FANDOM


Dragon Age: Il Trono Usurpato è un romanzo preludio del gioco di Dragon Age: Origins. E' stato scritto dallo scrittore e sceneggiatore BioWare David Gaider per introdurre il lettore al mondo di Dragon Age. Venne pubblicato il 3 marzo 2009 da Tor Books in Canada, mentre in Italia è stato tradotto da Multiplayer.it ed è uscito l'1 Agosto 2009.

Dragon Age: Il Trono Usurpato è seguito da un altro romanzo prequel del gioco, ovvero Dragon Age: La Chiamata, uscito poco più tardi.

Sinossi

Dopo che sua madre, l'amata Regina Ribelle , è stata tradita ed assassinata dai suoi sleali Lord, il giovane Maric diventa il capo di un gruppo di ribelli, nel tentativo di liberare la sua terra dal giogo di un tiranno straniero. I suoi concittadini vivono nella paura; i comandanti lo considerano inesperto: gli unici suoi veri compagni sono Loghain, un insolente, giovane fuorilegge che gli salvò la vita, e Rowan, la splendida fanciulla guerriera sua promessa sposa sin dalla nascita. Circondato da spie e traditori, Maric deve trovare non solo il modo di sopravvivere, ma anche quello di compiere il suo destino: riportare la libertà a Ferelden e restituire alla sua discendenza il trono rubato.

Trama

Questa sezione contiene spoiler per Dragon Age: Il Trono Usurpato
Un Orlesiano chiamato Re Meghren siede sul trono del Ferelden, e Moira, la legittima Regina Ribelle, è stata appena uccisa da dei traditori guidati da Bann Ceorlic; suo figlio Maric, però, è riuscito a fuggire. Mentre Maric tenta di sfuggire agli assassini di sua madre, incontra casualmente Loghain, membro di una banda di fuorilegge fereldiana. Non avendo molte altre alternative, Maric si unisce a loro.

Maric tuttavia non è in grado di stare allungo nel loro accampamento, in quanto un esercito Orlesiano che lo sta cercando decide di attaccarli. Nonostante l'accampamento non sia stato distrutto, Loghain riesce a portare Maric in salvo nascondendolo tra le Selve Korcari, una regione evitata ai più per i suoi pericoli. Sfortunatamente, vengono catturati e fatti prigionieri da un clan di elfi Dalish, che portano la coppia dalla misteriosa Strega delle Selve, e che, soprendentemente, permette loro di uscire salvi dalle Selve. Ella promette loro aiuto a una condizione, una promessa da parte di Maric. Cosa sia questa promessa, non ci è dato saperlo. Avverte anche Maric che il quinto Flagello un giorno si abbatterà sul Ferelden, e che Loghain tradirà Maric se il giovane re lo terrà vicino a sé, "ogni volta peggio dell'ultima".

Dopo essere fuggiti dalle Selve, Maric e Loghain si scontrano con i soldati ribelli di Moira, ora guidati dall'Arle Rendorn Guerrin. In mezzo ai soldati, trovano Rowan, promessa sposa di Maric e figlia di Rendorn. Gli anni successivi, Maric, Loghain e Rowan costruiscono una solida amicizia, intanto che rafforzano l'armata ribelle per prepararla a riconquistare Gwaren, una città fereldiana. L'attacco ha successo, e i ribelli riprendono la città, la prima vera vittoria dopo anni.

Si presenta poi un messaggero in città, un'elfa di nome Katriel, che li avverte di un attacco imminente su Gwaren che saranno in grado di respingerlo. Dopo di questo, Katriel e Maric iniziano una relazione. Ma in realtà Katriel non è altro che una spia di Meghren, assunta dal suo mago consigliere Severan. Lei fornisce Maric con false informazioni che lo convincono ad attaccare la fortezza dei Colli Occidentali; tuttavia, questo attacco si rivela una perdita massiccia di vite per l'armata ribelle, e Maric, Loghain e Rowan si separano dal resto dell'esercito.

Dopo essersi pentita dell'inganno, e aver sviluppato sentimenti sinceri per Maric, Katriel guida Maric, Loghain e Rowan nelle Vie Profonde, sperando di usare un passaggio sotterraneo per tornare a Gwaren. Mentre viaggiano attraverso le Vie, si ritrovano a combattere ragni corrotti, e quando vengono attaccati da un branco di prole oscura, vengono prontamente salvati da una compagnia della Legione dei Morti, che Maric convince a unirsi alla sua causa in cambio di gloria e redenzione. Una volta tornati a Gwaren, trovano i rimanenti dell'armata ribelle; il morale si rafforza con il ritorno di Maric, e l'armata ribelle, con l'aiuto dei cittadini, sconfiggono un'esercito Orlesiano giunto per distruggerli e riprendersi la città ancora una volta. Con la credenza che Maric fosse tornato dai morti, e la persistente crudeltà degli Orlesiani, il sostegno per Maric e la causa dei ribelli aumenta vistosamente; disordini e ribellioni contro il dominio Orlesiano si manifestano su tutto il Ferelden. Meghren cerca di rafforzare il suo dominio con le maniere forti e la brutalità, ma questo incita soltanto ad un'ulteriore ribellione da parte del popolo, e spaventa la maggior parte dei suoi sostenitori tra la nobilità del Ferelden e la Chiesa, che, riluttanti, lo abbandonano per supportare Maric.

Arrivati a questo punto, Loghain e Rowan hanno formato un legame romantico, ma Loghain ha anche scoperto il tradimento di Katriel, e lo rivela a Maric. Dopo averla confrontata e averle estorto una confessione circa questi inganni, Maric uccide Katriel, per poi pentirsene subito dopo. A seguito della sua morte, Loghain incoraggia Rowan a diventare moglie e regina di Maric, per il bene di Maric e soprattutto, per il bene del Ferelden. Riluttante, Rowan accetta, e con il sostegno in crescita, la vittoria è solo che assicurata per i ribelli. Maric attira i nobili traditori che uccisero sua madre in un'imboscata, e li giustizia per tradimento, prima di partire e uccidere Severan, consigliato da Katriel stessa prima della sua morte. Allo stesso tempo, Rowan e Loghain guidano i ribelli Fereldiani alla vittoria contro i chevalier nella battaglia del Fiume Dane.

Il romanzo si chiude con Madre Ailis, che un tempo visse nell'accampamento dei fuorilegge, mentre racconta al giovane principe Cailan, figlio di Maric e Rowan, le storie di suo padre; che dopo altri tre anni di guerra, Denerim è caduta sotto i ribelli a seguito di un lungo assedio, Meghren (il cui Imperatore Orlesiano ha abbandonato al suo destino dopo la battaglia del Fiume Dane, decidendo che l'occupazione era ormai una causa persa) venne sconfitto e giustiziato per i suoi crimini contro il popolo del Ferelden, e Maric venne incoronato Re. Conclude la storia rivelando che Maric era diventato un Re molto popolare, Loghain divenne un potente Teyrin, che si sposò ed ebbe una figlia, mentre Rowan morì dopo un lungo periodo di malattia. Dopo aver messo questo in relazione, Ailis rincorre il piccolo Cailan che nel frattempo è corso via.

Personaggi

Principali

Personaggi chiave del romanzo:

  • Maric Theirin - Principe del Ferelden
  • Loghain - Un giovane fuorilegge fereldiano
  • Rowan - Una guerriera dell'armata ribelle, e promessa sposa di Maric
  • Katriel - Una misteriosa elfa messaggera
  • Rendorn Guerrin - Arle di Redcliffe
  • Meghren - L'Usurpatore Orlesiano Re del Ferelden
  • Severan - Un mago del Circolo dei Magi e consigliere di Meghren
  • Bronach - La somma sacerdotessa del Ferelden durante la fine dell'Era Benedetta

Secondari

  • Ailis - Una madre della Chiesa
  • Byron Howe - L'arle di Amaranthine durante la fine dell'Era Benedetta
  • Cailan Theirin - Figlio di Maric e Rowan, principe del Ferelden
  • Ceorlic - Un bann, nobile fereldiano che ha orchestrato il tradimento a Moira
  • Florian Valmont - L'imperatore di Orlais
  • Gareth di Oswin - Il padre di Loghain
  • La strega delle Selve
  • Moira Theirin - La Regina Ribelle, madre di Maric Theirin
  • Nalthur - Il capo di un reggimento della Legione dei Morti
  • Shale - Un golem sotto il comando di Wilhelm
  • Wilhelm - Un mago membro dell'armata ribelle di Moira e Maric Theirin

Luoghi

Il romanzo è ambientato in svariati luoghi del Ferelden, come Gwaren, i Colli Occidentali, e le Vie Profonde. Di seguito una lista:

  • Amaranthine
  • Denerim
  • I Bann
  • Foresta Brecilian
  • Torre del Circolo
  • Lothering
  • Selve Korcari
  • Entroterra / Le terre centrali
  • Vie Profonde
  • Colli occidentali
  • Palazzo reale
  • Thaig Ortan
  • Gwaren

Curiosità

  • Shale, una compagna potenziale in Dragon Age: Origins, appare sotto il comando del mago Wilhelm. In un dialogo di Dragon Age: Origins Loghain si riferisce proprio a questo incontro, sostenendo che vide un golem una volta, ma nessuno dei due sembra ricordarsi a vicenda.
  • Diversi pezzi di equipaggiamento e armamenti usati ne Il Trono Usurpato possono essere ottenuti nella serie di Dragon Age, inclusi i guanti di Katriel e l'armatura di Loghain, così come la spada di Maric.
  • Questo romanzo è l'unico titolo ufficiale della serie Dragon Age che non si colloca durante l'Era del Drago, in quanto la sua trama (ad eccezione dell'epilogo) copre un periodo che va dall'8:96 all'8:99 dell'Era Benedetta.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.