L'altro giorno un mercante è passato per il Distretto della Polvere, un poveretto che si era bruciato troppo al sole in superficie, secondo me. Come riesca a tornare a Orzammar non lo so... Dice di aver fatto un accordo. E chi sono io per discutere quando qualcuno ha i suoi mezzi?

Il punto è che, mi dice cosa pensano gli osservanuvole di noi nani che viviamo qui sotto. E non ci sono solo umani, ma anche i nani di superficie che sono nati e cresciuti sotto il sole e che pensano la stessa cosa, non c'è differenza. Lui dice che loro dicono che i nani sono fabbri. Fieri e nobili guerrieri a cui non piace altro che estrarre una vena d'oro o forgiare una spada decente.

Ci siamo fatti una bella risata.

Cosa penserebbero gli umani se venissero al Distretto della Polvere e vedessero come vivono il resto di noi? I senzacasta, quelli che non sono considerati nemmeno degni di essere servi nelle case dei ricchi o abbastanza capaci di lavorare nelle fucine del Modellatorio? I nobili si assicurano che i senzacasta vengano tatuati così sanno chi siamo quando ci vedono. In quel caso sanno a chi sputare, no? E aiutano anche noi. Ci rende più facile sapere chi conviene derubare.

Scherzavo. Non tutti i senzacasta sono criminali. Alcuni di noi sono mendicanti, cacciatori di nug, spazzini, e adescatrici di nobili. Facciamo quello che possiamo per sopravvivere. E lasciatemelo dire, quando l'ultima difesa di Orzammar cadrà ai prole oscura, saranno i senzacasta a sopravvivere. Perché non sappiamo fare altro che sopravvivere. E vuoi che gli osservanuvole non si gratteranno la testa quando accadrà?[1]

Trama[]

In quanto membro dei senzacasta, il nano popolano è estremamente povero e deve fare delle commissioni per il capo del Carta, Beraht, per poter rimanere vivo. La sorella del nano popolano, Rica Brosca, lavora a sua volta per Beraht, ma mentre il nano popolano compie i lavori loschi di Beraht, Rica cerca di trovare un ricco corteggiatore per mantenerli. Il primo compito del nano popolano è di trovare e uccidere Oskias, un contrabbandiere che stava nascondendo del lyrium da Beraht. Il compito successivo è quello di drogare la bevanda di un combattente nell'Arena delle Prove, truccando così la sfida in modo che il combattente su cui ha scommesso Beraht possa vincere. Il nano popolano quindi raggiunge l'Arena, solo per scoprire che il combattente di Beraht, Everd, ha perso i sensi per aver bevuto troppo. Siccome il fallimento non è un opzione, il nano popolano decide di indossare l'armatura del combattente per vincere la lotta per lui. Purtroppo, Everd si presenta nel campo di lotta appena prima l'ultimo combattimento, e il nano popolano viene costretto a rivelare l'inganno, scatenando il disgusto nella folla in quanto senzacasta. In qualche modo, Beraht arresta e imprigiona il nano popolano nelle sue segrete. Ma il nano popolano riesce a scappare e uccidere Beraht, solo per poi incontrare il Comandante dei Custodi Duncan, che nel frattempo aveva assistito alle Prove. Di fronte alla possibilità di esilio, di morte, e di unirsi ai Custodi Grigi, il nano popolano sceglie di unirsi a Duncan e lascia Orzammar.

Risultato[]

Trofeo Senzacasta

Duncan usa il Diritto di Coscrizione e recluta il nano popolano, salvandolo da una sentenza di morte per aver disonorato le sacre Prove e gli antenati partecipando alle Prove. Arrivando a Ostagar, verrà sbloccato il trofeo Senzacasta.

Missioni[]

  • Il favore di Beraht
  • Prove di lealtà
  • Catturati

Personaggi[]

  • Adalbo: Il Campione della divisione del 9:29 Era del Drago. Sarà l'avversario del Nano Popolano al secondo round.
  • Ademaro
  • Everd Bera
  • Beraht
  • Kalah Brosca
  • Rica Brosca
  • Duncan
  • Goilinar
  • Jarvia
  • Kasch
  • Lenka
  • Leske
  • Mainar
  • Olinda
  • Oskias
  • Maestro delle Prove
  • Unna

Statistiche iniziali[]

Cg ico origine nano popolano

In aggiunta alle statistiche scelte dal giocatore durante la creazione del personaggio, un Custode nano popolano avrà automaticamente le seguenti caratteristiche:

Abilità[]

Rubare e Addestramento (guerriero) o Creare Veleni (ladro).

Talenti[]

Capacità razziali Resistenza nanica
Guerriero Falciata a doppie armi
Ladro Combattimento scorretto

Equipaggiamento[]

Armi Coltello (x2)
Armatura Set di Armatura di cuoio da straccione

Oggetti unici[]

  • Scudo del Karta
  • Cintura del guerriero nanico

Voci del Codice[]

Note[]

  • Seguendo la cronologia degli eventi, l' Origine del Nano Popolano è ambientato una settimana prima dell' Origine del Nano Nobile, che viene rivelato parlando con il Maestro delle Prove. Questo contraddice un dialogo tra una guardia e un mercante, che dicono che la festa di celebrazione del nano nobile sarà il giorno dopo.
  • Se si parla con un nano senza nome nel quartiere popolare di Orzammar, si riferirà al Nano Nobile come il secondogenito del Re Endrin Aeducan. Questo viene menzionato anche in altre istanze, dove si evince che il Nano Nobile sia un nano maschio, a meno che il giocatore non giochi una nana nobile nella sua origine.

Bug[]

  • Icon pc Nel Distretto della Polvere c'è un forziere che talvolta non si apre in quanto non si riesce ad avvicinarsi abbastanza. Stranamente però, se si manda Leske ad aprire il forziere, non avrà problemi ad avvicinarsi.
  • L'origine del Nano Popolano ha le stesse righe di dialogo del Nano Nobile durante la conversazione con Morrigan dopo la missione alla Torre di Ishal, e può (senza il prefisso per mentire) dirle che è di sangue nobile.
  • Icon xbox360 Gli oggetti che si ottengono dai DLC I Golem di Amgarrak, Caccia alle streghe, Cronache della Prole Oscura, Il Canto di Leliana e Armatura del Sangue, potrebbero non comparire nel forziere dopo essere stati catturati da Beraht. E non c'è alcun modo per recuperarli. La soluzione può essere tenere i DLC in una chiavetta USB, per poi inserirla solo dopo aver superato questo punto della storia; in questo modo, gli oggetti del DLC torneranno in tasca appena la console li legge.

Curiosità[]

  • L'Origine del Nano Popolano è stato scritto da Jennifer Hepler.[2]
  • Se un Nano Popolano non parla mai con Loghain Mac Tir a Ostagar, incontrandolo per la prima volta a Denerim con Alistair e Eamon Guerrin, Loghain si riferirà a lui come un rifiuto di Orzammar.[3]

Riferimenti[]

  1. Traduzione del portale della descrizione dei nani popolani, in quanto il sito precedente della BioWare con la descrizione ufficiale è stato chiuso
  2. Scrittori di Dragon Age
  3. Loghain:E io che pensavo che faceste da balia soltanto ai bastardi reali, non ai rifiuti di Orzammar.
Advertisement