FANDOM



La Gran Via Imperiale è una strada internazionale di attraversamento fatta di pietre e magia dall'Impero Tevinter durante l'Era Antica, per poter collegare le terre distanti del suo vasto impero.

Background Modifica

La Gran Via è comunemente considerata un'antica meraviglia architettonica. Costruita da pietre estratte dagli schiavi a Kirkwall, questa strada sopraelevata va da Minrathous fino al sudest dell'Impero per poi scendere verso Nevarra e attraversare le Pianure Silenti e il Fiume Minanter, finché non raggiunge la città di Cumberland vicino al Mare del Risveglio. Da lì svolta a ovest verso Orlais con un percorso diretto alla Vetta di Andoral e un altro diretto alle Terre Centrali di Orlais. La gran via dunque svolta a est verso il Ferelden dopo aver attraversato le Montagne Gelide sopra Orzammar dal Passo di Gherlen. Nel Ferelden accerchia il Lago Calenhad e il Bann, con un percorso che finisce a Denerim mentre l'altro a Ostagar, il punto più a sud. L'estensione della Gran Via nella valle del Ferelden fu supportata dalla famiglia Krayvan, una mossa che costò loro una considerevole influenza politica dopo la resistenza delle tribù di Alamarri.

Via Imperiale - DAII

La Gran Via Imperiale in Dragon Age II.

Secondi i nani, questa costruzione richiese l'uso della magia. Il progetto originale non fu mai finito, e molti sezioni caddero in rovina nei secoli. Tuttavia, rimane utile per molti viaggiatori e mercanti che ricercano strade sicure e veloci.