Dragon Age Wiki
Advertisement
Le mappe sono utili, ma non quanto una guida.

Lace Harding è l'esploratrice capo dell'Inquisizione e uno dei compagni in Dragon Age: The Veilguard.

Background[]

Harding è nata nelle Terre Centrali del Fereldan, appena fuori Redcliffe, da madre sarta e padre commerciante. Secondo suo padre la sua linea di sangue può essere fatta risalire a una famiglia della casta dei mercanti di Orzammar, tuttavia nessuna casta di mercanti porta quel nome per confermare questa affermazione.[1] Sebbene sua madre la chiamò "Lace" nella speranza che sua figlia fosse altrettanto carina e delicata, Harding si dimostrò rapidamente una bambina forte e attiva. Aiutò l'anziano vicino a prendersi cura delle sue pecore, cosa che le permise di esplorare a lungo le colline delle Terre Centrali. Quando l'Inquisizione iniziò a costruirsi una presenza a Redcliffe, Harding si offrì volontaria per guidare le forze dell'Inquisizione appena arrivate. Alla fine, impressionato dall'abilità di Harding, l'ufficiale Charter reclutò Harding come membro dell'organizzazione. Divenne rapidamente indispensabile all'Inquisizione grazie alla sua astuzia, audacia e visione positiva.[1]

Coinvolgimento[]

Dragon Age: Inquisition[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Inquisition.
Clicca per rivelare.

Harding è trovabile molto spesso fuori dalla taverna di Skyhold od ogni volta che si esplora per la prima volta una nuova area nel gioco.

Accompagna anche l'Inquisizione alla Conca Gelida. Accompagna il Professor Bram Kenric mentre si unisce all'Inquisitore all'interno delle rovine del Tevinter e partecipa alla pianificazione e all'assalto alla fortezza degli Hakkoniti. Parlerà anche con l'Inquisitore dopo aver sconfitto Hakkon.

Sebbene non sia un'opzione romantica, è possibile flirtare con lei in diverse occasioni e dopo un po' di tempo ammette di provare dei sentimenti per l'Inquisitore. Anche se dice che potranno discuterne dopo aver sconfitto Corypheus, nessuna opzione del genere diventa disponibile dopo la missione finale.

Harding accompagna anche le forze dell'Inquisizione che si recano ai resti del Tempio delle Sacre Ceneri per uccidere Corypheus. Ha un incarico al Riposo dell'Araldo, offrendo lezioni di ballo dopo Occhi malvagi e cuore malvagio. Tuttavia non ne viene fuori nulla, poiché scrive delle scuse dicendo che è stata troppo occupata.

Questa sezione contiene spoiler per:
il DLC Intruso.
Clicca per rivelare.

Se l'Inquisitore non ha intrapreso una relazione romantica con nessun altro personaggio:
Flirtando con Harding in ogni occasione che si presenta, in una conversazione con Vivienne viene rivelato che Harding e l'Inquisitore hanno una relazione romantica.[2]

Dopo il Sacro Concilio, Harding diventa parte della nuova incarnazione del consiglio di guerra dell'Inquisizione, insieme a Cassandra e Leliana, e si incontrano con l'Inquisitore nella prigione sotterranea delle rovine della chiesa di Haven per discutere il piano di Solas e come affrontare la situazione con lui.

Se Leliana non diventa la Divina Victoria:
Harding è uno degli agenti con cui Leliana aveva condiviso molte responsabilità durante gli ultimi mesi dell'Inquisizione come organizzazione indipendente. Molti credevano che Leliana temesse ciò che si profilava all’orizzonte e stesse preparando i successori in previsione delle sfide future.

Dragon Age: Scomparso[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Scomparso.
Clicca per rivelare.

BioWare canon
Il testo seguente si basa sulla storia canonica di BioWare.

Lace Harding è stata incaricata dall'Inquisizione di collaborare con Varric Tethras per cercare Solas. Harding incontra Varric a Kirkwall, dove lei lo loda per l'ottimo lavoro svolto come visconte. Varric dà ad Harding la possibilità di ritirarsi dalla loro pericolosa missione per il bene della sua famiglia, ma Harding è determinata a trovare Solas poiché nessuno sarà al sicuro se i suoi piani si realizzassero. Harding ha una pista secondo cui Solas ha un nascondiglio nascosto nelle Vie Profonde sotto Marnas Pell. Quando i due nani dell'Inquisizione si recano lì, incontrano due Custodi Grigi, Evka Ivo e Antoine. I Custodi Grigi e i nani dell'Inquisizione uniscono le forze per difendersi dai cacciatori oscuri e sconfiggere un ogre responsabile del rapimento di persone a Marnas Pell. Mentre i Custodi Grigi si riprendono dalle loro battaglie, i nani dell'Inquisizione indagano sul nascondiglio di Solas e trovano un invito a casa di una certa Lady Crysanthus a Vyrantium. Quando i nani escono dal nascondiglio, scoprono anche un cacciatore oscuro morto con ferite che indicano che è stato ucciso da un ladro dei venatori. Poiché ci sono prove dell'esistenza di venatori nelle vicinanze, Varric e Harding si sono riuniti con i Custodi Grigi per fuggire frettolosamente dalle Vie Profonde.

Dopo aver superato una serie di situazioni pericolose, Varric e Harding si intrufolarono a Vyrantium attraverso le fogne mentre era assediata dagli Antaam. Una volta all'interno della città, i nani si atteggiarono a ospiti invitati da Lady Crysanthus per entrare nella sua tenuta; tuttavia, il cameriere negò loro l'ingresso e affermò che Lady Crysanthus era indisposta e non aveva lanciato inviti per diversi mesi. Non avendo altra scelta, Varric e Harding si intrufolano nella camera da letto di Lady Crysanthus solo per scoprire che la donna è stata trasformata in pietra, presumibilmente da Solas.

I nani vengono accolti da Andarateia "Teia" Cantori e Viago De Riva, due Corvi antivani inviati per assassinare Lady Crysanthus perché era un agente dei venatori. Dopo le presentazioni, Varric rivela di credere che la persona che l'Inquisizione sta cercando sia responsabile della trasformazione di Crysanthus in pietra mentre i Corvi di Antiva hanno rivelato che Crysanthus era collegata ai venatori che credono stiano pianificando qualcosa contro l'Impero Tevinter. Mentre stavano discutendo la questione, i Corvi antivani e i nani dell'Inquisizione vengono scoperti dal cameriere della tenuta e da alcune guardie. Dopo aver eliminato le guardie, il gruppo intimidisce il cameriere facendogli rivelare la porta segreta di Lady Crysanthus, che contiene una miniera di informazioni riguardanti le attività e il personale della rete di spionaggio dei venatori. Il gruppo riesce a discernere dalle informazioni che sia Solas che i venatori stanno cercando la pietra crucius, un artefatto elfico nella foresta di Arlathan che si dice sia abbastanza potente da mettere in ginocchio il Tevinter. Il gruppo viene improvvisamente attaccato dal marito di Lady Crysanthus, un potente mago. Il gruppo riesce a sconfiggere il mago e Varric gli fa perdere i sensi lanciandogli contro la moglie pietrificata; tuttavia, i suoi incantesimi incendiano la tenuta e il gruppo è costretto a lasciare la tenuta in fretta. Giunti per le strade di Vyrantium, Varric offre ai due Corvi antivani di continuare l'avventura con loro nella Foresta di Arlathan ma Teia e Viago rifiutano, poiché devono riferire al resto dei Corvi di Antiva che i venatori stanno facendo un'azione concertata contro l'Impero. All'improvviso, Teia nota che una figura scura e ombrosa (che presume essere un assassino dei venatori) li sta pedinando e la insegue. Il presunto venatori perde però nei vicoli Teia e i suoi compagni. Non si sa perché o quale delle coppie la figura stesse seguendo, ma Teia e Viago salutano i nani dell'Inquisizione e li avverte di guardarsi le spalle.

Varric e Harding incontrano gli Acrobati del Velo all'ingresso della Foresta di Arlathan e rivelano che sono in missione per trovare e recuperare l'artefatto elfico noto come pietra crucius per evitare che cada nelle mani dei venatori o di Solas. Inoltre, con la pietra crucius in loro possesso, Varric dice che potrebbero essere in grado di distogliere l'attenzione dei venatori da Arlathan e impedire loro di usarla contro l'Impero Tevinter. Varric desidera semplicemente che gli Acrobati del Velo permettano loro di passare attraverso la Foresta di Arlathan, ma Strife afferma che non sopravvivranno mai al caos della foresta senza il loro aiuto. Irelin è d'accordo e, rimasta con poca scelta, afferma che lei e Strife dovranno andare con loro. Strife acconsente all'alleanza poiché gli Acrobati del Velo vorrebbero evitare incontri ostili con i venatori.

Per raggiungere il tempio dove è custodita la pietra crucius, il gruppo ha dovuto affrontare una serie di prove pericolose. Per prima cosa dovevano viaggiare attraverso un guanto di sfida in cui gli spiriti si scambiano di posto con i vivi attraverso il possesso del corpo. Dopo aver recuperato i loro corpi nella sezione successiva, devono attraversare un luogo dove il tempo scorre fuori ordine e invecchiano a un ritmo diverso e rapido. Quindi devono viaggiare attraverso un luogo dove l'alto è il basso e il basso è l'alto. Infine, il gruppo dovrà sconfiggere un varterral a guardia del tempio. Irelin distrae il varterral con uno sciame di insetti pungenti evocati mentre il gruppo lo supera di soppiatto.

Dopo aver raggiunto il tempio, il gruppo scopre che la pietra crucius è già stata rubata da Solas. Solas ha lasciato una nota per Varric in cui afferma che non avrebbe mai lasciato che la pietra crucius cadesse nelle mani dei venatori, che sta cercando di limitare il danno che i suoi piani causeranno ma che ulteriori interferenze da parte dell'Inquisizione peggioreranno le cose, e un appello per Varric. smettere di inseguirlo. Harding nota che il caos che sta accadendo ad Arlathan potrebbe diffondersi ovunque se non trovano Solas. Nonostante l'avvertimento di Solas, Varric ha deciso di fermare Solas e dice ad Harding che loro due sono gli unici che possono farlo.

Varric e Harding si recano a Minrathous per incontrare il contatto di Varric, Neve Gallus. Neve dice ai nani che Solas ha rubato artefatti ai venatori, ha attaccato i siti dei venatori in città e ha liberato un gruppo di schiavi elfi. Ora Minrathous ha un gruppo di elfi ribelli che causano problemi in città, presumibilmente in nome di Solas, e anche un gruppo di venatori arrabbiati e determinati a vendicarsi. Harding pensa che con tutto quello che è successo, Varric potrebbe aver bisogno di uccidere Solas per fermarlo. Tuttavia, il bene che Solas sta facendo a Minrathous dà a Varric la speranza di poter ragionare con Solas. Neve porta i nani in un luogo dove alcuni degli schiavi liberati ricevono cibo per ottenere maggiori informazioni su dove si trova Solas. Sebbene gli schiavi scappassero alla vista del gruppo, riuscirono a catturare uno schiavo fuggito. Neve spiega di essere un'amica degli Draghi Ombra, un'organizzazione del Tevinter che aiuta gli schiavi a Minrathous; offre la moneta dello schiavo fuggito in cambio della risposta alle loro domande. Lo schiavo elfo rivela che il loro gruppo non lavora per o con Solas ma lo tengono in grande considerazione. Lo schiavo elfo ha rivelato che Solas sta progettando di lasciare Minrathous attraverso i canali, ma allo stesso tempo, anche il gruppo di schiavi elfi sta avendo un incontro segreto per discutere cosa fare dopo e se accettare l'aiuto degli Draghi Ombra.

Varric e Harding dedussero che i venatori che li proteggevano e li perseguitavano lo stavano facendo solo per consentire ai nani di condurli da Solas. Dato che Solas ha causato così tanti problemi ai venatori, i venatori hanno inseguito i due nani per trovare Solas ma invece Varric e Harding hanno rivelato loro involontariamente l'incontro segreto degli schiavi elfi che Solas ha aiutato conducendoli a Minrathous. Neve Gallus rivela di aver sentito voci secondo cui i venatori stavano pianificando una grande operazione e ne avevano dedotto che avrebbero radunato gli schiavi elfi liberati da Solas per vendicarsi di lui. Sia Varric che Harding si sentirono moralmente obbligati a difendere gli schiavi elfi dall'attacco dei venatori; anche se dovessero abbandonare Solas.

Varric, Harding e Neve si precipitarono ad aiutare a difendere il gruppo di schiavi elfi fuggiti da un attacco dei venatori. Dopo aver contribuito a sconfiggere i venatori, Harding e Varric si accontentarono di salvare gli schiavi fuggiti, ma continuano imperterriti a inseguire Solas. Neve decide di unirsi agli Draghi Ombra per aiutare gli schiavi elfi mentre i nani dell'Inquisizione se ne vanno per continuare la loro ricerca. Harding si chiede quanto di ciò che è accaduto sia andato secondo il piano elaborato di Solas, e Varric concorda sul fatto che Solas ne ha tratto beneficio e sembrava qualcosa che avrebbe fatto. Alla fine, Varric e Harding credono che Solas li conosca troppo bene e che abbiano bisogno di trovare persone che non conosce se vogliono catturarlo.

Dragon Age: The Veilguard[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: The Veilguard.
Clicca per rivelare.

Dopo che il rituale di Solas fa sì che i demoni si riversino a Minrathous, Harding viene vista da Varric e Rook mentre difende i civili. Insieme, i tre combattono i demoni mentre cercano l'investigatrice Neve Gallus e scoprono che si è liberata dei venatori che l'avevano rapita dopo che i demoni hanno attaccato. Neve aiuta il gruppo a trovare l'Eluvian di Solas, che li porta nella Foresta di Arlathan, dove è in corso il suo rituale. Harding e i suoi alleati si fanno strada verso il luogo del rituale dove Varric affronta Solas nel tentativo di distoglierlo dal suo piano di abbattere il Velo. Nel frattempo, Harding aiuta Rook a combattere i demoni finché Rook non suggerisce di interrompere il rituale mentre Varric distrae Solas. Nonostante la preoccupazione di Neve che una tale interruzione possa avere gravi conseguenze, Rook decide di distruggere i supporti che sostengono un'antica statua elfica, con la conseguente distruzione del sito rituale. Harding è presente e assiste al rituale andare storto, con Solas che rimane intrappolato nell'Oblio mentre Ghilan'nain ed Elgar'nan, due antiche divinità elfiche, fuggono dalla loro prigione.[3]

Missioni[]

missionedaimissionedai La minaccia persiste
missionedaimissionedai Libera un passaggio attraverso le Montagne Gelide (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Indaga sulla Costa Tempestosa (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai I Custodi della Costa
missionedaimissionedai Pulizie
missionedaimissionedai Rapporti di attività della Prole Oscura (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Collezionista di frammenti
missionedaimissionedai Il Tempio dell'Orgoglio
missionedaimissionedai Indaga nella Sacra Pianura (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Minaccia ai bastioni occidentali
missionedaimissionedai Indaga all'Accesso Occidentale (tavolo di guerra) (condizionale)
missionedaimissionedai Incontra l'informatore alle Tombe di Smeraldo (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Libera Emprise du Lion (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Templari rossi sulla Costa Tempestosa (tavolo di guerra) (condizionale)
missionedaimissionedai Ferma le attività dei venatori a ovest (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Sabbia e rovine
missionedaimissionedai La Tomba di Fairel
missionedaimissionedai Esplora la Conca Gelida (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai Le Fauci di Hakkon
missionedaimissionedai Il richiamo della Conca
missionedaimissionedai La perdita di un amico
missionedaimissionedai Sulle tracce di Ameridan
missionedaimissionedai Hakkon Wintersbreath
missionedaimissionedai Disastro nelle Vie Profonde (tavolo di guerra)
missionedaimissionedai La discesa

Citazioni[]

[]


“Immagino che tu abbia delle domande.”
Questa sezione contiene spoiler per: il DLC Intruso. Clicca per rivelare.

  • Vivienne: "Spero che tu abbia portato quell'adorabile esploratrice in qualche posto carino."
  • Inquisitore: (opzione 1) "L'Esploratrice Harding? Un appuntamento? Oh, certamente!"
  • Vivienne: "Bene. Ti consiglio di non spezzare il cuore a quella povera ragazza. Potresti pentirtene."
  • Inquisitore: (opzione 2) "Non ancora, ma rimedierò presto."
  • Vivienne: "Non giocare con lei, mio caro. Sarebbe scortese. E ricorda che è piuttosto abile con l'arco."

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Esploratrice Harding Voce del Codice: Esploratrice Harding

Voce del Codice: Una lettera scritta a mano Voce del Codice: Una lettera scritta a mano

Voce del Codice: Forte arboreo Voce del Codice: Forte arboreo

Voce del Codice: Altare insanguinato Voce del Codice: Altare insanguinato

Voce del Codice: Leliana e gli ultimi anni Voce del Codice: Leliana e gli ultimi anni

Voce del Codice: Punto di Nigel Voce del Codice: Punto di Nigel

Documenti[]

notanota Un appunto perplesso
notanota Messaggi lasciati all'avamposto
notanota Opuscolo: facciamoci sentire!
notanota Avvisi alla taverna

Note[]

  1. Traduzione non ufficiale di "The End of the Beginning".

Curiosità[]

  • Viene leggermente accennato al fatto che Harding potrebbe nutrire dei sentimenti per l'Inquisitore, sebbene ciò venga mostrato solo se vengono selezionate determinate opzioni di dialogo.
  • Josephine le ha mandato dei fiori.
  • È preoccupata che Leliana voglia farla uccidere.
  • Dato che la sua "relazione" non è ufficiale in Inquisition, puoi perseguire una qualsiasi delle altre opzioni romantiche ufficiali mentre flirti con lei abbastanza volte da scoprire il suo nome e quindi avere una relazione romantica in Intruso. Tuttavia, avanzare abbastanza avanti nel percorso romantico renderà impossibile flirtare con lei.
  • Ha paura dell'altezza.
  • Harding è un membro della "CantInquisizione".[4]
  • Nel materiale promozionale di The Veilguard è stata presentata come "l'esploratrice"[5] e viene descritta per avere "un cuore grande, un'attitudine positiva e un arco pronto... oltre a poteri magici inaspettati" in quanto nana.[6]
  • Harding non dice mai parolacce ed è un concentrato di positività senza un grammo di cattiveria in corpo.[7]

“Le persone muoiono sempre. È il loro destino.” — Solas
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: The Veilguard. Clicca per rivelare.

  • Lace Harding è riconosciuta come Eroe dell'Inquisizione.[8]
  • Harding e Taash si metteranno insieme, qualora Rook non intraprenda una relazione con una delle due.[9]

Vedi anche[]

Galleria[]

Riferimenti[]

Advertisement