Dragon Age Wiki
Advertisement

Neve Gallus è una compagna in Dragon Age: The Veilguard.

Background[]

Neve ha una buona reputazione come investigatrice privata. Utilizza una protesi di metallo realizzata dai nani per sostituire una delle sue gambe, mancante sotto il ginocchio.[1]

Coinvolgimento[]

Dragon Age: Tevinter Nights[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Tevinter Nights.
Clicca per rivelare.

BioWare canon
Il testo seguente si basa sulla storia canonica di BioWare.

Dopo un lavoro per Otho Calla, il quale sospetta che suo nipote abbia rinnovato i suoi legami con i venatori, Neve segue Quentin Calla al porto di Minrathous. Quentin incontra una figura mascherata che lo pugnala al collo, quindi usa la magia del sangue per contrastare l'incantesimo di Neve e scappare. Prima che Quentin muoia per le ferite, dice a Neve che non è un venatori e che "è quasi l'ora". Dà informazioni ai templari sull'omicidio, poi fa rapporto al suo cliente. Otho considera le circostanze dell'omicidio di suo nipote come la prova che non aveva combinato nulla di buono e considera il caso chiuso.

Quando il Cavaliere Templare Savas la contatta il giorno successivo, Neve scopre che un'altra sospetta cultista, Lady Varantus, è stata assassinata la stessa notte. Volendo saperne di più sull'omicidio di Quentin, decide di continuare a indagare. Un'indagine congiunta con i templari rivela inoltre che un altro venatori è stato ucciso all'inizio della settimana e che l'assassino, Aelia, è alla ricerca dei dischi di argilla incantati che le vittime possedevano. Nonostante i loro progressi, l'Alto-capitano Jahvis chiude le indagini sull'omicidio di Lady Varantus per volere della famiglia. Aelia attacca Neve poco dopo aver ottenuto uno dei dischi e lo ruba.

Neve scopre che i venatori intendono liberare un potente demone sigillato sotto Minrathous, sul quale viene detto sia così potente che solo un dio potrebbe evocarlo. Dopo che Corypheus fu sconfitto, Aelia si occupò del rituale. I dischi di argilla sono i sigilli della prigione del demone, legati dal sangue ai loro portatori. Le vittime dell'omicidio erano portatori che si rifiutavano di donare il proprio. Prima di dirigersi alle catacombe per interrompere il rituale, Neve informa i templari del complotto dei venatori.

Sebbene Neve sia inizialmente sola contro Aelia e i suoi venatori, alla fine viene raggiunta dai templari che ha informato: Savas, Jahvis e Brom. Insieme, impediscono ad Aelia di completare il rituale e viene presa in custodia dai templari. Il demone viene sigillato ancora una volta, ma non sconfitto. Neve torna quindi da Otho Calla per completare il lavoro per cui era stata assunta all'inizio, dire la verità sulla vita e sulla morte di Quentin: che si era unito ai venatori perché credeva che avrebbero posto fine alla schiavitù, poi si è rivoltato contro di loro quando ha scoperto la loro vera natura. È morto cercando di impedire che il rituale accadesse.

Dragon Age: Scomparso[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Scomparso.
Clicca per rivelare.

BioWare canon
Il testo seguente si basa sulla storia canonica di BioWare.

Neve incontra Varric Tethras e Lace Harding a Minrathous durante la loro missione per trovare Solas. Neve racconta loro ciò che ha sentito: che Solas ha rubato artefatti ai venatori, attaccando i loro siti in tutta la città e liberando alcuni dei loro schiavi elfi. Ora Minrathous ha un gruppo di elfi ribelli che causano problemi in città, presumibilmente in nome di Solas, e anche un gruppo di venatori arrabbiati e determinati a vendicarsi. Dice anche che i suoi soci, un gruppo chiamato Draghi Ombra, hanno cercato di aiutare gli ex schiavi.

Neve porta i nani in un luogo dove alcuni degli schiavi liberati ricevono cibo per ottenere maggiori informazioni su dove si trova Solas. Sebbene gli schiavi scappino alla vista del gruppo, riescono a catturare uno schiavo fuggito. Neve spiega di essere un'amica dei Draghi Ombra; offre la moneta dello schiavo fuggito in cambio della risposta alle loro domande. Lo schiavo elfo rivela che il loro gruppo non lavora per o con Solas ma lo tengono in grande considerazione. Lo schiavo elfo rivela che Solas sta progettando di lasciare Minrathous attraverso i canali, ma allo stesso tempo, il gruppo di schiavi elfi terrà un incontro segreto per discutere cosa avrebbero fatto dopo e se avrebbero accettato l'aiuto dei Draghi Ombra. Neve ha sentito voci su una grande operazione dei venatori in corso e il gruppo deduce che i venatori stanno progettando di radunare gli schiavi fuggiti durante l'incontro segreto per vendicarsi di Solas.

Il gruppo decide di salvare gli ex schiavi dall'imboscata dei venatori anche se perdono la possibilità di raggiungere Solas. Neve, Varric e Harding sventano l'imboscata, ma questo dà a Solas il tempo di scappare. Neve dice che lei e i Draghi Ombra aiuteranno gli ex schiavi a tornare a casa o almeno a fuggire dai venatori.

Dragon Age: The Veilguard[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: The Veilguard.
Clicca per rivelare.

Varric, Harding e Rook cercano Neve Gallus a Minrathous per chiederle aiuto nel localizzare Solas e impedirgli di abbattere il Velo. Quando Solas inizia il suo rituale nella Foresta di Arlathan, i disordini nel Velo filtrano attraverso il suo Eluvian fino a Minrathous. I demoni si riversano in città, offrendo a Neve l'opportunità di sfuggire ai venatori che le hanno dato la caccia. Viene scoperta da Varric, Harding e Rook e li aiuta a trovare e usare l'Eluvian per raggiungere Solas. Quando Rook suggerisce di interrompere il rituale di Solas, Neve si offre volontaria. È presente quando Rook distrugge i supporti attorno a una statua elfica per interrompere il rituale, causando infine l'intrappolamento di Solas nell'Oblio mentre due dei elfici imprigionati, Ghilan'nain ed Elgar'nan, vengono liberati.[2]

Note[]

  1. Traduzione non ufficiale di "The End of the Beginning".

Curiosità[]

  • Nel materiale promozionale di The Veilguard è stata presentata come "l'investigatrice".[3]
  • Neve è descritta come "una cinica" dal cuore d'oro "che lotta per un futuro migliore" e lavora per migliorare le condizioni di Minrathous, sia in veste di investigatrice privata che come ribelle, nonché membro dei Draghi Ombra nel Tevinter.[4][5]
  • Lace Harding presenta il reclutamento nell'Egida del Velo rappresentato da Neve come la necessità di arruolare "qualcuno che sia i nostri occhi e le nostre orecchie nell'ombra".[3]

Galleria[]

Riferimenti[]

Advertisement