Dragon Age Wiki
Advertisement


Nevarra è una nazione[1] che si colloca al centro del Thedas, a ovest dei Liberi Confini, a sud dell'Impero Tevinter, e a nord-est di Orlais. Originariamente era la più grande città-stato dei Liberi Confini, prima della sua rapida espansione per cui divenne una vera e propria nazione nell'Era Sacra[2]. Grazie alla sua enorme ricchezza e alla posizione strategica centrale nel Thedas, alcuni sostengono che il potere di Nevarra rivaleggia contro quello dell'impero orlesiano.

Un cittadino di Nevarra è chiamato nevarriano.

Storia[]

Nevarra era parte dell'Impero Tevinter, fino al -180 Età Antica circa, quando Andraste e Maferath guidarono le loro armate a nord. Il Lord di Nevarra, Hector, era uno dei seguaci più leali di Andraste. Fu dalla sua fortezza nella città che Andraste venne catturata dall'Impero a seguito del tradimento di Maferath.[3]

Senza più Andraste, Maferath ritornò a governare la Valle Fereldiana. Ha diviso le restanti terre tra i suoi tre figli lasciando le Valli agli elfi, come promesso da Andraste per il loro aiuto contro i Tevinter. A Verald furono date le terre che circondano la Città di Nevarra. Tuttavia, fu un governatore incompetente che usava continuamente il nome di suo padre per assicurare il trono. Questo portò Verald a essere cacciato dalla città e ucciso dalla sua corte quando il tradimento di Maferath verso Andraste fu rivelato, nel -135 Età Antica.[4]

Il governo della città stato passò di mano in mano molte volte dopo quell'accaduto, al che, con l'Era della Gloria, Nevarra era in ritardo a livello di sviluppo rispetto alle altre città stato dei Liberi Confini. Molti pensarono che la miglior soluzione era dare Nevarra a Orlais o a una delle più forti città stato, come Porto Brullo. Ma prima che questa decisione passò, Caspar Pentaghast di Brughiera Ombrosa depose Re Ionas nel 2:46 dell'Era della Gloria e si impadronì del trono. Sotto la sua leadership, le fortune di Nevarra cominciarono a girare.

Nel 3:25 Era delle Torri, le armate di Orlais e dell'Impero Tevinter si unirono ai Custodi Grigi per porre fine al terzo Flagello. Tuttavia, le armate vittoriose procedettero a occupare i territori che avevano liberato dalla Prole Oscura. Nevarra venne presa da Orlais, a eccezione di Brughiera Ombrosa, che andò all'Impero, e si riconquistò l'indipendenza solo nel 3:65 Era delle Torri.[5]

Nel 5:37 Era Sacra, il generale nevarriano Tylus Van Markham, che si rivendicò discendente dell'Imperatore Kordillus Drakon I, radunò con successo la popolazione per rovesciare i Pentaghast e reclamare il trono per sé. In quanto eroe del recente quarto Flagello, Tylus fu in grado di toccare i sentimenti nazionalistici nei Liberi Confini meridionali contro il crescente potere di Orlais. Dimostrò la sua potenza militare vincendo numerose battaglie cruciali contro gli orlesiani, istituendo Nevarra come nuova, crescente forza, nonché una nazione a pieno titolo. I Van Markham hanno prodotto altri tre re. L'ultimo Re Van Markham morì nell'Era dell'Acciaio senza figli maschi, ma sua figlia sposò un Pentaghast e le due famiglie si unirono per rafforzare lo stato di Nevarra come potenza significante nel Thedas. Da allora governano Nevarra, sotto il nome dei Pentaghast.[5][6]

Nel 7:82 Era della Tempesta, l'Imperatore Etienne Valmont di orlais mise da parte la sua imperatrice di diciassette anni (senza figli) per sposare la Principessa Sotiria Pentaghast, nella speranza di creare una pace duratura e una cooperazione tra le due nazioni. Nel 7:97 Era della Tempesta, Sotiria non aveva ancora partorito dei figli, così l'imperatore la spedì in un convento così che lui potesse sposare la sua amante, Masquise Yvette. I nevarriani videro estremamente male questo gesto. Dopo che un carico di lettere rabbiose fallirono a migliorare la situazione, un piccolo partito di guerra di Pentaghast cavalcò a Orlais e reclamarono la loro principessa. Non presero nessun'altra azione militare fino all'8:46 Era Benedetta, quando l'armata orlesiana era ancora impegnata in una guerra nel Ferelden. I nevarriani dichiararono guerra e presero prontamente un certo numero di città. Eventualmente gli orlesiani riuscirono a radunare una difensiva e spingere via i nevarriani da Ghislain e Arlesan, ma Perendale venne perduta e mai più recuperata. Rimane tutt'ora una proprietà di Nevarra.[7]

Nell'8:60 Aurelian Pentaghast tentò di prendere il trono di Nevarra. Quando fu rivelato che non era un Pentaghast di sangue (egli era, infatti, il figliastro della Principessa Sotiria proveniente dal suo secondo matrimonio con il nobile orlesiano Gustav LaFleur) si unì alla Legione dei Morti dei nani, l'unico umano ad averlo fatto.[8] Nel 8:70 Era Benedetta, scoppiò una guerra tra Nevarra e Orlais per il controllo dei colli meridionali attorno a Perendale, risultando in una vittoria per Nevarra. Tuttavia, Orlais ha proceduto a seminare dissenso e ribellione tra i cittadini locali di Perendale, che risentirono del governo nevarriano.[5]

Invasione Orlesiana

La guerra contro Orlais

Nell'8:82 Era Benedetta, Nevarra iniziò una campagna sanguinosa di conquista nei Liberi Confini, incoraggiati dalla loro presa su Perendale. Vennero fermati da Cade Arvale proveniente da Rivain, che venne nominato Campione di Tantervale per la sua impresa.[9]

Nell'8:99 Era Benedetta, i draghi devastarono le campagne a Orlais e Nevarra, e ogni tentativo di ucciderli finì in una tragedia. In risposta, la Divina Faustine II nominò improvvisamente l'Era del Drago, sostenendo che sarà un'era di violenza e sconvolgimento.[5]

Politica[]

Simbolo araldico Nevarra

Araldo di Nevarra

Nevarra ha una storia di dinastie reali, che persistono ancora oggi. La maggior parte dei monarca nevarriani sono stati membri del clan, spesso militarmente dotato, dei Pentaghast, sotto i quali le alleanze con altri stati dei Liberi Confini sono state corteggiate o costrette, per formare una potente confederazione sotto la leadership dei Pentaghast.[10]

Una lunga guerra contro Orlais per la conquista delle Terre Infette ricche di minerali, una regione tra i due stati, finì durante l'Era Benedetta con la vittoria per Nevarra. Tuttavia, una ribellione stava fomentando proprio nell'area conquistata, a causa dell'imposizione dei nevarriani di tasse salate, così come il supporto di Orlais.[10]

Con l'Era della Gloria, il governo della città-stato passò di mano in mano molte volte, con una scarsa leadership che causò Nevarra di trovarsi in ritardo a livello di sviluppo rispetto alle altre città stato dei Liberi Confini. Prima della prima Dinastia Pentaghast, il governatore era Ionas, un uomo fisicamente fragile manipolato dai suoi consiglieri, ed il cui ruolo si aggiunse al lento declino di Nevarra.[11] La rovina dall'interno della città stato sembrava imminente nel momento in cui si diffuse la voce che i consiglieri di Ionas potrebbero aver negoziato accordi per cedere la sofferente Nevarra ad una potenza maggiore, come Orlais, per profitto. Tuttavia, questa crisi venne evitata quando Caspar Pentaghast, un uomo proveniente dalla piccola città di Brughiera Ombrosa, progettò di rovesciare il debole re, e lo fece, durante l'Era della Gloria. Con Caspar iniziò la lunga storia di dinastie familiari di Nevarra.

Prima Dinastia Pentaghast[]

La famiglia di Caspar mantenne il trono dall'Era della Gloria fino all'Era Sacra, per approssimativamente trecento anni.[12] Il governo della famiglia venne minacciato soltanto durante un breve periodo, quando Orlais occupò le terre durante il Flagello, e vennero recuperate quanto Caspar II ha spodestato gli orlesiani.

Dinastia Van Markham[]

A seguito del quarto Flagello, il generale Tylus Markham, che si rivendicò discendente dell'Imperatore Kordillus Drakon I, sollevò la popolazione contro la famiglia Pentaghast, sostenendo che la dinastia ha dimenticato i valori di un tempo, divenendo corrotta e dissoluta.[13] Re Nestor Pentaghast venne ucciso durante la ribellione, pugnalato sedici volte sul suo trono, e i membri del suo clan che erano rimasti, scapparono a Brughiera Ombrosa, la loro antica dimora. Tylus e altri tre re Van Markham trasformarono Nevarra nello stato moderno che vediamo oggi, prendendo grandi appezzamenti di terreno orlesiano per farlo.

Seconda Dinastia Pentaghast[]

Durante l'Era dell'Acciaio, l'ultimo re Van Markham morì senza eredi maschi. Sua figlia sposò un Pentaghast e si unì al clan rivale. Questa unione permise al governo dei Pentaghast di tornare con i Van Markham godendo di uno status potente tra la nobiltà.[14]

Oggi[]

L'attuale governatore della nazione è Markus Pentaghast, un uomo anziano di salute cagionevole e una sanità mentale incerta.[15] Il suo governo è stato condannato da coloro che sostengono che i suoi consiglieri Mortalitasi governano sopra di lui, più o meno come i consiglieri di Ionas fecero tempo prima. I membri delle famiglie Pentaghast e Van Markham stanno allo stesso modo gareggiando per rimpiazzare l'anziano re, ma alcuni dicono che è ora che le due famiglie lascino il posto a una nuova famiglia. Ferdinand Pentaghast, il fratello minore di Markus, è il prossimo in fila per governare. Tuttavia, egli è altrettanto anziano e non ha alcun interesse per il governo, e nessuno dei due fratelli ha figli noti. Il futuro della dinastia Pentaghast pende in bilico.

Geografia[]

Cripta Nevarriana

Una cripta nevarriana abbandonata[16]

Insediamenti[]

  • Cumberland: Una città sul Mare del Risveglio, che dà accesso agli scambi commerciali con il resto dei Liberi Confini e oltre. Nell'ultimo secolo, Cumberland ha preso vantaggio di ciò per espandersi come una delle più grandi città del Thedas.[10] Cumberland è anche il luogo dove si incontra periodicamente il Collegio dei magi, e dove ha sede il grande incantatore.
  • Brughiera Ombrosa: Il luogo dove l'Antico Dio Toth, l'Arcidemone del terzo Flagello, fu sconfitto nel 3:25 Era delle Torri. Dopo il Flagello, la città venne occupata dall'Impero Tevinter dino al 3:49 Era delle Torri.
Nevarra City WoT2

La Città di Nevarra disegnata da Fratello Genitivi[17]

  • Città di Nevarra: La città capitale di Nevarra, chiamata anche solo Nevarra, si trova al centro della nazione. La Grande Necropoli si trova appena fuori dalla città.
  • Perendale: Una città vicino alle Terre Infette, presa dagli orlesiani durante l'Era Benedetta.[18]

Regioni[]

  • Fiume Cumber
  • Fiume Minanter, anche conosciuto come Pnemoix[19]
  • Le Pianure Silenti
  • Campi di Ghislain, nei confini di Orlais

Altro[]

  • La Gran Via Imperiale attraversa Nevarra partendo dalle Pianure Silenti, a nord, passando per il fiume Minanter, finché non raggiunge Cumberland, dopodiché gira a ovest verso Orlais.

Cultura e Società[]

Nevarra è conosciuta per la sua arte. L'intera nazione è piena di elementi artistici, dalle statue di eroi sparse per le strade anche nei villaggi più meschini, fino a al scintillante Collegio dei Magi d'oro a Cumberland.[20]

La Città di Nevarra in particolare si impegna in numerosi eventi culturali e gare durante l'anno.[21] In estate, la nobiltà partecipa al "Gioco della Duchessa" nella tenuta Anaxas, dove gli studiosi di Cumberland mettono a prova la loro intelligenza contro gli abitanti dei Liberi Confini in dibattiti di filosofia e retorica; di solito si svolge prendendo un té con la Duchessa Ravria Anaxas.

In autunno alla Città di nevarra i residenti tengono antichi spettacoli.[22] Vengono accese delle lanterne per le strade per illuminare le statue degli antenati, mentre le famiglie ricoprono le statue di abiti colorati, assumendo attori per stare al loro fianco di notte e mettere in scena eventi importanti delle loro vite. Gli attori vengono pagati in monete di rame. Il miglior evento storico si tiene sul viale che porta al Castrum Draconis, dove si trovano le statue di re e regine. Qui i Pentaghast e i Van Markham competono per superarsi a vicenda in uno sfarzoso spettacolo. Delle voci sostengono che i Mortalitasi della Grande Necropoli si esibiscono in rituali autunnali anche loro proprio in questo stesso periodo.[23]

Durante l'inverno il pattinaggio si tiene sul Minanter, alimentato da castagne arrostite e té caldo speziato.[24] Siccome l'inverno era il periodo storico per la caccia ai draghi, per via della lentezza dei draghi causata dalla stagione fredda, i balli di caccia si tengono ancora in inverno, nonostante la scarsità di tali caccia ai draghi negli ultimi tempi.[25] Alcune abitazioni tengono cuori di draghi o teste come raccapriccianti centrotavola. I balli della caccia sono divenuti perlopiù una metafora per la caccia stessa, con le coppie vestite in armatura e stoffa rossa mentre ballano insieme.

In primavera Nevarra tiene i tornei del Tramonto dell'Inverno con grande popolarità.[26] In questi giorni ci sono meno giostre e più prove di armi nel tiro con l'arco e nel combattimento con la spada.

I coleotteri sono considerati pregiati a Nevarra, e molte famiglie li tengono in piccole gabbie per buona fortuna.[27]

Morte e Magia[]

Mummia Nevarriana

Un elfo mummificato[28]

I maghi di Nevarra hanno più potere politico dei maghi in qualsiasi altra nazione sotto l'egida della Chiesa, ed esercitano potere a Nevarra quasi quanto i magister nell'Impero Tevinter.

I nevarriani hanno una relazione unica con la magia e la morte. Essi credono che quando uno spirito morto attraversa l'Oblio, sostituisce uno spirito dell'Oblio stesso. Per fornire loro ospiti sicuri per tali spiriti, mummificano i loro corpi e li posizionano in cripte elaborate nella Grande Necropoli. Questo compito viene affidato ad un ordine riservato di maghi conosciuti come Mortalitasi, fondato da un mago Tevinter di nome Vitus Fabria, che per primo ha predicato l'idea. I loro membri vestiti di grigio vantano ricchezza e potere politico, in quanto spesso servono come consiglieri per la nobilità nevarriana, inclusi i re.[29]

Siccome lasciano raramente Nevarra, la maggior parte delle pratiche dei Mortalitasi sono avvolte tra mistero e paura, anche per i maghi all'infuori dei confini della nazione. Si dice che siano un culto della morte e che facciano esperimenti di necromanzia, ma qualsiasi essa sia la verità, sono senza dubbio i maghi più istruiti al di fuori dell'Impero Tevinter.[30]

Caccia ai draghi[]

La famiglia Pentaghast è rinomata per i suoi passati eroi cacciatori di draghi, di cui ciascuno guidò una crociata per cacciare i draghi fino alla loro estinzione - e per poco non ci riuscirono. I draghi erano stati una piaga per molto tempo, e grazie alla caccia nevarriana per le ossa di drago (da cui realizzavano le famose armature di ebano indossate dai loro re) e la gloria che ne traevano, durante l'Era dell'Acciaio riuscirono quasi a eliminarli tutti, credendo addirittura che i draghi si erano estinti, fino alla loro riapparizione durante l'Era del Drago.

Persone degne di nota di origini Nevarriane[]

CassandraPentaghast

Cassandra Pentaghast

  • Cassandra Pentaghast
  • Ginnis
  • Merrill
  • Nyree
  • Ravria Anaxas - Duchessa della Città di Nevarra (nel 9:10 Era del Drago).[31]
  • Sandral Anaxas - Duca di Cumberland.
  • Sidony
  • Amalia Forsythia - Duchessa di un'area non specificata nel 9:41 Era del Drago.
  • Tessa Forsythia
  • Viuus Anaxas

Curiosità[]

Avventuriero Nevarriano

Concept art di un avventuriero nevarriano[32]

  • Nonostante Nevarra abbia un nome simile a quello della regione spagnola di Navarra, non è basata sulla Spagna.[33]
  • La valuta di Nevarra è il fiorino dei re.
  • L'antico nome per il popolo di Nevarra è "Planasene".[34]

Riferimenti[]

  1. Secondo quanto detto da Mike Laidlaw nel 2011 NYCC.
  2. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 51
  3. Punti di riferimento a Emprise di Hector nel suo momento di morte
  4. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 15
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 Guida del Gioco Ufficiale (Collector's Edition)
  6. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, pp. 52, 104-105
  7. Voce del Codice: La guerra di Perendale
  8. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 40
  9. Voce del Codice: Mantello del Campione
  10. 10,0 10,1 10,2 Guida Ufficiale (Collector's Edition), p. 347
  11. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 51
  12. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 52
  13. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 52
  14. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 52
  15. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 53
  16. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, pp. 54-55
  17. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 132
  18. Voce del Codice: La guerra di Perendale
  19. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 52
  20. Voce del Codice: Nevarra
  21. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  22. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  23. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  24. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  25. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  26. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  27. Voce del Codice: Cassa di orologi della morte vivi
  28. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 56
  29. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 56
  30. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 104
  31. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 41
  32. Dragon Age (tabletop RPG), Guida del Giocatore, set 2, p. 31
  33. Post nel forum BioWare dello sviluppatore - David Gaider su Nevarra/Navarra
  34. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 52
Advertisement