Dragon Age Wiki
Advertisement
I maghi non possono esprimere un'opinione sul loro destino?

Fiona è un'elfa maga di Orlais. Ex Custode Grigio, fu eletta Grande Incantatrice del Circolo dei Magi nel 9:38 Era del Drago.

Background[]

Fiona è cresciuta in un'enclave di Orlais fino alla morte di suo padre. Rimasta orfana e costretta dalle circostanze a stare con un gruppo di schiavisti che in seguito l'avrebbero venduta, all'età di sette anni, fu comprata come schiava dal Conte (ora chiamato Comte) Dorian, che la tenne come un "animale da compagnia". Ha subito abusi sessuali e fisici. Quando aveva quattordici anni, tentò di scappare quando un anziano mago si accorse di lei. Sfortunatamente, il conte venne a conoscenza dei suoi tentativi e iniziò a frustarla con violenza. Quella stessa notte scoprì i suoi talenti magici e li usò per uccidere il conte, un atto che quasi la uccise la prima volta che usò la magia. Invece di lasciarla morire o di convocare la guardia cittadina, la vedova del conte la mandò al Circolo dei Magi fuori da Montsimmard.[2] Lì, fu reclutata nei Custodi Grigi dal Comandante Genevieve dopo che Fiona la implorò di potersi unire. Fiona ha anche visto le altre reclute Duncan e Riordan attraverso la loro Unione.

Coinvolgimento[]

Dragon Age: La Chiamata[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: La Chiamata.
Clicca per rivelare.

Fiona era una maga elfica e membro del gruppo di Custodi Grigi guidato dal Comandante Genevieve, su cui si faceva molto affidamento per la sua magia offensiva e curativa. Durante il loro viaggio nelle Vie Profonde nel 9:10 Era del Drago, si avvicinò a Duncan poiché erano i più giovani del gruppo. I due spesso condividevano dei segreti insieme.

La sua relazione iniziale con Re Maric Theirin fu intensa e scomoda, poiché le sue esperienze infantili l'avevano lasciata diffidente nei confronti della nobiltà. Quando il gruppo riuscì a fuggire dall'influsso di un demone che aveva imprigionato tutti nell'Oblio mentre si trovavano nel thaig Ortan, i due divennero amanti.

Fiona era la più forte oppositrice del piano di Bregan e Genevieve di lavorare con l'Artefice, scontrandosi con l'accettazione di Utha, l'indecisione di Duncan e l'incertezza di Kell ap Morgan, perché credeva che la Prole Oscura fosse malvagia per la loro stessa natura e che aiutarli potesse portare solo miseria. Alla fine riuscì a fuggire da Kul-Baras insieme a Duncan e Maric. Tuttavia, una volta raggiunta la superficie, furono catturati dal Primo Incantatore Remille che aveva preso il controllo della Roccaforte Kinloch e si era alleato con l'Artefice. Riescono a sconfiggerli, ma l'Artefice è riuscito a scappare insieme a Utha.

Mesi dopo, in seguito a un richiamo a Weisshaupt per interrogare gli altri Custodi sull'Artefice, Fiona si recò a Denerim con Duncan per incontrare Re Maric. Fiona spiegò che era stata chiamata a Weisshaupt per condurre la ricerca dell'Artefice, mentre Duncan era di stanza nel Ferelden come secondo in comando. Ma il vero motivo del viaggio di Fiona era stato quello di rivelare a Maric che aveva suo figlio,[1] e di esigere da Maric la promessa che al figlio sarebbe stato detto che sua madre era umana ed era morta, mentre Duncan aveva promesso di vegliare su di lui.

Fiona ha anche detto che la corruzione nel suo corpo è sparita, rendendola il primo Custode Grigio che non dovrà mai affrontare il Richiamo.

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Inquisition.
Clicca per rivelare.

Nel 9:37 Era del Drago, Fiona venne rimossa dall'ordine dei Custodi Grigi a causa dell'assenza di corruzione nel suo corpo. È stata costretta ad andarsene poiché ogni tentativo di sostenere nuovamente l'Unione risultava vano. Anche l'animosità nei suoi confronti da parte dei colleghi Custodi, i quali pensavano che lei avesse ingannato la morte, era diventata troppo difficile da sopportare e lei si rese conto che avrebbe potuto agire meglio nel Circolo.

Dragon Age: Asunder[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Asunder.
Clicca per rivelare.

Fiona tornò al Circolo, ascendendo al ruolo di prima incantatrice del Circolo di Montsimmard[3] prima di essere eletta grande incantatrice, diventando a tutti gli effetti la massima autorità del Circolo dei Magi.

Durante un Conclave nel 9:38 Era del Drago, chiese una votazione sull'opportunità di separare il Circolo dei Magi dalla Chiesa. La sua mossa è stata contrastata da Wynne, la quale ha convinto con successo il Circolo a peccare per eccesso di cautela. I templari risposero al tentativo sciogliendo l'Università degli Incantatori.

Più di un anno dopo, fu organizzato un nuovo Conclave per volere della Divina Justinia V per indagare sul Rito della Calma e possibilmente consentire una pace tra templari e maghi. Fiona era presente al Conclave e colse un'altra occasione per chiedere ancora una volta la separazione del Circolo dei Magi. Questa volta, le azioni intraprese dalla sua Confraternita dei Liberisti assicurarono che le tensioni con i templari sarebbero state ancora più accese e, di conseguenza, il Primo Cercatore Lambert accusò l'intero Conclave di tradimento prima che si potesse tenere il voto. Dopo una rapida battaglia, Fiona fu catturata insieme ad un certo numero di altri primi incantatori e maghi. Furono liberati e i maghi si riunirono alla Distesa di Andoral. Lì, Fiona indisse un altro voto per la separazione e questa volta ottenne il risultato che desiderava, dando così ufficialmente inizio alla guerra tra maghi e templari.

Dragon Age: Inquisition[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Inquisition.
Clicca per rivelare.

Quando la Divina Justinia V riuscì a convincere sia i maghi ribelli che i templari a riunirsi per i colloqui di pace al Tempio delle Sacre Ceneri, Fiona inviò degli intermediari al suo posto, sospettando una trappola ma riconoscendo la necessità di negoziare. Il Primo Ceercatore Lucius ha fatto lo stesso. Anche se non aveva rimpianti per aver dato inizio alla ribellione dei maghi, Fiona sperava che i maghi ribelli potessero trovare una soluzione diversa dalla guerra senza fine e quindi accettò il Conclave di Justinia.

Dopo che l'esplosione che creò il Varco uccise tutti i dignitari del Conclave di pace della Chiesa, la guerra tra maghi e templari riprese e i maghi ribelli furono nuovamente soggetti alla brutalità dei templari. Fiona condusse i suoi seguaci nel Ferelden dove il monarca concesse loro rifugio a Redcliffe.

L'Araldo incontra Fiona al bazar estivo di Val Royeaux, in seguito alla denuncia da parte della Chiesa del proprio titolo di Araldo di Andraste e il rifiuto dei templari di tornare alla Chiesa. Fiona chiede che l'Araldo venga alla taverna Il Gabbiano e la Lanterna a Redcliffe per discutere una possibile alleanza. Sospetta che i templari siano la causa dell'esplosione al Conclave.

Se l'Inquisitore dovesse scegliere di incontrare Fiona, stranamente, lei affermerà di non averli incontrati; suggerendo che la persona che hanno incontrato era un impostore o più probabilmente a causa della magia per viaggiare nel tempo che è stata osservata al di fuori di Redcliffe e che ha influenzato la sua linea temporale personale. Anche se Fiona dice di provare una strana sensazione alla menzione del loro presunto incontro, indipendentemente dal fatto che sia realmente avvenuto, le loro circostanze attuali sono cambiate. Fiona rivela poi che temeva l'annientamento del suo popolo e che aveva rinunciato al suo ruolo di grande incantatrice dopo aver scambiato in preda alla disperazione i servizi dei maghi ribelli all'Impero Tevinter. Un magister di nome Gereon Alexius è il responsabile dei maghi ribelli, poiché i maghi ribelli sono considerati al suo servizio e sono necessari dieci anni di lavoro per essere considerati cittadini imperiali. Con sgomento di Fiona, Alexius rivela che intende cambiare i termini del loro accordo e arruolare tutti i maghi ribelli nella milizia sotto il suo comando.

Se i maghi vengono reclutati:
Fiona è presente nella sala del trono del castello di Redcliffe durante la trattativa tra Alexius e l'Inquisizione. Nell'alterco risultante, in cui l'Araldo e Dorian vengono accidentalmente trasportati un anno nel futuro, in cui la loro assenza ha portato alla crescita del Varco, trovano una Fiona imprigionata e con del lyrium rosso che cresce dalla parte inferiore del suo corpo; spiega che la vicinanza al lyrium rosso la trasforma lentamente in quella sostanza che i venatori possono estrarre. Quando i due tornano al presente e catturano Alexius, i monarchi del Ferelden (Alistair e/o Anora, a seconda di chi è stato nominato sovrano) arrivano e ordinano ai maghi ribelli di lasciare il Ferelden. L'Araldo può quindi assumere i maghi come alleati o come coscritti.

Quando l'Inquisizione si stabilisce a Skyhold, l'Inquisitore può conversare con Fiona. Chiede di Alistair, senza rivelare che è suo figlio. Fiona assisterà anche personalmente nella battaglia nelle Selve Arboree, guidando una banda di maghi nel conflitto contro i templari rossi.

Se Leliana o Cassandra diventano Divine e i maghi vengono reclutati come alleati a pieno titolo:
Fiona riforma l'Università degli Incantatori come un nuovo ordine per istruire i maghi nell'uso della magia.

Se Cassandra diventa Divina e i maghi vengono reclutati come coscritti:
Fiona e i suoi seguaci accettano di tornare pacificamente nel Circolo dei Magi ripristinato, sebbene lei formi una nuova Università all'interno del Circolo chiamata Mano Luminosa, sostenendo la riforma e stretti legami con l'Inquisizione, che presto diventa la forza dominante della politica del Circolo.

Se invece vengono reclutati i templari:
Fiona e i suoi seguaci uniscono le forze con i venatori per disperazione e li aiutano ad attaccare Haven, dove l'Araldo deve combatterla. Fiona guida l'ondata finale per uccidere personalmente l'Araldo al trabucco superiore, mentre la squadra dell'Araldo ingaggia lei e un certo numero di venatori in una battaglia campale. Fiona non riesce a fermare l'Araldo e viene uccisa.

Missioni[]

missionedaimissionedai Sussurri nel buio
missionedaimissionedai Nel tuo cuore arderà
missionedaimissionedai Informazioni dalla grande incantatrice

Citazioni[]

Dragon Age: La Chiamata[]

  • "Sono stanca di soffrire. Tanto stanca. E tu?"

Dragon Age: Inquisition[]

  • "Così fui mandata al Circolo dei Magi. Il primo Custode della storia espulso dall'ordine. Un'impresa degna di nota."
  • (Se Alistair è re) "Ero soltanto curiosa di sapere se fosse felice. Suo padre riponeva grandi speranze in lui."

(Se Alistair è un Custode Grigio)

  • Fiona: "Il Custode che avete condotto a Skyhold... Il suo nome è Alistair?"
  • L'Inquisitore: "Sì. Non gli avete ancora parlato?"
  • Fiona: "No, al momento... non ce n'è motivo. Sembra una brava persona."
  • L'Inquisitore: "Sì, ho la stessa impressione."
  • Fiona: "Non ci baderei più di tanto. Però le astuzie del Creatore non finiranno mai di stupirmi."

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Fiona Voce del Codice: Fiona

Voce del Codice: Grande incantatrice Fiona Voce del Codice: Grande incantatrice Fiona

Voce del Codice: Qui si trova l'abisso Voce del Codice: Qui si trova l'abisso

Voce del Codice: Arco lungo degli Avvar Voce del Codice: Arco lungo degli Avvar

Curiosità[]

  • Duncan ha chiamato un'ascia in onore di Fiona.
  • Nonostante il suo titolo di grande incantatrice, nel gioco non indossa vesti bianche. Nel dialogo opzionale, rivela che a quel punto non si considera più una grande incantatrice, poiché il Circolo dei Magi non esiste più.
  • Fiona scomparirà da Skyhold se l'Inquisitore lascia Alistair nell'Oblio e poi la informa.
  • In Dragon Age: La Chiamata, gli occhi di Fiona sono descritti come "castani" e "scuri", mentre in Dragon Age: Inquisition sono di un brillante grigio-verde.
  • Durante lo sviluppo di Dragon Age: Inquisition, Fiona era nella lista dei potenziali compagni.[4]

“Chiunque fossimo prima non conta più. Ora siamo l'Inquisizione.” — L'Inquisitore
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Inquisition. Clicca per rivelare.

  • David Gaider ha indicato che la magia del sangue potrebbe aver influenzato Fiona e i suoi maghi ribelli a schierarsi con i venatori, sebbene non ci siano prove dirette nel gioco a sostegno di ciò.[5] La Guida Strategica Ufficiale descrive anche Fiona come sottoposta al lavaggio del cervello da parte dei venatori.[6]

Riferimenti[]

Advertisement