Dragon Age Wiki
Advertisement
Farei qualsiasi cosa per la mia patria.

Loghain Mac Tir (nato intorno all'8:78 Era Benedetta[3]) nacque in un Ferelden occupato. Con Re Maric Theirin scacciò l'impero orlesiano più di trent'anni prima degli eventi del quinto Flagello.

Loghain fu elevato alla posizione di teyrn di Gwaren per il suo servizio a Re Maric. Nel Ferelden rappresenta gli ideali di duro lavoro e indipendenza. Dopo che Re Maric si disperse in mare, Loghain divenne responsabile della difesa del Ferelden e della guida del suo genero ingenuo e inesperto, Re Cailan Theirin.

Background[]

Dragon Age: Il Trono Usurpato[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Il Trono Usurpato.
Clicca per rivelare.

Nato intorno all'8:78 Era Benedetta[3] come uomo libero, Loghain era il figlio di un contadino di Oswin nel bannorn occidentale, Gareth di Oswin.

Mentre era ancora bambino, Loghain e la sua famiglia una notte trovarono una cucciola di mabari nella loro legnaia. La cucciola, che Loghain chiamò Adalla, divenne presto una componente preziosa della famiglia, tanto che la madre di Loghain la definì un dono del Creatore. Non furono però in grado di scoprirne le vere origini.[4]

Per oltre dieci anni Adalla rimase lealmente al fianco di Loghain. Dopo l'invasione orlesiana però, un signorotto orlesiano si interessò alla cagna, volendo accoppiare Adalla con i segugi di Orlais. Nonostante i suoi tentativi di resistere, Loghain non riuscì a impedire al signore di prendere Adalla. La cagna fu poi restituita alla famiglia di Loghain più di sei mesi dopo, quando il signore la spinse fuori dal suo carro. A quel punto Adalla era praticamente pelle e ossa, con le cicatrici lasciate dai collari dei segugi. Adalla visse solo fino a una settimana dopo, morendo tra le braccia dello stesso Loghain, il quale credeva che lei avesse resistito per il loro bene e, nonostante tutto, fosse morta felice.[4]

Ad un certo punto, l'Imperatore dichiarò un tributo da parte di tutti gli uomini liberi del Fereldan. Il padre di Loghain si rifiutò di pagare gli esattori delle tasse e di conseguenza fu accusato di evasione fiscale e perse la fattoria.

La famiglia resistette, ma i soldati orlesiani ebbero la meglio, costringendo Loghain e suo padre a guardare mentre violentavano e uccidevano la madre di Loghain. Gareth non si trovò da nessuna parte per i successivi tre giorni. Quando finalmente tornò, informò suo figlio di aver ucciso il comandante orlesiano responsabile. Incapaci di restare a Oswin, vissero in fuga nelle zone selvagge del Ferelden, unendosi insieme ad altri fereldiani disperati per guadagnarsi da vivere come potevano. Sorella Ailis divenne nota per aver aiutato a guidare gli accampamenti, e Loghain iniziò a rispettare la sua autorità praticamente uguale a quella di suo padre.

Mentre viveva con i fuorilegge, Loghain incontrò Maric, sebbene inizialmente non fosse a conoscenza del sangue reale di Maric. Quando le forze orlesiane li raggiunsero, Gareth incaricò suo figlio di salvare il principe. Alla fine Loghain riuscì a scortare Maric dall'Arle Rendorn Guerrin e più tardi si unì all'esercito ribelle. Divenne uno degli amici più stretti di Maric, nonché un importante consigliere militare della causa ribelle. Le sue strategie e la creazione della guerriglia degli Elfi della Notte furono responsabili di molte delle più grandi vittorie dei ribelli.

Nel corso della ribellione, Loghain si innamorò di Rowan Guerrin, promessa sposa di Maric e quindi futura regina. Dopo che Maric si innamorò di Katriel, Rowan e Loghain formarono una relazione romantica. Entrambe le relazioni furono tuttavia di breve durata; Loghain ha scoperto e rivelato a Maric che Katriel era una spia, cosa che ha provocato la sua morte. Successivamente, Loghain incoraggiò Rowan a sposare Maric per assisterlo e guidare il Ferelden come regina. Successivamente Loghain guidò le forze del Ferelden nella critica battaglia del fiume Dane e fu ricompensato per la sua abilità nel comando diventando teyrn di Gwaren.

Dopo la battaglia, Loghain cercò potenziali sopravvissuti nell'accampamento dei fuorilegge, cercando qualche traccia di suo padre. Loghain finalmente si riunì con Ailis in un ospizio nelle Selve Korcari. In una rara dimostrazione di emozione, Loghain la prese tra le braccia e si rallegrò dell'evento. Successivamente, Ailis lo portò su una collina dove aveva sparso le ceneri di suo padre. Lì, i due piansero e si lamentarono per Gareth e tutti gli altri che erano morti nell'accampamento, con Loghain che implorava perdono da Ailis.

Nonostante il suo incoraggiamento alla loro relazione, la relazione di Loghain sia con Maric che con Rowan divenne tesa. Dopo il matrimonio, trascorreva raramente del tempo in loro compagnia. Di tanto in tanto, Maric faceva visita a Gwaren, presumibilmente per incontrare Loghain, ma di solito avveniva senza l'accompagnamento di Rowan. Dopo la morte di Rowan, Ailis ha inviato un messaggio a Loghain. Arrivò e trascorse ore a porte chiuse con Maric. Quando i due emersero, piansero insieme il luogo in cui riposano i resti di Rowan.

Battaglia ad Avinash[]

Nel 9:01 Era del Drago, Luis, il figlio più giovane di Lord Aurelien di Montsimmard, incontrò Loghain in battaglia ad Avinash. Luis ha perso la sua posizione nelle prime fasi del combattimento ed è stato separato dai suoi uomini. Finì sul campo affrontando Loghain stesso armato solo della Spada d'estate, che non aveva mai estratto prima. Loghain si sbarazzò del vanitoso cadetto e prese lo spadone come trofeo.[5]

Teyrn di Gwaren[]

Dopo la fine della guerra contro gli orlesiani, Re Maric diede a Loghain il teyrnir vacante di Gwaren per elevarlo al rango di nobiltà. Questo dono presentava alcuni inconvenienti significativi: Gwaren aveva sofferto per anni sotto il dominio orlesiano ed era in uno stato di grave rovina; poiché nessun governatore orlesiano aveva voluto risiedere a Gwaren a causa della sua posizione remota, il castello era quasi in rovina. Dopo essere arrivato a Gwaren per la prima volta dalla sua liberazione, Loghain diede un'occhiata alla sua nuova casa e la diede per perduta, scegliendo di vivere in una tenda piantata al centro del cortile mentre si occupava delle riparazioni del porto.

Dopo un mese, la gente di Gwaren inviò un rappresentante a parlare con Loghain, chiedendogli se avrebbe abbandonato la fortezza e il villaggio come avevano fatto i loro precedenti signori. La rappresentante che mandarono era Celia, che discendeva da una lunga stirpe di ebanisti e aveva poca tolleranza verso coloro che trascuravano di prendersi cura dei propri mobili. Il suo incontro con Loghain si trasformò rapidamente in uno scontro urlante; alla fine, gli ricordò che non gli sarebbe stato strappato nulla a meno che i suoi proprietari terrieri non gli avessero giurato fedeltà, cosa che non avrebbero fatto se avesse lasciato il castello di Gwaren fatiscente e vuoto. Loghain seguì con riluttanza il suo consiglio, nominando Celia a supervisionare le riparazioni della fortezza. Le chiese di sposarlo due mesi dopo e lei accettò.

Nei primi anni del regno di Maric, Loghain trascorse la maggior parte del suo tempo a Denerim mentre sua moglie governava Gwaren. Teyrna Celia era un caposquadra incomparabile e il teyrnir si ricostruì sotto la sua guida. A causa delle sue lunghe assenze, nel 9:10 Loghain iniziò a portare con sé a corte la sua giovane figlia Anora.[6]

Nei panni di teyrn, Loghain si ritrovò continuamente umiliato da una fuorilegge conosciuta come Lady Rosamund. Loghain, tuttavia, fu tenace e alla fine schierò un esercito per darle la caccia attraverso le Selve Korcari. Anche se il tentativo ebbe successo nel catturare Rosamund in un'area vicino a Barshamp, la fuorilegge riuscì comunque a scappare la prima notte di prigionia nonostante fosse legata, imbavagliata e in catene, a causa degli strumenti da scassinatrice nascosti nei suoi guanti.[7]

Dragon Age: La Chiamata[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: La Chiamata.
Clicca per rivelare.

Negli anni successivi alla morte di Regina Rowan, Loghain sostenne Re Maric. Duncan osservò che Loghain sembrava essere il vero sovrano.

Nonostante avesse un'adorabile moglie e una giovane figlia a Gwaren, Loghain preferì restare a Denerim, sostenendo che Maric aveva bisogno di lui. Maric ha commentato ciò osservando che entrambi "stavano fuggendo da qualcosa".

Loghain era diffidente nei confronti dei Custodi Grigi, sospettando che fossero in combutta con gli orlesiani. Dopo che Maric è scomparso in seguito a un incontro con i Custodi e il Primo Incantatore Remille, ha lasciato un messaggio affinché Loghain lo trovasse. Indipendentemente da ciò, Loghain schierò l'esercito per cercare il re scomparso mentre spiava anche gli orlesiani nella Roccaforte Kinloch poiché era certo che li avrebbero traditi. Due giorni dopo che la torre fu presa dai maghi e dai templari orlesiani che si erano alleati con l'Artefice, Loghain guidò un assalto alla Roccaforte Kinloch attraverso il Lago Calenhad.

L'attacco ebbe successo e Loghain rimase sorpreso quando trovò anche Re Maric nella torre. Loghain credeva che il complotto fosse opera dei Custodi Grigi e sentiva che Maric aveva commesso un errore continuando a fidarsi di loro. Disapprovò quando Maric permise ai Custodi di ritornare nel Ferelden e ristabilire lì il loro ordine su base permanente. Mesi dopo l'assalto, Maric complottò per far sì che Loghain lasciasse Denerim e tornasse a Gwaren in modo che Maric potesse condurre un incontro con i Custodi Grigi.

La scomparsa di Re Maric[]

Quando Re Maric Theirin scomparve in mare mentre era in viaggio verso Wycome nel 9:25 Era del Drago, Teyrn Loghain trascorse quasi due anni alla ricerca del suo amico perduto, consumando gran parte del tesoro reale e la maggior parte della flotta del Ferelden. La ricerca fu inutile e quando Loghain affermò che Orlais aveva affondato di proposito la nave di Re Maric per impedire l'unità dei Liberi Confini, fu richiamato da sua figlia, la Regina Anora Theirin, e da un bannorn unito. Era tempo di piangere il re, dissero, e così, nel 9:27, si tenne un imponente funerale di stato nella chiesa di Denerim.[8]

La morte di Re Maric e il matrimonio di Anora con Re Cailan Theirin posero fine per un certo periodo alle visite di Loghain a Denerim. Tornò da sua moglie a Gwaren e rimase in relativa pace e tranquillità per i successivi tre anni. Quando Teyrna Celia morì nel 9:28, il re, la regina e l'intera corte reale si recarono a Castello Gwaren per il suo funerale. Quando se ne andarono, Loghain partì con loro per l'ultima volta.[6]

Negli anni successivi, Teyrn Loghain si era opposto strenuamente contro il permesso ai Custodi Grigi di tornare nel Ferelden: dopotutto, i Custodi avevano tentato di rovesciare il trono del Ferelden secoli prima. Tuttavia, il Comandante dei Custodi del Ferelden, Polara, costruì un rapporto amichevole con Re Cailan che di conseguenza rese Cailan un forte sostenitore dei Custodi Grigi. Alla fine, il Comandante Polara superò molte delle obiezioni di Loghain.[9]

Coinvolgimento[]

Dragon Age: Origins[]


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Loghain si incontra per la prima volta alla fortezza di Ostagar; il Custode può incontrarlo nella sua tenda o al consiglio di guerra.

Le vittorie passate sulla Prole Oscura hanno reso Re Cailan Theirin troppo sicuro di sé al punto che Cailan inizia a dubitare che il Ferelden stia affrontando un vero Flagello. Loghain sembra credere che Cailan faccia troppo affidamento sui Custodi Grigi e li ritenga inaffidabili. Alcuni pensano che Re Cailan abbia una fissazione delirante per i Custodi Grigi e la loro leggendaria reputazione; anche il Comandante dei Custodi Duncan ammette che Cailan crede che combattere con i pochi Custodi Grigi del Fereldan faccia sentire Cailan invulnerabile. Loghain deplora anche l'idea di Cailan di unire le forze con i rinforzi orlesiani, che sono in viaggio; Loghain la definisce una "sciocca idea" e anche una minaccia all'indipendenza del Ferelden. Dato che Loghain non permette loro di aspettare i rinforzi orlesiani, Cailan insiste affinché difendano Ostagar con le forze che hanno a portata di mano.

Le confidenze di una delle guardie di Re Cailan affermano che Cailan ha trascorso la maggior parte del suo tempo a cavalcare con i Custodi Grigi del Fereldan. Teyrn Loghain cerca di convincere Cailan a concentrarsi sulla pianificazione delle prossime battaglie, ma quelle discussioni finiscono in diverbi e il re si limita a salutare Loghain. La guardia afferma che Re Cailan vuole porre fine al Flagello con un'unica enorme battaglia che sarà ricordata per secoli, mentre Loghain ritiene che Cailan sia troppo sconsiderato. Anche Loghain e Cailan hanno avuto delle discussioni sulla Regina Anora, ma il motivo non è mai stato spiegato.

In qualità di teyrn al comando dell'esercito, Loghain è responsabile dell'ideazione delle tattiche che verranno utilizzate nella battaglia di Ostagar. Il piano di Loghain utilizza la strategia dell'incudine e del martello; i Custodi Grigi devono agire come l'incudine, attirando il corpo principale della Prole Oscura, e le truppe di Loghain fiancheggeranno la Prole Oscura una volta che il fuoco di segnalazione sarà acceso.

Sebbene Loghain gli consigli di non combattere in prima linea, Re Cailan Theirin rifiuta e insiste per accompagnare i Custodi. Cailan insiste anche affinché i due nuovi Custodi Grigi, il Custode e Alistair, accendano il fuoco di segnalazione; Loghain e Uldred non sono d'accordo, ma alla fine acconsentono al desiderio del re. Nonostante un attacco della Prole Oscura alla torre di segnalazione, i Custodi alla fine riescono ad accendere il fuoco; tuttavia, vedendo il fuoco di segnalazione acceso, Loghain ordina alle sue truppe di ritirarsi, lasciando morire Re Cailan, una parte considerevole dell'esercito del Ferelden e i Custodi Grigi.

Dopo la battaglia di Ostagar, dichiara traditori i Custodi Grigi e mette una taglia sulle loro teste. Si dichiara anche reggente di sua figlia, la Regina Anora Theirin, e chiede a tutto il Ferelden di unirsi sotto di lui in modo che possano combattere sensibilmente la Prole Oscura e allo stesso tempo proteggere il paese dall'invasione orlesiana. Ciò non incontra l'approvazione dei bann e ne consegue la guerra civile.

Con Arle Rendon Howe come suo principale consigliere, Loghain adotta misure drastiche per proteggere il Ferelden, come permettere agli elfi di essere venduti come schiavi, impiegare l'Eretico Jowan per avvelenare Arle Eamon Guerrin, sollecitare la fedeltà dei maghi del Circolo in cambio di promesse di maggiore libertà, così come imprigionare e torturare individui di spicco che potrebbero diventare responsabilità politiche per lui, e assumere Zevran Arainai, un Corvo di Antiva, per assassinare i rimanenti Custodi Grigi.

Rifiuta tutti i rinforzi orlesiani, non credendo che le intenzioni dell'Imperatrice Celene siano oneste. Né Howe né Anora possono convincerlo del contrario. Circolano voci secondo cui il motivo per cui abbandonò Cailan a Ostagar era che Loghain potesse impossessarsi del trono del Ferelden per sé; mentre altri pensavano che Re Cailan fosse stato spinto dai Custodi Grigi in una battaglia suicida che lo fece uccidere e Loghain fu costretto ad abbandonarlo quando si rese conto che la battaglia era una causa persa.

Secondo i documenti della corrispondenza segreta di Re Cailan, Cailan aveva infatti sperato di cementare un'unione di regni con gli orlesiani mettendo da parte Anora, che si credeva fosse sterile, e sposando l'Imperatrice Celene. La reazione di Loghain in Ritorno a Ostagar sembra indicare che non fosse a conoscenza del complotto di Cailan o della sua relazione intima con Celene.

All'Incontro dei Popoli, Arle Eamon Guerrin e il Custode affrontano Loghain. Se vince l'Incontro dei Popoli, Loghain tenterà di arrestare il gruppo e Arle Eamon, e ne seguirà uno scontro. Se il Custode vince l'Incontro dei Popoli, Loghain si rifiuterà di rispettare la decisione dell'Incontro dei Popoli e tenterà di organizzare un colpo di stato.

Questa lotta può essere evitata con sufficiente supporto. Che ci sia uno scontro o meno, la questione su chi governerà il Ferelden è ancora incerta e per risolvere occorre combattere un duello. Il Custode può scegliere di combattere questo duello o selezionare un altro compagno.

Se qualcuno oltre ad Alistair duella con Loghain, questi si arrenderà dopo aver perso il duello, permettendo al Custode di decidere il suo destino. Se ciò accade, Riordan suggerirà di reclutarlo tra i Custodi Grigi; il Custode ha anche la possibilità di giustiziare personalmente Loghain o consentire ad Alistair di farlo. Se Alistair viene scelto per il duello, ucciderà Loghain dopo essersi arreso senza altre opzioni.

Se Loghain viene ucciso all'Incontro dei Popoli:
Fu sconfitto in un combattimento singolo all'Incontro dei Popoli e giustiziato sommariamente. Se Anora è l'unica sovrana del Ferelden, la Regina Anora ha insistito per costruire un monumento a suo padre all'indomani del Quinto Flagello, con vista sull'ambasciata orlesiana. La statua fu in gran parte ignorata, tranne che dalla stessa Anora, che una volta all'anno vi si recava per lasciare dei fiori ai suoi piedi.

Se Loghain viene arruolato nei Custodi Grigi:
Se Loghain viene reclutato, Loghain si sottopone al rituale di Unione e sopravvive, diventando un Custode Grigio a tutti gli effetti. Il Custode potrà quindi parlargli di una serie di cose, dai suoi sentimenti riguardo alla tragedia di Ostagar, alla giustificazione delle sue scelte, alla sua storia con Anora e/o Maric Theirin, al motivo per cui Alistair non è stato riconosciuto come erede. Rivela anche che non intendeva usurpare Anora né cospirare con Arle Howe per ucciderla. Howe suggerì la possibilità e Loghain lo rifiutò inequivocabilmente quando la propose. Loghain crede che quella discussione sulla proposta di Howe è serviva ad Anora come spunto per la storia che ha usato per spingere il Custode all'azione.

Il reclutamento di Loghain fa sì che Alistair lasci il gruppo, senza eccezioni.

In una conversazione con Zevran, afferma di aver perso tutti i suoi titoli e che dovrebbe essere chiamato semplicemente "Loghain".

In seguito alla rivelazione che il sacrificio della vita di un Custode è necessario per uccidere l'Arcidemone, Morrigan offre un'alternativa: partecipando a un misterioso rituale, un Custode potrebbe generare un figlio con Morrigan e quindi uccidere l'Arcidemone senza compiere il supremo sacrificio. Se gli viene chiesto di considerare l'offerta di Morrigan, dapprima esprimerà riluttanza a partecipare e chiederà di essere lui a sacrificare la sua vita per sferrare il colpo mortale contro l'Arcidemone, sostenendo che è una forma di redenzione per i suoi errori. Può comunque essere persuaso ad accettare l'offerta con un'abilità di coercizione sufficientemente elevata.

Se Loghain completa il rituale oscuro:
Loghain viene convinto a partecipare a questo rituale a patto che Morrigan prometta che il bambino non tornerà ad affliggere il Ferelden o sfiderà Anora per il trono del Ferelden. Ciò ha salvato la vita sua e del Custode, che sconfiggono l'Arcidemone e vengono acclamati come eroi.

Se Loghain compie l'estremo sacrificio:
In cima a Forte Drakon, Loghain affonda la sua lama nel corpo di Urthemiel, dando la propria vita per porre fine al Flagello. Se Anora è l'unica sovrana del Ferelden, la Regina Anora fa costruire un monumento a suo padre in onore della sua redenzione a Forte Drakon. Il monumento fu costruito in modo che dominasse sull'ambasciata orlesiana per "sorvegliarla" attentamente, come afferma la leggenda locale. Divenne popolare e, col tempo, le azioni più oscure di Loghain furono dimenticate in favore di quelle più eroiche.

Se Loghain sopravvive alla battaglia con l'Arcidemone:
Durante i festeggiamenti post-incoronazione dichiarerà di essere arrivato a rispettare il Custode e rivelerà che Anora gli ha ora assegnato il compito di reclutare nuovi Custodi Grigi.

Dragon Age: Origins - Awakening[]


“Non intendo dominare i miei fratelli. Voglio solo spezzare le loro catene.” — L'Artefice
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins - Awakening. Clicca per rivelare.

Se un Custode è stato importato con Loghain vivo alla fine:
In Awakening, arriva alla Fortezza della Veglia e afferma di essere stato trasferito nella città di Montsimmard per servire con i Custodi Grigi di Orlais, per ordine dei leader dei Custodi Grigi a Weisshaupt.

Consegna al Comandante dei Custodi l'ascia da battaglia Frenesia, dieci sovrane e un'araldica dei Custodi Grigi per lo scudo che ha trovato nella cripta di Denerim prima di partire. Se l'Umano Nobile Maschio ha sposato la Regina Anora, farà una serie di commenti correlati, incluso suggerire piani per un erede.

Dragon Age: Inquisition[]


“Chiunque fossimo prima non conta più. Ora siamo l'Inquisizione.” — L'Inquisitore
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Inquisition. Clicca per rivelare.

Se Loghain è sopravvissuto al Quinto Flagello:
Loghain viene contattato da Hawke per indagare sul lyrium rosso, tuttavia Loghain deve nascondersi a causa della preoccupante corruzione nelle file dei Custodi Grigi. In seguito, Hawke e l'Inquisitore riescono a incontrare Loghain e a farsi spiegare tutto nella caverna di un contrabbandiere a Crestwood.

Le sue indagini, spiega Loghain, sono state interrotte mentre indagava sulla possibilità che Corypheus fosse scampato alla morte usando lo stesso potere di un Arcidemone. I Custodi Grigi di Orlais cominciarono ad avvertire il Richiamo, portando Loghain a credere che fosse stato provocato da Corypheus. Avvertendo la fine imminente del loro ordine, il Comandante dei Custodi Clarel elaborò un piano disperato che prevedeva l'uso di un rituale di magia del sangue per porre fine ai Flagelli prima che morissero tutti. Loghain venne considerato un traditore per essersi opposto al piano di Clarel e dovette nascondersi.

Loghain, Hawke e l'Inquisitore si recano dunque all'Accesso Occidentale, dove esplorano un'antica torre cerimoniale del Tevinter per indagare su una congregazione di Custodi Grigi. Qui il gruppo assiste al sacrificio dei Custodi per evocare i demoni, sotto la guida di Livius Erimond, un magister dei venatori che ha convinto Clarel a usare delle tecniche di magia del sangue per creare un esercito di demoni allo scopo di invadere le Vie Profonde ed eliminare gli Antichi Dei ancora dormienti. I rituali di legame demoniaco che Erimond ha insegnato ai maghi dei Custodi Grigi tuttavia li rendono schiavi di Corypheus, riducendoli a strumenti per la conquista del Thedas. Erimond fugge alla Fortezza di Adamant mentre il gruppo dell'Inquisitore affronta i Custodi schiavizzati nella torre.

Successivente Loghain si riunisce ad Hawke e all'Inquisizione per assediare la Fortezza di Adamant. Il gruppo affronta Erimond e Clarel sulla verità del rituale demoniaco, con Loghain che spiega all'ignara Clarel che Erimond vuole affidare le menti dei Custodi maghi al suo vero padrone, Corypheus. Clarel, in un attimo di titubanza, si chiede come può Corypheus essere ancora vivo, per poi ordinare ai Custodi di continuare il rituale. Tentando di influenzare i Custodi contro Erimond, Loghain dice di aver tradito i Custodi una volta perdendo tutto e chiede loro se sono così folli da credere che lo rifarebbe. Quando Erimond convoca il drago di Corypheus per affrontare l'Inquisizione in una massiccia battaglia, Clarel cambia idea e tradisce Erimond. Il drago alla fine schianta provocando il crollo del terreno sotto di loro, facendo cadere Loghain e il resto del gruppo dai bastioni.

Quando si ritrovano in un altro luogo, Loghain realizza che l'Inquisitore ha usato il suo marchio per aprire uno squarcio e trasportare il gruppo nell'Oblio. Successivamente osserva che nel mondo reale erano vicini allo squarcio usato per evocare i demoni nel salone principale e chiede al gruppo se possono eventualmente uscire nello stesso modo. La fuga dall'Oblio viene impedita dal demone dell'incubo, così Loghain si offre di distrarlo per permettere agli altri di scappare, motivando la scelta con la sua volontà di espiare il caos causato dai Custodi. Hawke si oppone, preso dai sensi di colpa per aver liberato Corypheus, e si propone al posto di Loghain. L'Inquisitore dovrà decidere se lasciare che sia Loghain o Hawke a sacrificarsi per coprire la fuga del gruppo dall'Oblio.

Se sarà Loghain a uscire dall'Oblio con il gruppo, Loghain prenderà il comando dei Custodi Grigi sopravvissuti. Dopo aver rinviato il giudizio su ciò che i Custodi Grigi dovrebbero fare accanto all'Inquisitore, si recherà a Weisshaupt per informare i Custodi Grigi di ciò che è accaduto.

Missioni[]

Dragon Age: Origins[]

missionedaomissionedao Unirsi ai Custodi Grigi
missionedaomissionedao Dopo l'Unione
missionedaomissionedao La Torre di Ishal
missionedaomissionedao L'Incontro dei Popoli
missionedaomissionedao La battaglia finale

Dragon Age: Inquisition[]

missionedaimissionedai Qui si trova l'abisso (condizionale)

Strategia[]

Vedi Loghain Mac Tir (strategia)

Doni[]

Loghain adora le mappe e regalarle aumenterà notevolmente la sua approvazione.

Nome Note Descrizione
Tre ico map 1 Antica mappa dell'Impero Luogo: Distretto del Mercato di Denerim Un'antica mappa macchiata di vino che mostra i confini dell'antico Impero Tevinter.
Tre ico map 2 Mappa aggiornata del Ferelden Luogo: Enclave di Denerim Una mappa chiara e aggiornata che mostra i confini del Ferelden odierno.
Tre ico map 5 Mappa botanica del Thedas Non ottenibile per vie normali Una mappa del Thedas su cui è indicato dove trovare le piante più rare del continente.
Tre ico map 4 Mappa del Ferelden occupato Luogo: Castello di Redcliffe Una vecchia mappa in cui il Ferelden è parte di Orlais. Risale al tempo in cui Orlais occupava il Ferelden. Naturalmente, molte mappe del genere furono distrutte dopo la scacciata degli orlesiani.
Tre ico map 3 Mappa delle Anderfel Luogo: Deposito dei Custodi Grigi Una splendida mappa illustrata delle Anderfel che include disegni di strane bestie.

Statistiche[]

Attributi iniziali[]

Ponderazioni degli attributi relativi all'avanzamento automatico di livello.

Forza Destrezza Volontà Magia Astuzia Costituzione
0.95 0.8 0.5 0 0.15 1.6

Specializzazioni iniziali[]

Campione

Talenti iniziali[]

Campione Urlo di guerra   Rincuorare   Spronare   Superiorità
Guerriero Possanza   Minacciare   Coraggio
Arma e scudo Attacco con scudo   Colpo di scudo   Annientare   Assalto
Guardia con scudo   Protezione con scudo   Scudo tattico   Maestria con scudo
Nota: la sua forza e destrezza di base non sono abbastanza elevate per apprendere normalmente talenti di armi e scudi di alto livello. Avrà inoltre Superiorità anche prima di raggiungere il livello 16 (marginalmente possibile, se rimandi tutte le missioni secondarie a dopo l'Incontro dei Popoli).

Equipaggiamento iniziale[]

Armi Spada lunga
Armatura Set dell'armatura del Fiume Dane   Scudo di Loghain
Accessori I confini futuri

Abilità di Trama[]

Quando fai amicizia con Loghain e ottieni la sua approvazione, acquisirà le seguenti abilità aggiuntive:

Nome Beneficio Requisito
Ispirato: Forza minore +1 forza 25% approvazione
Ispirato: Forza moderata +2 forza 50% approvazione
Ispirato: Forza maggiore +4 forza 75% approvazione
Ispirato: Forza massiccia +6 forza 90% approvazione
Nota: Questi bonus non sono cumulativi, ovvero il bonus totale è +6, non +13.

Citazioni[]

Dragon Age: Origins[]

  • (Sull'occupazione orlesiana del Ferelden) "Il termine odio non è sufficiente per descrivere ciò che provo. Ho visto nobili mascherati, con il volto dipinto, frustare a morte un vecchio contadino. Ancora oggi non riesco a comprenderne il motivo. Secondo voi questo è odio? Ho visto uomini perbene, assennati, combattere contro cavalieri corazzati senza armi e né eserciti, senza la minima speranza di successo, per porre fine all'occupazione. Secondo voi questo è odio?"
  • "Traditori! Chi di voi si è opposto all'imperatore orlesiano quando le sue truppe distruggevano i vostri campi e stupravano le vostre mogli?"
  • "È una fortuna che Maric non sia vissuto abbastanza a lungo da vedere suo figlio pronto a consegnare il Ferelden nelle mani di chi ci ha schiavizzati per un secolo!"
  • "La vostra passione per la gloria e le leggende sarà la vostra rovina, Cailan. Dobbiamo occuparci della realtà."

“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

  • "Vi avevo sottovalutato, Custode. Credevo che foste come Cailan... un ragazzino che voleva soltanto giocare alla guerra. Mi sbagliavo. In voi c'è una forza che non avevo più visto dalla morte di Maric. Mi arrendo."
  • "Vi prego... Ho commesso tanti errori nella mia vita. Permettete che l'ultimo atto che compio sia buono e giusto."

[]

  • Loghain: "Dunque c'è un po' di Maric in voi, dopotutto. Bene."
  • Alistair: "Lasciate perdere Maric... Questo è per Duncan."

Dragon Age: Inquisition[]

Dialogo[]


“Chiunque fossimo prima non conta più. Ora siamo l'Inquisizione.” — L'Inquisitore
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Inquisition. Clicca per rivelare.

  • Incubo: "Teyrn Loghain Mac Tir, il valente comandante. Peccato che l'unica volta che hai provato a governare tu abbia fallito miseramente. Ti hanno dovuto ferire, umiliare, per impedirti di distruggere il tuo paese. Hai perfino condannato i Custodi attraverso l'Inquisitore. Distruggi tutto ciò che tocchi."
  • Loghain: "Tutto qua quello che hai da dire? Non c'è nulla che non abbia già detto a me stesso."

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Loghain Mac Tir Voce del Codice: Loghain Mac Tir

Voce del Codice: Loghain Mac Tir Voce del Codice: Loghain Mac Tir

Voce del Codice: Armatura di Mac Tir Voce del Codice: Armatura di Mac Tir

Voce del Codice: Armatura del Fiume Dane Voce del Codice: Armatura del Fiume Dane

Voce del Codice: Il momento ideale per chiudere le frontiere Voce del Codice: Il momento ideale per chiudere le frontiere

Voce del Codice: Elmo di Re Maric Voce del Codice: Elmo di Re Maric

Voce del Codice: Artigli del leone Voce del Codice: Artigli del leone

Voce del Codice: La Spada d'estate Voce del Codice: La Spada d'estate

Curiosità[]

  • Loghain è stato il primo personaggio che David Gaider ha scritto per finire nella versione finale di Dragon Age: Origins.
  • Il nome "Mac Tir" significa "figlio della terra". Gli è stato donato da Maric dopo la Battaglia del Fiume Dane.[10]
    • Tuttavia questo è in conflitto con Dragon Age: Il Trono Usurpato dove si presenta menzionando il suo cognome.[11]
  • La moglie di Loghain si chiama "Maeve" in Dragon Age: The World of Thedas Volume 2, sebbene David Gaider abbia affermato che si tratta di un errore.[1]
  • Il colore degli occhi di Loghain in Dragon Age: Il Trono Usurpato è descritto più volte come di un freddo blu, in conflitto con gli occhi scuri che ha in Dragon Age: Origins.
    • Questo è stato corretto in un colore grigio-blu in Dragon Age: Inquisition.
  • Loghain possedeva una mabari quando era bambino. La chiamò Adalla e la tenne per 10 anni prima che un orlesiano la prendesse per usarla per la riproduzione con i suoi cani da caccia. Qualche tempo dopo Loghain si riunì al suo cane, quando l'orlesiano gettò il mabari fuori da un carro in movimento. Il cane era così debole che morì una settimana dopo in grembo a Loghain.

“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

  • Loghain non va d'accordo con nessuno dei compagni del Custode tranne Cane. Sembra che gli piaccia il mabari e condivide con lui le storie del suo cane Adalla, oltre a offrirgli dolcetti come formaggio e prosciutto.

Riferimenti[]

  1. 1,0 1,1 David Gaider. https://twitter.com/arielle1120/status/582439296273158144
  2. Dialoga con Loghain se reclutato in Dragon Age: Origins.
  3. 3,0 3,1 In una conversazione con il Custode se reclutato, Loghain dice che ha la stessa età di Maric Theirin.
  4. 4,0 4,1 Menzionato nel dialogo tra Loghain Mac Tir e Cane in Dragon Age: Origins.
  5. Voce del Codice: La Spada d'estate
  6. 6,0 6,1 Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, pp. 97-99
  7. Voce del Codice: Artigli del leone
  8. Voce del Codice: Elmo di Re Maric
  9. Voce del Codice: Fiona
  10. Voce del Codice: Armatura di Mac Tir
  11. Dragon Age: Il Trono Usurpato
Advertisement