Dragon Age Wiki
Advertisement

Queste voci del codice sono (con una sfortunata eccezione) relative alle missioni che possono essere completate dal Custode. In alcuni casi, la voce del codice può essere trovata prima che la ricerca appaia nella scheda "Missioni correnti" del diario. Talvolta deve verificarsi un ulteriore evento, o un aggiornamento della voce del codice, prima che la missione possa essere avviata.

Nota che la numerazione delle voci del codice relative alle missioni della campagna base dipenderà dal DLC installato. I numeri iniziali indicati qui sono quelli in cui è installata solo la campagna originale, insieme ai modificatori dei numeri quando sono installati Il prigioniero di pietra, La Fortezza dei Custodi, Ritorno a Ostagar, Regali e Scherzi della Festa.

Dragon Age: Origins[]

Un messaggio arrotolato

Articolo principale: Voce del Codice: Un messaggio arrotolato

Spero che chiunque trovi questo messaggio sappia leggere. Odio credere che i miei ultimi pensieri possano essere usati come[1] materiale combustibile o, che il Creatore ci salvi, per pulire il sedere di qualcuno, ma suppongo che questo dipenderà da te.

Mi chiamo Branan. Sono nato a Reinesfere. Un tempo coltivavo mele. Quando gli orlesiani pretesero che mi piegassi al loro imperatore, io li scacciai. Loro diedero fuoco ai miei frutteti e alla mia casa, ma non mi importava. Rimasi a guardarli mentre bruciavano tutto. Prima o poi gli alberi muoiono. Le case crollano. Ma il mio onore può andare perduto solo se sono io a permetterlo.

Tornarono una settimana dopo, chiedendomi di prestare giuramento. Stavolta, quando mi rifiutai, mi misero in catene. Ora sono qui e morirò in questo luogo. Sembra un motivo sciocco per morire, vero? Avrei potuto pronunciare qualche parola e ricostruire la mia casa, continuare la mia vita come se nulla fosse cambiato. Cento generazioni della mia famiglia hanno vissuto e sono morte su questa terra, e io non scambierò l'onore della nostra famiglia con delle mele.

Chiunque tu sia, qualunque sia il motivo che ti ha portato qui, se mai dovessi lasciare questo posto spero che andrai a Rainesfere. Lì nessuno di noi è ancora in vita, ma troverai comunque la mia famiglia. Abbiamo camminato sulla terra. Siamo nel vento che smuove gli alberi. Racconta alla mia famiglia come sono morto, e ti prometto che loro ti ascolteranno.

Branan.

  1. corr. non presente nella traduzione ufficiale.


Scienze dell'evocazione

Articolo principale: Voce del Codice: Scienze dell'evocazione

Semplici esercizi per evocare e legare a sé: guida per un mentore

Agli apprendisti è concesso, e viene richiesto loro, di controllare uno spirito minore, posto che questo avvenga nei confini protetti della biblioteca. La collocazione degli scaffali consente un'immobilizzazione passiva e la possibilità di un'epurazione d'emergenza di qualunque creatura maligna.

Ma attenzione! Non si può eseguire questo esercizio durante una ristrutturazione o altri tipi di lavoro nella biblioteca! Il pericolo costituito da un'evocazione scorretta, soprattutto quella dell'Esercizio tre, è notevole.

(Questo libro è stato strappato a metà)

*****

(La seconda metà di un libro strappato.)

Il sigillo dell'evocazione si attiverà durante il rituale dell'iniziazione. Se l'ordine non è corretto, il rituale ripartirà da zero.

Esercizio uno
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Selezione il secondo passaggio del Tomo dei personaggi spiritici, secondo scaffale.
- Scorri con le mani aperte le prima fiamme dell'evocazione (seleziona prime fiamme).

Esercizio due
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Recita il Richiamo insolito di Rodercom, prima colonna degli scaffali di sostegno.
- Colloca una moneta d'argento ai piedi della statua di Mago Gorvish.
- Scorri con le mani aperte le seconde fiamme dell'evocazione.

Esercizio tre
- Avvisa i maghi anziani dell'inizio della lezione.
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Recita il secondo passaggio del Gran bestiario di Elvorn, testi sigillati, terza area.
- Traccia il sigillo prescelto sul tavolo comune della prima area.
- Colloca una ciocca di capelli tra le pagine dello Spiritorum Etherialis, a destra dei testi sigillati.
- Esegui il Gesto di Callum (con due dita) davanti alla statua di Mago Gorvish.
- Soffia sulla cicuta secca nel Filatterio dei Novizi, seconda colonna degli scaffali di sostegno.
- Scorri con le mani aperte le prime fiamme dell'evocazione.

*****

Dopo che la prima evocazione è stata completata:

Verro spirituale

Equivalente all'ultimo anello della catena dell'Oblio, nell'esofago del verro spirituale è possibile trovare gemme di poco valore, presumibilmente create dalla fusione di elementi eterei dell'Oblio. Creature del genere non possono sopravvivere nel regno dei mortali senza l'intervento di un evocatore.

Dopo che la seconda evocazione è stata completata:

Capriccio ingannatore

Un'entità priva di qualunque moralità che trae piacere nell'osservare il malessere fisico ed emotivo. Una passione pericolosa, poiché queste creature non capiscono né sono interessate alla fragilità della carne mortale.

Dopo che la terza evocazione è stata completata:

Fenditore dell'Oblio

Il Fenditore è una coscienza a cui è stata conferita una forma fisica nel momento del rituale. Il suo aspetto ha il proposito di spaventare l'apprendista evocatore, in modo che questi rispetti l'Oblio. Benché sia essenzialmente un concetto, questa bestia è comunque molto reale e dominata da uno spaventoso desiderio di libertà.


La Casta dei Morti

Articolo principale: Voce del Codice: La Casta dei Morti

Amici, ne abbiamo discusso a lungo, ma vorrei suggerire una diversa interpretazione. Non è la prima volta che uno dei nostri finisce nella Legione dei Morti. I Ricordi riportano alcuni esempi clamorosi di questo tipo. Solo la scelta volontaria ha reso questa vicenda più che un semplice scandalo. La domanda che dobbiamo porci è: "Abbiamo bisogno di tutto questo?" La Legione è sempre stata vista come l'ultima speranza di redenzione. Se un nobile si unisce alla Legione, tanto più per scelta, ciò non può che far bene all'arruolamento. Sacrificheremo solo il membro più sciocco, l'ultimo di una casata molesta. Le sue riforme hanno più senso se gridate contro i prole oscura che in queste sale. Io dico di lasciarlo andare.

Questo è l'editto che è stato approvato, Durius. Spero che tu non debba pentirti della tua decisione, perché non puoi più tornare indietro, ora.

—Tratto dai verbali del Concilio riguardo alla Legione dei Morti; appendice sconosciuta.


Carissima Gilly,

So che le cose sono state difficili dopo la condanna della nostra casata. Speravo di portarmi dietro da solo il peso delle mie azioni, ma se avessi saputo prima a quali conseguenze sarei andato incontro, non avrei ucciso un membro di una casta superiore alla mia. Non è stato facile abbandonarti, ma sapevo che l'unico modo per non coinvolgerti nel mio disonore era unirmi alla Legione. Si tratta di una scelta che non mi dà alcun diritto di cercare il tuo conforto, ma ti prego di ascoltarmi, anche solo per un attimo. Ho sentito parlare di un nuovo soldato, un nobile! Non dirò ad alta voce ciò che ho saputo, ma potrebbe essere una strada per ottenere la rispettabilità per la mia razza. Per te. Se rimane ancora una linea ufficiale aperta al nostro nome, puoi verificare se questo uomo esiste davvero, se la casata Ferald è in buone mani?

—Una lettera di Maius, non spedita.


Possa questo rapporto essere letto dalla persona giusta, per modificare le tattiche future. Abbiamo trovato un'enclave della Prole Oscura, probabilmente un nido, ma non abbiamo potuto avvicinarci. C'erano molti più prole oscura di quanto pensassimo. Ho diviso la squadra per attirare via il gruppo più grande dell'orda. Non mi aspetto di sopravvivere, ma ho fatto in modo che la maggior parte dei miei uomini veda una nuova alba. Il pensiero che la mia richiesta rimanga inascoltata mi consuma e potrebbe condannare molti più componenti della Legione di quelli che rischiano di morire qui. Ma non posso abbandonare coloro che ho guardato negli occhi e chiamato fratelli. Forse non mi ringrazieranno per questo, credendo di essere già morti, ma finché c'è vita c'è speranza. Non sarò l'ultimo ad assistere al loro valore.

—Da una rapporto sul campo della Legione dei Morti, di Lord Durius Ferald.


Vittima: Durius Ferald, tenente. Trovato morto insieme alla sua squadra. Il cadavere non è stato toccato, il che suggerise che i prole oscura temessero il suo spirito, anche da morto. La ferocia con la quale ha difeso i propri uomini è stata confermata dai superstiti, prima di cedere alla corruzione. È raro che la morte di un soldato venga onorata più delle proprie azioni, ma Ferald era un tipo strano, un agitatore delle folle. Le sue promesse eccentriche erano pericolose e temo che la sua morte possa demoralizzare più membri della Legione di quanti abbiano sentito le sue fantasie con le proprie orecchie. È stato affidato alla Pietra insieme al suo stemma. Gli è stata data la sepoltura più onorevole possibile con i prole oscura alle costole, anche se ufficialmente egli ha formato un secondo fronte. Meglio che le sue sciocche speranze vengano affievolite dal tempo piuttosto che essere uccise subito.

—Tratto da un rapporto bisettimanale sulle vittime, del sergente Unger.


In virtù degli onorevoli antenati e dell'eccezionale sacrificio personale da parte del suo ultimo discendente, l'unione della casata Ferald con la Legione dei Morti viene ritenuta meritevole di indagine dai Ricordi. Se la discendenza si dimostrerà intatta e sufficiente, i rapporti della Legione dei Morti potrebbero essere riconosciuti come nobiltà minore, pur con le dovute restrizioni. Questa casata minore verrà ora sottoposta al processo generazionale di ammissione ai Ricordi. Possano i suoi discendenti essere onorati.

—Come registrato nei Ricordi.


Gli Spaccapietre

Articolo principale: Voce del Codice: Gli Spaccapietre

Sono solo degli sciocchi e dei traditori. Sappiamo bene che c'è un tempo per una caccia al tesoro imposta e regolamentata, ma non quando ci sono delle fondamenta da scavare. Quali fortune hanno accumulato, quali casate hanno elevato? Le vene minori trovate da loro non hanno soddisfatto né questo Concilio né la loro stessa sete di ricchezze. Le loro azioni possono diventare solo più imprevedibili e indisciplinate e anche se non c'è stata notizia di incidenti, finiranno per minare la stabilità di un passaggio principale.

Questo Concilio ritiene che le operazioni di ricerca vadano limitate finché non saremo certi della stabilità delle Vie Profonde. Questi "Spaccapietre" possono fare una fortuna dandosi al commercio. Che ci pensino gli animali a scavare ovunque gli indichi il loro naso. I nani sono fatti per scavare a piccoli passi, con prudenza.

—Tratto da una nota del Concilio.


Oggi, Rogan si è aperto la strada fino a una vena minore, fortificando le pareti con dei supporti, come se fosse la spina dorsale della terra. Ha un dono per cercare i filoni. Questo è quasi cristallino: scommetto che potrei picchiettarci sopra e sentire la Pietra cantare. Per gli ispettori è "atipico", ma è questo il punto, no? Stiamo lasciando che la Pietra ci porti dove vuole lei, non scavando gallerie affinché il palazzo possa avere un'altra dispensa. Temo che durante la prossima seduta del Concilio revocheranno i nostri privilegi. Gli auguro buona fortuna: non ci troveranno mai per imporre l'ordinanza. Hanno paura delle gallerie che percorriamo.

Siamo vicini a una scoperta incredibile: la Pietra ci sta conducendo verso qualcosa, e che mi prenda un accidente se lascerò che dei nani che non riescono neanche ad ascoltarla si intromettano.

—Tratto dal diario di Brunar, fondatore degli Spaccapietre.


Non siamo più disposti a tollerare il vostro disprezzo nei confronti di questo Concilio e dell'attuale dottrina degli scavi. Le azioni della vostra squadra hanno potenzialmente compromesso due progetti futuri, causando una costosa ripianificazione delle Vie Profonde. Fortunatamente, lo sviluppo del condotto principale continuerà, altrimenti avreste dovuto pagare indennizzi addizionali. Le affermazioni secondo cui sarebbe la Pietra a guidare le vostre azioni non solo dimostrano la vostra ignoranza nelle procedure di pianificazione, ma indicano anche che voi e la vostra squadra potreste essere caduti nelle fasi iniziali dell'avvelenamento da lyrium. State violando il codice minerario di Orzammar e, pertanto, vi verrà negata qualsiasi pretesa avanzata durante le attività non autorizzate. Il Concilio aspetta una risposta entro 30 giorni, o la vostra casata e quelle dei membri della vostra squadra subiranno ulteriori sanzioni.

—Ordinanza del Concilio.

Ecco la vostra risposta: prendete un lungo respiro da un breve pozzo.

B.

—Aggiunta di Brunar, fondatore degli Spaccapietre.


Abbiamo incontrato guai. La vena di lyrium di Rogan ci ha condotti dritti sul fianco di un'orda di prole oscura. A giudicare dal loro equipaggiamento, entro una settimana, o forse meno, avrebbero fatto irruzione in quella dannata nuova via sotto Orzammar, che gli avrebbe permesso di aggirare ogni pattuglia. La Pietra lo sapeva e ha attirato i suoi prescelti con la promessa di pepite che potevamo sentire nelle nostre ossa. Se tutto va bene, perdere questa caverna ucciderà il gusto dei prole oscura per lo scavare e Orzammar non saprà mai quale rischio ha corso. Saremo come un terremoto distante, un'increspatura nella fontana reale.

Le cariche sono state piazzate. Sappiamo che funzionerà e siamo consci anche del prezzo da pagare. La Pietra ci ha indicato la via verso casa.

—Tratto dal diario di Brunar, fondatore degli Spaccapietre.


L'ombra della ganga

Articolo principale: Voce del Codice: L'ombra della ganga

La Pietra ha una volontà che ci circonda e ci guida, anche quando accettiamo volontariamente di abbandonarci alla sua influenza. Ma non è pura. Essa porta con sé una corruzione vecchia quanto se stessa. Affinché i nani possano prosperare è necessario rimuovere la ganga, ovvero i materiali di scarto e la roccia instabile. Ma, così come la Pietra, anche la ganga ha una propria influenza. Ognuno di noi deve affrontarla, e scavare via il peggio da noi stessi. La Legione dei Morti porta con sé una responsabilità unica. Solo il membro migliore della Legione può affrontare la ganga e penetrare nell'oscurità che avvolge la Pietra grezza. Essa ci circonda, e noi dobbiamo proteggerla, qui dove le tenebre incontrano la luce.
—Un'iscrizione della Legione dei Morti, non datata.


La chiave della città

Articolo principale: Voce del Codice: La chiave della città

Anche se le vostre preoccupazioni sono legittime, il Concilio si è espresso chiaramente: lo spazio all'interno del thaig scarseggia, ma la funzione originale della sala merita le risorse aggiuntive stanziate. Le statue dei Campioni devono essere il punto centrale della Sala degli Eroi. Non esistono altri luoghi che rappresentano meglio gli interessi nanici. Si tratta della prima cosa che gli ambasciatori della superficie vedono di Orzammar, un'introduzione non solo dei nostri antenati viventi, ma anche della Pietra dalla quale siamo nati. Devono vederla lavorata, prima che possano apprezzare la complessità della sua forma grezza.

La Sala deve servire anche per un secondo scopo: come ultimo ricordo per i fratelli in partenza. Coloro che scelgono di andarsene, devono farlo sotto il pesante sguardo dei loro antenati. Serve a ricordargli il proprio dovere e le conseguenze delle loro azioni. Promuoveremo ogni sorta di commercio, ma rafforzeremo anche il concetto che coloro che si allontanano troppo a lungo torneranno come estranei alla Pietra.

—Tratto da una relazione della Commissione Settoriale del Concilio.


In conformità con l'ordinanza 5-1a, nessun nano di casta indeterminata può fare affari nel quartiere popolare. In seguito, tale disposizione è stata chiarita dal Concilio, e stabilisce che il possesso e l'utilizzo delle bancarelle e dei banchi è limitato agli appartenenti alle casate identificate e approvate, la cui discendenza sia rintracciabile per almeno tre generazioni. Le eccezioni includono gli acquisti personali di beni o servizi da bancarelle o banchi ufficiali, a patto che i fondi[err. 1] siano presentati all'inizio della transazione, a discrezione del proprietario della bancarella o del banco.

Sono certo che capirete la necessità di mantenere un controllo rigido sulla qualità delle merci e dei servizi di Orzammar, soprattutto nell'ottica di uno sforzo congiunto per incoraggiare investimenti esterni. Il livello di qualità delle merci provenienti dal Distretto della Polvere e dai marchiati è semplicemente insufficiente. Il vostro permesso di commercio è dunque negato.

—Da una sentenza della[err. 2] Commissione Commerciale del Concilio, riguardo alle Merci Risanate di Midal.


La restrizione della vostra autorità è solo un provvedimento temporaneo, preso tutt'altro che alla leggera. Il Concilio ritiene che gli sforzi per mantenere la sacralità delle Prove siano falliti. Queste sono una sfida fra gentiluomini, nelle quali futuri generali e rispettati veterani dimostrano le proprie abilità. Il loro scopo è quello di essere ispiratrici e di ricordare alle caste inferiori perché sono i loro capi a comandare. Riconosciamo l'utilità di un foro per risolvere i debiti d'onore, e concediamo che l'occasionale sconfitta di un nobile possa servire come pacificazione, a patto che provenga da un individuo di pari rango e che la sfida sia giudicata regolarmente. Estendere questa pratica alle classi minori potrebbe rivelarsi un precedente barbaro e pericoloso. Abbiamo già assistito ai disordini che possono scaturire da un combattimento non autorizzato (il recedente incidente del marchiato), e incidenti simili andrebbero scoraggiati con ogni prevenzione possibile.

—Tratto da un editto di condanna del Concilio riguardo alla gestione delle Prove.


Concordiamo sul fatto che nessuna regola procedurale sia stata esplicitamente infranta, ma un ostruzionismo di cinque giorni è comunque meritevole di una condanna. La divisione delle proprietà della casata Gorosmote è stata discussa per un'intera seduta, al termine della quale si è ritenuta necessaria la confisca della tenuta meridionale. Dato che la nascita del giovane Kaid richiede l'innalzamento del suo clan allo stato di nobiltà, e che è impensabile per un nobile vivere nei bassifondi, è responsabilità del padre provvedere alla sistemazione della nuova casata. Non è possibile creare semplicemente nuovo spazio nel Distretto dei Diamanti senza compromettere l'integrità strutturale del thaig.

Il commento di Lord Dace, secondo cui "Se Lord Gorosmote non desiderava un nuovo erede, non doveva cercarsi una concubina nei bassifondi", era invero fuori luogo, ma è stata seguita la procedura per risolvere il diverbio attraverso una Prova d'Onore. Entrambe le parti hanno accettato la sua ritrattazione, e la vicenda è da considerarsi definitivamente chiusa.

La decisione del Concilio riguardo alla nuova nobiltà e la sistemazione della casata Duncoat resta in vigore.

—Tratto da un editto della Commissione Settoriale del Concilio circa l'elevazione della casata Duncoat.


I vostri sforzi sono stati esemplari, ma questi autoproclamatisi consorzi devono sottomettersi al Concilio e ripristinare l'ordine. L'esclusione dalla casta e dalla società non è una scusa. Forse potremmo semplicemente marciare sul distretto, o, meglio ancora, ritirare il supporto alle infrastrutture. Una breccia nella galleria sarebbe una disgrazia, ma l'attuale direzione politica vieta qualsiasi accordo che legittimi le operazioni del consorzio. La pressione esercitata dal basso su determinati elementi della nostra società si è dimostrata utile per supportare l'economia con un eccesso di manodopera a buon mercato. Inoltre, incoraggia l'arruolamento nella Legione dei Morti, l'unica strada accettata per una redenzione parziale e una forza vitale per il nostro fronte indebolito. Tale modello soffre quando i criminali creano le proprie gerarchie personali, con metodi alternativi di avanzamento sociale.

Ogni pietra ha una faccia che non può essere scolpita, un lato che deve essere tenuto rivolto verso terra. Abbiamo bisogno del loro cosiddetto Distretto della Polvere, ma sarebbe sconsigliabile includerlo nelle vostre trattative. Abbiamo la massima fiducia in voi, capit... (Il resto è reso illeggibile dalle macchie di sangue.)

—Tratto da una direttiva riservata del Concilio riguardo alla proliferazione dei consorzi.

  1. err. fonti (traduzione ufficiale)
  2. err. del (traduzione ufficiale)


La vita del Modellatore

Articolo principale: Voce del Codice: La vita del Modellatore

La benedizione del Modellatorio viene data solo a coloro che seguono il cammino della Pietra. Si tratta di un sentiero assai profondo e pericoloso, ma necessario, perché chi desidera entrare a far parte di un ricordo deve prima onorarlo. Documenta la Pietra, proteggila e presenta una nuova storia ai Ricordi. Solo allora potrai ricevere la benedizione del Modellatorio.

Tratto da La vita del Modellatore.


Orzammar ha scolpito un'eredità dalla Pietra, ma la storia va oltre il viavai che riempie le strade. Queste caverne sono antiche e molto frequentate. La vera volontà della Pietra viene rivelata lontano dalle sale della politica e del commercio. Il modellatore deve allontanarsi dai familiari e cercare le rivelazioni nella frontiera o i segreti sepolti nei sentieri abbandonati. Egli deve prima partire, se vuole ritornare.

"Primi passi", tratto da La vita del Modellatore.


Tutt'altro che abbandonate, le Vie Profonde sono pattugliate da coloro che combattono per Orzammar e per la Pietra. Questi difensori hanno assistito a enormi eventi tragici, ma sono concentrati sul presente e non sul passato. Percorrere questo sentiero rappresenta il peso del Modellatore, concentrandosi sull'osservazione. Egli combatterà, se costretto (ogni nano deve farlo per la Pietra), ma il suo scopo è registrare, non creare. Anche se oscuri e profondi, gli antichi sentieri riecheggiano di imprese ancora vive. Solo la dedizione del Modellatore può far sì che esse non vadano perse nei Ricordi.

"Il vecchio sentiero" tratto da La vita del Modellatore.


Prima della Prole Oscura, la Pietra custodiva un impero... decine di thaig. Ogni caverna trasudava orgoglio nanico, intere comunità separate ma al tempo stesso unite. Esse caddero lentamente. Le rovine si trasformarono in tombe: una gloria dimenticata. Ma la Pietra muta, essa sceglie ciò che rimane sepolto e ciò che deve vedere la luce. I modellatori devono tornare, percorrere la via smarrita, in modo che i figli della Pietra possano vedere ciò a cui si è rinunciato e ciò che può essere ottenuto.

Questo è il sacrificio del modellatore.

"La via smarrita" tratto da La vita del Modellatore.


Tu hai percorso il sentiero del Modellatorio e documentato la Pietra. La benedizione del Modellatorio è con te. Usala per creare un nuovo percorso, che possa essere seguito da un altro Modellatore, domani.

Tratto da La vita del Modellatore.


L'onore degli abitanti della superficie

Articolo principale: Voce del Codice: L'onore degli abitanti della superficie

Lo sciocco ci segue da tre giorni. Che posso fare? Sono sicuro che una guardia cittadina potrebbe farlo arrestare con l'accusa di essere uno stupido idiota, ma non esiste alcuna legge che vieti di cercare la morte nelle Trincee. Quaggiù non esistono leggi. Gli ho detto che se mette a rischio la nostra pattuglia lo ucciderò con le mie mani, ma è un tipo tranquillo, questo devo ammetterlo. Di solito la gente della superficie ritiene che la fine di un Flagello cancelli i prole oscura dal mondo. Perché questo individuo si preoccupa del fatto che la loro vittoria li ha semplicemente ricacciati verso i nostri confini? Affrontarli alla luce del giorno è diverso. Se dovesse battersi con[1] loro nell'oscurità in cui vivono, non resisterebbe più di qualche minuto. Oppure ci penserà il lyrium a ucciderlo.

—Tratto da un rapporto sul campo della Legione dei Morti, del tenente Gant.


Mortavold, giuro di non aver mai visto niente di simile. Questo... elfo... ha combattuto come un uomo posseduto. I suoi colpi erano leggeri e non riecheggiavano sulla Pietra come quelli dei nostri guerrieri più forti, ma la loro precisione era quella di un Modellatore che scolpisce un Ricordo sui prole oscura. L'altra sera abbiamo brindato a lui e ci siamo scambiati storie su una famiglia rispettata. Ci crederesti? Con un abitante della superficie! Nel bagliore del lyrium, non sembrava fuori posto più di noi. Mi viene in mente il cugino Bern. Chissà come se la cava in superficie. Se spedirà un'altra lettera, credo che stavolta la leggerò. I legami razziali dovrebbero essere più stretti di quelli dei luoghi in cui scegliamo di fare affari.

—Tratto da una lettera del caporale Trovid Oreson, data sconosciuta.


La Pietra accoglie questo abitante della superficie come un figlio. Egli è nato all'aria e sotto il cielo, ma ha servito le Vie Profonde meglio di un nano. In molti gli devono la vita, per aver combattuto al loro fianco ed essersi sacrificato al loro posto. Non conosciamo i suoi rituali e temo che la perdita della spada della sua famiglia possa causargli problemi in qualunque viaggio debba affrontare, ma sappiamo che è un nostro fratello di sangue e gli doneremo ciò che ci è sacro. Willem Trialmont, se il sentiero verso casa è buio, la Pietra è onorata di averti nelle sue fondamenta.

—Epitaffio per Willem Trialmont, 7:5 Era della Tempesta.


Deve esserci sempre qualcuno che imbraccia le armi contro l'oscurità. Questa è l'essenza di una vera famiglia, al di là della razza, e l'anello che unirà il giorno alla notte, permettendo ai caduti di riposare in pace.

—Iscrizione restaurata sulla spada della famiglia Trialmont.

  1. corr. in (traduzione ufficiale)


Scorta di Jammer

Articolo principale: Voce del Codice: Scorta di Jammer

È stata una ricca stagione, Kanky. Anche di tagliagole, quindi dobbiamo essere prudenti. Io porterò la mia metà in superficie, in modo da ottenere un buon prezzo. La tua metà è nella mia cassetta segreta. L'ho chiusa con una delle serrature di Pique. Come al solito, ti serviranno i tre pezzi di ferraglia dei nostri scrigni comuni per aprirla. Lei li ha impostati "alti/bassi" perché tu hai l'occhio adatto per valutare questo genere di cose.

Quindi, sì, ho falsificato parte del bottino. Prendi solo il pezzo che ti sembra aver meno valore da ogni scrigno e riuscirai ad aprire la cassetta segreta. Ho piazzato delle trappole sugli oggetti dall'aria[1] più costosa come esca. O prendi il pezzo giusto, oppure niente... E, se sbagli, spero ti piaccia zoppicare.

Buona fortuna,
Jammer

  1. corr. dell'aria (traduzione ufficiale)


Lettera della Milizia di Blackstone

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera della Milizia di Blackstone

(Una lettera, scritta con calligrafia precisa, indirizzata a te. All'inimitabile Custode Grigio,

Fama delle vostre gesta si è diffusa fin dalla tragedia di Ostagar, e mi trovo ad avere bisogno di una persona come voi. Mi chiamo Raelnor, capitano degli antichi Irregolari di Blackstone, e spero di poter ricevere la vostra fiducia.

Gli Irregolari non hanno avuto vita facile dalla guerra con Orlais, ma ho combattuto per migliorare la loro reputazione. Passati sono i giorni degli oscuri accordi di mio padre con i nobili senza scrupoli di Denerim! No, ho addestrato una gilda di uomini d'onore pronti a combattere per il Ferelden, e sono orgoglioso di dire che ho preso a modello voi Custodi Grigi.

Non siamo perfetti. Mio figlio preferirebbe adottare i metodi più lucrativi con cui mio padre gestiva la gilda. Ma siamo inamovibili. In questa situazione chiedo il vostro aiuto e vi prometto una ricompensa adeguata.

Se sarete disponibile, eseguite la richiesta nella lettera allegata e in tutte le altre sparse per il regno. Considerate le richieste di mio figlio come se provenissero da me.

E grazie ancora, dal profondo del cuore, sia che scegliate di assisterci oppure no. Voi state compiendo il volere del Creatore, Custode, e io sono onorato di lavorare con voi.

Raelnor

(La lettera reca il simbolo degli Irregolari di Blackstone.)


Lettera di coscrizione di Blackstone

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera di coscrizione di Blackstone

Caro amico,

Ricevi questa lettera perché tu o qualcun altro ha inserito il tuo nome sull'Articolo di Coscrizione, vincolando così la tua vita agli Irregolari di Blackstone. Con la guerra che incombe su tutti i fronti, gli Irregolari devono accrescere il proprio numero. Siamo costretti a chiamare coloro che hanno giurato di fornire il loro aiuto.

Di' addio alla tua famiglia e ai tuoi amici. Forse tornerai da loro, ma devi accettare la possibilità che questo sia il vostro ultimo giorno insieme.

Ti siamo grati per il tuo sacrificio.

—Taoran

(La lettera è firmata "Taoran" e reca il sigillo degli Irregolari di Blackstone.)


Lettera di condoglianze di Blackstone

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera di condoglianze di Blackstone

Mia cara signora,

Con grande dolore devo informarvi della morte di vostro marito. Egli è morto come aveva vissuto, con grande onore e portando a termine un incarico di vitale importanza per la gilda. Vi assicuro che troveremo i suoi assassini e vendicheremo la sua morte.

Vi prego di accettare le mie condoglianze per la vostra perdita.

Raelnor Hawkwind

(La lettera reca il sigillo degli Irregolari di Blackstone.)


Un pizzico di cenere

Articolo principale: Voce del Codice: Un pizzico di cenere

(Strappato da un libro sui miti e sulle leggende locali.)

Le Selve Korcari abbondano di miti e leggende che hanno appassionato e confuso gli studiosi fin dalla caduta di Ostagar nei tempi antichi.

Uno di questi misteri è il racconto di Astia e Nebbunar, due giovani amanti che vivevano a Ostagar. La leggenda racconta che Astia crebbe in compagnia di Gazareth, uno spirito della terra legato a uno strapiombo su una sponda di un lago delle Selve Korcari. Gazareth si prese una cotta per lei e i due trascorrevano molto tempo insieme, a parlare e a ridere. Col passare degli anni, però, Astia divenne una donna e iniziò a cercare la compagnia degli uomini.

Quando Astia incontrò Nebbunar, i due si innamorarono subito, e Astia sperava di far conoscere il suo amante al suo amico spirito. Ma lo spirito, arrabbiato e geloso, le disse di andarsene. Gazareth le disse che non lo avrebbe più visto finché non gli avesse portato le ceneri del suo amante e le avesse sparse sul punto dove si incontravano.

Astia rimase inorridita e fuggì dallo spirito in collera. Ma iniziò a sentire la mancanza di Gazareth e quando Nebbunar le chiese di sposarla, lei gli tagliò la gola, lo bruciò, e portò le sue ceneri a Gazareth, sapendo che un eventuale matrimonio avrebbe segnato la fine dei suoi legami con l'amico spirito.

Alcune leggende dei Chasind raccontano che Gazareth vaghi ancora per il lago, e coloro che spargono le ceneri dei loro defunti sul punto giusto possono evocare lo spirito. In memoria del patto con la sua amata Astia, Gazareth concederà un desiderio poi svanirà, senza farsi mai più rivedere.

(Una nota scribacchiata al margine della pagina:)
"Markus, credo che questa storia sia vera! Se prendi le ceneri che ti ho dato e le spargi su un cumulo di rocce su una sporgenza che dà sulla cupola mezza affondata del Tevinter, forse Gazareth apparirà e ti concederà un desiderio! Se la battaglia ti porta lì, credo che valga la pena di tentare!"


Lettera a Jogby

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera a Jogby

Mio carissimo figlio,

Mi fa piacere che tu voglia seguire i miei passi e portare la parola del Creatore a chi non è stato ancora illuminato. Vorrei che avessi scelto un posto meno pericoloso per farlo!

Mi scuso per aver lasciato così presto le Selve, figlio, ma volevo preparare l'accampamento e partire. I Chasind rispettano chi è in grado di sopravvivere nelle Selve, quindi speravo di farmi un po' di esperienza prima del tuo arrivo e magari trovare un accordo con le tribù del luogo in modo che avessimo degli amici.

Quando raggiungerai le Selve, troverai difficile spostarti. Sotto ho indicato alcuni punti di riferimento. Se li seguirai, essi ti condurranno a un luogo che ho scoperto, dove ti ho lasciato alcune scorte. Se ti dovessi perdere, cerca di tornare in quel punto e io ti troverò.

I punti di riferimento sono i seguenti, a partire dall'ingresso delle Selve da Ostagar.
Cerca un albero piegato su un edificio in rovina
Passa sotto a un albero caduto che funge da "ponte"
Supera una torre sommersa sulla destra
Guarda tra un arco in rovina e una pietra ricoperta di muschio
Percorri un sentiero di pietre e radici
Cerca due grandi statue con uno scrigno nel mezzo.

Lì troverai il nostro punto d'incontro.

Ti voglio bene, Jogby, figlio mio. Spero di vederti presto.

Tuo padre,
Rigby


Lettera di addio a Jogby

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera di addio a Jogby

Jogby, mio amato figlio,

temo che questa sarà l'ultima lettera che ti scrivo. Ho avuto difficoltà a trovare i Chasind per portare loro la parola del Creatore. Ho, però, trovato i segni del loro passaggio. Sembra che abbiano lasciato questa zona di gran fretta, forse per fuggire da questa "Prole Oscura", che si dice si stia radunando numerosa nelle Selve.

Ti ho lasciato un'arma e tutto quello che ho potuto sacrificare, figlio mio. Cercherò di trovarti una volta localizzato un posto sicuro. Spero solo che tu stia bene. Con un po' di fortuna ci incontreremo di nuovo.

Se la vedi, dì a tua madre che la amo. E abbi cura della tua famiglia.

Con affetto,

tuo padre,
Rigby


Ultime volontà e testamento di Rigby

Articolo principale: Voce del Codice: Ultime volontà e testamento di Rigby

A chiunque trovi questo biglietto,

Queste sono le ultime volontà e il testamento di Rigby il missionario, orgoglioso portavoce della parole del Creatore. Sono venuto nelle Selve per parlare della Chiesa, ma temo che morirò qui per mano della Prole Oscura.

Lascio tutto quello con cui sono venuto a mia moglie, Jetta. Se chi legge questo biglietto sarà benevolo, ho seppellito una scatola sigillata nel nostro accampamento, tra le rovine del Tevinter ai confini occidentali delle Selve. Desidero che questa scatola raggiunga mia moglie a Redcliffe, a che sia ancora sigillata quando lei la riceverà.

Mi scuso con mia moglie e mio figlio perché il mio lavoro mi ha portato via da loro, ma so di morire al servizio del Creatore.

Rigby


Segni dei Chasind

Articolo principale: Voce del Codice: Segni dei Chasind

I barbari Chasind sono sicuramente intelligenti. Hanno nascosto punti di riferimento e segni tra le pietre e le macerie lungo i sentieri delle Selve. In questo modo contrassegnano i loro sentieri, i luoghi d'interesse e inoltre comunicano avvertimenti in un modo che la gente al di fuori delle tribù non può capire. Cosa interessante, questi punti di riferimento sono del tutto irriconoscibili da un normale cumulo di pietra.

Ho dedicato molto tempo a cercare di decifrarli e credo di essere vicino alla soluzione. Sembra che i segni puntino a un accampamento o a un luogo usato dai Chasind per tenere dei rifornimenti segreti. Ho trovato comunque solo una porzione del messaggio. Credo che se potessi completarlo e trovare tutti gli altri punti di riferimento, potrei rinvenire questa cassa e vedere quali tesori i Chasind hanno da nascondere.

Ho trovato uno di questi punti vicino a questo accampamento, sotto a un albero caduto contro le rovine. Ogni punto sembra indicarne un altro o altri due.

Ho sentito dire che sta arrivando un'orda della Prole Oscura. Spero di trovare questo tesoro dei Chasind prima che sia troppo tardi.

—Estratto dal diario di Rigby


Il collettivo dei maghi

Articolo principale: Voce del Codice: Il collettivo dei maghi

Nonostante la stretta dei Leali sulla comunità politica dei maghi, molti Libertari ed Equitari hanno iniziato a guardare con rispetto il ruolo della Chiesa nella vita quotidiana di un mago. Un numero sempre crescente di maghi, soprattutto quelli la cui magia non si allontana mai dai mandati del Creatore, sentono che il controllo costante della Chiesa è un fardello sulla loro creatività e sul libero arbitrio, un fardello che limita la loro abilità professionale.

Questi maghi, insieme ad alcuni stregoni eremiti che operano al di fuori dell'influenza della Chiesa, hanno formato una sorta di gilda-ombra, un collettivo dei maghi, al quale i membri possono sottoporre richieste senza essere giudicati. Questo collettivo riesce a operare in relativa segretezza, i suoi membri sono discreti e i clienti anonimi. Al momento, questo collettivo non ha ancora ricevuto sanzioni dai templari, e nulla dimostra che i membri pratichino un tipo di magia che il Creatore disapproverebbe.

Comunque, praticare la magia al di fuori dell'influenza della Chiesa è un sogno per alcuni e un concetto pericoloso per altri, e molti credono che sia solo una questione di tempo prima che il velo di segretezza venga sollevato e al colletivo dei maghi sia imposta una giustizia rapida e brutale.

Tratto da Un trattato sulla magia e sulla politica, del Primo Incantatore Josephus.


A pezzi

Articolo principale: Voce del Codice: A pezzi

Il rituale era molto specifico, come queste cose devono essere. Torso, testa e arti sparpagliati nelle Vie Profonde per impedire il ritorno della creatura. Sembra che siano morti mentre venivano fatti a pezzi, ma possiamo completare l'ultima parte al posto loro. Non ho familiarità con il rituale elfico (perché mai dovrei averne?) ma mi sembra piuttosto semplice.

—Modellatore Axus

(Scribacchiato in un angolo:)
Non ho mai visto quella creatura. Scommetto che una spada la sistemerebbe. Al diavolo anche questo sacco di gambe.

*****

Potrebbe non essere elfico, forse umano. Non importa, possiamo ancora seguire le indicazioni. Torso, testa e arti messi in un sacco e dispersi. Piuttosto semplice. Questa roba magica non sembra tanto complicata.

—Modellatore Axus

(Scribacchiato in un angolo:)
Non è un lavoro da guerriero! Il sacco finisce nel buco!


*****

(Pagina strappata di un rituale di origine sconosciuta.)
Il corpo fatto a pezzi e separato al punto che non si possa assistere ad alcuna vita, né individuare alcun battito cardiaco. In questo modo la bestia può durare un'era intera, mentre la conoscenza scorre e chi la insegue vive la propria vita.

(Scribacchiato in un angolo:)
Mi sbagliavo! Non è elfico! I cacciatori non l'hanno ucciso. Che sia stata la creatura a consentirlo?
Devo tenere i pezzi separati, credo, lontano dal cuore.


*****

Le scritte dovrebbe essere illeggibili, ma il loro significato ti ronza in testa, come se ti venisse sussurrato.

Gli arti, semplice carne.
Il torso, solo un contenitore.
La testa, del tutto superflua.
Il cuore, separato, contiene la vita.
Il cuore, al sicuro dalla spada, può essere ripristinato.
Il cuore attende, nell'Oblio.

—Iscrizione approssimativa, anonima


Non vincolato

Articolo principale: Voce del Codice: Non vincolato

I cavalieri mi precedono di città in città fin da quando sono riuscito a decifrare la storia. Ora lo capisco, mi mettono contro gli abitanti del luogo, impedendomi riposo e ristoro. Credevo sarebbe stata una strada per la gloria, ma a ogni passo sono bloccato dai suoi artigli. Gaxkang: maledetto sia il suo nome e il giorno in cui l'ho udito.

—Estratto dal diario di un anonimo avventuriero morto da tempo

*****

Tu me l'hai chiesto, quindi te lo dirò. Non andare. Le storie parlano dei ricchi, ma non fanno mai i nomi, né dicono dove hanno speso i loro beni. Ho sentito le stesse storie da un ragazzo di Denerim, ho sentito lo stesso richiamo, figlio, ma è una menzogna. Forse loro ti parlano di un sentiero, ma quando ti ci troverai sopra, esso ti condurrà alla bestia o ti si ritorcerà contro?

—Lettera anonima da padre a figlio

*****

(Tre vecchie pergamene, con tre versioni della storia incompleta.)

Estratto:
E quando il suo regno cadde, scomparvero le ricchezze rubate di tutta un'era. La bestia, il non vincolato, dormiente finché qualcuno di cuore puro ne reclami il trono. Tale è la caccia dell'eroe della sua gente, colui che cercherà l'antico male. Così potrà fare la differenza.

(Scribacchiato in un angolo con calligrafia incerta:)
Tre pagine, tre ere. La stessa storia aggiornata.
Identico come un canto da osteria, ma più vecchio!
La firma è stata cancellata di proposito, ma al confronto si ottiene "Vilhm Madon."
Tutto da lui! Come?

*****
Icona bug Bug! Aggiornamento finale, estratto dai file di gioco, che doveva apparire quando Gaxkang viene ucciso:

Il revenant non vincolato
Fortunatamente una creatura rara, ha avuto millenni per acclimatarsi al regno mortale. Ere trascorse in una successione di forme fisiche le hanno dato delle sembianze e dei desideri quasi umani, anche se alquanto oscuri. Incapace di arrestare completamente il decadimento del cadavere in cui dimora, il revenant non vincolato cambia periodicamente forma come se cambiasse un guscio. Il criterio con cui si sceglie un nuovo corpo pare molto specifico, e potrebbe essere unico per ogni esemplare.

Un abominio sotto ogni standard, il revenant non vincolato attira le ire degli altri spiriti dell'Oblio che intenzionalmente lo osservano dal loro reame nativo. Esso è in grado di manipolazioni alquanto subdole e può, per un certo periodo, essere scambiato per un esempio vivente del corpo che abita. Quando l'illusione si esaurisce diventa una macchina di distruzione terribile e carica di brama di vendetta.


Intrappolato nella pietra

Articolo principale: Voce del Codice: Intrappolato nella pietra

La bestia ci è estranea, ma il bisogno ci è familiare. La casa e il focolare soffrono sotto la forza e gli estranei. Questi nuovi abitanti del Ferelden è meglio averli come amici che considerarli stranieri, quindi noi resistiamo a loro nome, e lavoriamo con loro per legare con la Pietra. Essi non temono più il cielo, e noi aumentiamo i nostri commerci in superficie.

Attirati dall'esterno, messi alle strette e obbligati. Tre in posizione, un quarto per inviare segnali al trono. La bestia è immobile, finché il re resta sul trono. Finché la sua volontà resisterà.

—Iscrizione, 5:90 Era Sacra circa


Per ordine di Emer Thorogood

Articolo principale: Voce del Codice: Per ordine di Emer Thorogood

Sappiamo che sono là fuori, e che si muoveranno al segnale del loro compagno parassita. Aspettate il segnale e massacrateli tutti. Loro se lo aspetteranno, e probabilmente abbandoneranno il povero messaggero, ma anche in quel caso, il nostro messaggio sarà inviato con un'autorità che il loro non può avere.

—Per ordine di Emer Thorogood


Le pergamene di Banastor

Articolo principale: Voce del Codice: Le pergamene di Banastor

Allinearsi con il potere dell'Oblio è solo il primo passo di un lungo cammino. In seguito bisogna allineare la mente alle regole dell'Oblio e trovare i legami tra il regno del sogno e quello della carne. Questo è il vero potere della magia del sangue: la carne e la mente sono inseparabili, e vi si trova il potere per influenzare e controllare le menti.
(Sotto al testo vi sono rune indecifrabili e macchie di sangue e inchiostro.)

*****

Altri potrebbero parlare della santità della mente. Per coloro che conoscono il vero potere del sangue, queste sono sciocchezze. La mente non è più sacra del ginocchio, del mignolo o dell'orecchio. Essa è l'organo che l'uomo usa per ragionare, nulla più. E un vero ragionamento richiede una connessione con il ritmo del sangue, con l'incessante pulsare della vita. Se la si interrompe, la mente ti apparterrà.
(Sotto al testo si trova il diagramma di un rituale di magia del sangue in corso, senza descrizione né appunti.)

*****

Nell'Oblio dimorano creature belle e orribili, ma tutte tormentano l'umanità nelle ore di veglia con brame e spocchie incalcolabili. Il nostro potere le attrae, e a ragion veduta: il nostro unico ponte tra la carne e i sogni è uno dei modi in cui loro possono entrare nel regno della carne. Per intraprendere il sentiero verso il vero potere, si deve corteggiare queste povere, terribili creature e vincerle. Costringerle a servirci o promettere loro il nostro cuore. In entrambi i casi si ottiene un immenso potere e i mezzi con cui aprire degli spacchi nel mondo.
(Sotto al testo, scribacchiati da un lato, ci sono arcani simboli tracciati con il sangue.)

*****

Le creature, questi demoni, richiedono poco per essere corrotte. Per natura bramano il mondo della carne e del sangue, e questo è ciò che gli viene offerto: un sollievo dalla loro eterna ricerca della vera vita. Sfidateli in una battaglia di forza di volontà e ne uscirete vincitori. Se doveste fallire riceverete il potere, ma il vostro corpo apparterrà al demone. Godetevi questo potere finché potete, poiché una volta che sarete abomini la vostra metà demoniaca inghiottirà la vostra mente.
(Sotto si trova una litania di righe scritte in una lingua arcana, decifrabile solo da un esperto linguista.)

*****

Finalmente, avvenuta l'ascesa, assaggiato il dolce nettare della benedizione demoniaca, sorgi di nuovo, ascendi, come dio. Attraverso la connessione tra il cielo e la terra, tra la carne e il sogno, tra il sangue e la memoria, ti sei elevato sopra le sciocche preoccupazioni della Chiesa e dei suoi seguaci, oltre i nobili secolari e i loro sciocchi battibecchi. Attraverso i riti di queste pergamene hai appreso come controllare le menti altrui, hai superato le tentazioni dell'Oblio e hai domato la terribile volontà dei demoni. Che nessun furto né omicidio gravi sulla tua mente, poiché la tua volontà è assoluta e il mondo ti appartiere.
(Sotto al testo ci sono altri glifi arcani, terribili e dalle implicazioni oscure.)


Amici di Jenny la Rossa

Articolo principale: Voce del Codice: Amici di Jenny la Rossa

Non si era mai detto che sarebbe stato un compito facile. Avevi detto che saresti riuscito[1] a entrare nella torre del Circolo, e sei stato creduto[2]. Trova la scatola dipinta nell'ufficio del Primo Incantatore Irving e consegnala oltre la porta contrassegnata a Denerim come concordato o preparati a essere inseguito per tutto il Ferelden.

Amici di Jenny la Rossa

(C'è un abbozzo di mappa di molte porte. Bisogna collocarvi sopra la scatola per escludere le piste false.)

  1. corr. riuscita (traduzione ufficiale)
  2. corr. creduta (traduzione ufficiale)


Cinque pagine, quattro maghi

Articolo principale: Voce del Codice: Cinque pagine, quattro maghi

Tome Deus vi Eternus
In malefectorum, dragos te' ventim. Solariat ven deos mentoris, pluratic ven contrivarian.
Prununciò egli le parole, e fu la vita. Pronuncia tu le parole... e ascenderai.
La risposta si trova...(testo illeggibile)

(Appunti nella pagina sottostante)
479 sovrane, più i favori.
L'immortalità li vale tutti.
Parole di creazione, prova del Creatore.
Nessuno deve sapere prima che la traduzione sia completa!
Avrò il Primo Incantatore... l'orecchio dei re... i re saranno MIEI!
Gloria perpetua!

—Incantatore Modalt

*****

Tome Deus vi Eternus
In malefectorum, dragos te' ventim. Solariat ven deos mentoris, pluratic ven contrivarian.
Pronunciò egli le parole, e fu la vita. Pronuncia tu le parole... e ascenderai.
La risposta si trova...(testo illeggibile)

(Appunti nella pagina sottostante)
Appunti su una straordinaria scoperta:
uno strano manoscritto. Uniforme, con calligrafia ferma. Sì, è giusto aspettarsi fermezza da un agente del Creatore. Infatti, è proprio quello che mi aspetterei dalle parole conferite dal Creatore. Un manoscritto perfetto che, tradotto, sfrutterò per comandare a bacchetta la Chiesa. Varrà ogni centesimo.

—Incantatore Gaius

*****

Tome Deus vi Eternus
In malefectorum, dragos te' ventim. Solariat ven deos mentoris, pluratic ven contrivarian.
Pronunciò egli le parole, e fu la vita. Pronuncia tu le parole... e ascenderai.
La risposta si trova...(testo illeggibile)
Che il Creatore si prenda il venditore, una copia! Un falso!
Perché non me ne sono accorto? Era ovvio! Pronunciò?!?
Che ridere!
Nessuno deve saperlo!
Beyha Joam. Come lo trovo, lo ammazzo!

*****

Tome Deus vi Eternus
In malefectorum, dragos te' ventim. Solariat ven deos mentoris, pluratic ven contrivarian.
Pronunciò egli le parole, e fu la vita. Pronuncia tu le parole... e ascenderai.
La risposta si trova...(testo illeggibile)

(Appunti nella pagina sottostante)
Le parole mi sfuggono, ma io sfiderò la loro ostinatezza. Generate dagli Antichi Dei o dal Creatore stesso, spremerò i loro segreti. Mi serve l'essenza del potente. E del puro. E così inizia un cammino di sangue, ma alla fine, santità, le chiavi della Città Nera.

—Incantatore Rhonus

*****


Guardia del limite

Articolo principale: Voce del Codice: Guardia del limite

Ragazzi, credetemi, questa è una prova come l'evocazione. Altrimenti perché avrebbero cancellato le lezioni? E tutto quel trambusto in biblioteca per Uldred? Un vecchio volume è caduto e si è aperto sulla pagina "Il Limite" e io ho copiato quello che potevo prima che ci buttassero fuori.

Nota del rituale:
Una spada abbassata, per colpire con decisione.

Non puoi dirmi che non avrei dovuto vederlo. Così è troppo comoda. Sto cercando altro, e ti converrebbe aiutarmi.

—Gant

*****

No, no, no, e non chiedermelo più! Non mi metterò di nuovo nei guai a causa tua. Non mi interessa cosa c'è nel seminterrato, né interessa ai magi anziani. Si tratta di Uldred e dei piani superiori. Non so cosa tu stia scavando, ma quei volumi sono molto più vecchi dei nostri testi. Un apprendista non dovrebbe toccarli!

Nota del rituale:
I fili bruciati innanzi a un Gigante, lancia sollevata. Egli si erge solo, così i sussurri non possono essere che falsi.

—Nolan

(Scribacchiato in un angolo) Lui non ci serve. Owain conosce il "Limite".

*****

Il Primo Incantatore Dorval è caduto improvvisamente per una malattia ai polmoni. Questa sfortunata rottura nella linea diretta di discendenza dalla fondazione della torre va trattata in modo opportuno. Il Circolo riformerà le pratiche per adeguarle ai tempi. Molti rituali restano preziosi, ma alcuni (Le due campane, Il lamento di Garnlord, La guardia del limite, Il giorno di Benford) quasi non hanno significato nei nostri testi.

Avanzeremo, come Dorval avrebbe voluto, e per il tempo che ci resta ci impegneremo a queste e ad altre cerimonie. Non avendo lasciato testamento, tutti i suoi beni sono stati trasferiti nella biblioteca comune, a vantaggio di tutti.

Tratto da: La Dichiarazione del Circolo dei Magi, transizione della Roccaforte Kinlock, 5:90 Era Sacra

(Scribacchiato in un angolo) Di nuovo il "Limite"! E vecchio! Loro non sanno nulla! Idioti! I sigilli si indeboliscono!

*****

Oggi ci siamo spinti ancora oltre, al di là di ogni limite umano. Il bagliore invertito della Città Nera era ancora all'orizzonte della percezione, ma un sentiero sfuggevole come sempre. Inesplorata nel ricordo, vivente o di altro tipo, c'è una forza e i sussurri abbondano. C'è qualcosa di grande. E, lontano da questo, sempre ai margini, un'altra mente, libera. Domani mi estenderò al massimo e cercherò di salvarlo dal suo sbandamento. Che qualcun altro si sia spinto a tanto? Quali meraviglie condivideremo.

Nota del rituale:
Il recipiente in pugno, parole da un altro luogo che trasudano potere.

Documenti del Limite, stimati del secondo solo, Era Antica
Primo Incantatore nominato Guardia del Limite, da tenere segreto

(Scribacchiato in un angolo) "Il Limite!" Davanti al Circolo! Che ci sia qualcun altro nell'Oblio? Lo voglio!

*****

La sua corda d'argento è diventata nera. Nera! Non c'è da stupirsi che la sua forma sia andata in pezzi. Ciò che è tornato non era mortale, né nativo dell'Oblio.

Un ripensamento fornisce la prova degli dei quando un'azione diretta manca da molto tempo? Questa bestia non ha alcuno scopo. Che la forza della torre appassisca e il ricordo svanisca. L'unica eredità da essere trasmessa: nell'Oblio mai perdere la concentrazione. I capricci sfuggono alle loro stesse azioni.

Nota del rituale:
Una spada levata, per tagliare il collegamento.

Documeni del Limite, stimati del secondo secolo, Era Antica
Primo Incantatore nominato Guardia del Limite, da tenere segreto

(Scribacchiato in un angolo) Corda? Magia da campagnoli! Devo sapere. Quasi riesco a vedere. I sussurri lo vogliono!

*****

(Scribacchiato in fretta)

I sussurri dicono Grande Sala? Nascosta sopra di noi per tutto il tempo!
-Il recipiente in pugno, parole da un altro luogo che trasudano potere. (Scodella alzata!)
-Una spada levata, per tagliare il collegamento. (Corda tagliata!)
-Una spada abbassata, per colpire con decisione. (Bile!)
-I fili posti innanzi a un guerriero, lancia levata. Protetto su ogni lato, affinché sappia che i sussurri sono falsi. (Dov'è? Sussurra ordine, ma non dove! È nella mia testa!)

*****

Shah Wyrd
Una raccolta di pensieri potenti ma senza guida fusi nell'Oblio. Un essere del genere è direttamente opposto a una concentrazione mirata. La distrazione fatta carne. La mente o le menti che hanno sciolto queste azioni ancora da intraprendere all'interno dell'Oblio devono essere state potenti e alquanto antiche.


Rammarico del Maleficarum

Articolo principale: Voce del Codice: Rammarico del Maleficarum

Non tornerò indietro. Che mi diano pure la caccia e che temano di trovarmi. Ma tu, Melis, tu non dovresti vivere questa vita. Mi farebbe piacere se trovassi il tuo posto nella torre del Circolo. Ho lasciato alcune cose lì, più che altro rubate agli incantatori. Vendile per ottenere i fondi per un nuovo cammino. Il nascondiglio è nello studio, nella nicchia centrale. Addio.

Bel Gruce


Supplica di Renold

Articolo principale: Voce del Codice: Supplica di Renold

Se tu dovessi trovare questo biglietto, ti prego, completa il mio compito.

Io sono Renold, mastro mago e mentore di Heshir, lo sciocco fuorviato. Sembra che il mio giovane apprendista abbia combinato un disastro con magie innominabili, e io ho chiesto di inseguirlo fino alla fine del mondo.

Se stai leggendo questo, allora il mio apprendista mi ha intercettato e mi ha strangolato a morte. Ti prego di cercare nell'antica foresta elfica e porre fine alla minaccia dell'abominio, ciò in cui si è trasformato il mio amato apprendista.

Se decidessi di farlo, allora ti prego, prendi l'anello di feldspato al dito del mio apprendista come simbolo della mia riconoscenza. Possa tu non conoscere mai un fallimento simile al mio mentre ti scrivo queste righe.

Renold


Il punto

Articolo principale: Voce del Codice: Il punto

Per il soffio del Creatore, Daarci, avevo detto che avrei atteso, ma qui non si tratta solo di un disaccordo! Uldred ha liberato degli abomini! Uno era nella tunica del mio mentore! Se arriverai fino a qui, troverai qualcosa "nel punto" che ti potrà aiutare. Ormai non ha senso nasconderla ai maghi anziani, e non ti preoccupare del solito onorario che chiede Denri per spostare il suo letto. Lui è morto.

Apprendista Mand


Lettera di congedo

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera di congedo

Mio caro apprendista,

Ho inviato questo corriere con il presente avviso per concludere ufficialmente il tuo periodo di apprendistato. Non ti serbo alcun rancore, poiché nonostante la tua totale incompetenza non sei riuscito a causare danni permanenti alla mia persona o al mio lavoro. Purtroppo, non avrò occasione di assistere ai tuoi futuri fallimenti.

Quando sarai tornato dal tuo incarico attuale, il tuo apprendistato si concluderà. Ora sbrigati, ho urgente bisogno delle forniture che ti ho mandato a prendere.

Saluti,
Mago Terraster



Espansione: Awakening[]

Puzzle Bosco del Cammino

Risolvi il puzzle di pietra che lo sfortunato studioso non ha potuto completare.

Di seguito sono riportate le voci del codice relative alle missioni di Awakening. Nell'espansione rimangono soltanto tre voci della sezione originale: Un messaggio arrotolato (#330), Scienze dell'evocazione (#333) e L'ombra della ganga (#337) che saranno sbloccate importando un Custode da Origins in possesso di tali voci. Per evitare ridondanze sono riportate solo le sette voci inedite delle dieci totali, con la loro esclusiva numerazione.

Testamento di Karsten Wilde

Articolo principale: Voce del Codice: Testamento di Karsten Wilde

Tre fanciulle di Paludenera sono venute da me in cerca di aiuto. Erano giovani, belle e vitali... tutto quello che lei desiderava. Mi hanno offerto soldi, gemme e cimeli di famiglia. Ho immaginato le loro madri e i loro padri, gli zii e i fratelli mentre affidavano loro tali tesori, abbastanza per riscattare una vita promessa alla Baronessa. Ho accettato di portarle segretamente via da Paludenera.

Lei l'ha scoperto. È apparsa la notte precedente. I suoi occhi erano come pietre fredde e rive di vita. I suoi capelli secchi e striati di grigio. Ho capito perché le servivano quelle donne.

Le ho nascoste nel carro. La più giovane mi ha abbracciato prima di strisciare sotto il fieno. Mi ha detto "Che il Creatore vi benedica e vegli su di voi". Le ho condotte al crocevia, dove ci attendeva l'uomo della Baronessa. Lui ha preso il carro. Le loro famiglie non l'hanno mai saputo.

La strega, fedele alla sua parola, mi ha portato un baule pieno d'oro. Risplendeva come una ragazzina, con gli occhi pieni di vita. "Meriti fino all'ultima moneta, mercante".

L'oro non mi ha portato alcun conforto. Vedo i loro volti su ogni sovrana. Sento le loro voci nel tintinnio delle monete. Non posso sopportarlo. L'ho seppellino nella zona più profonda della palude. Tuttavia, ancora non ho trovato pace. Non ci sarà pace per me finché non sarò al cospetto del Creatore.

--Karsten Wilde

(Allegata trovi una mappa per il nascondiglio.)


Lettera di Darran Lyle

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera di Darran Lyle

Elmor, ho trovato ciò che stavamo cercando... e anche di più! Smettila di scavare e raccogli le tue cose. Sto tornando al campo, incontriamoci lì. Andremo ad Amaranthine, troveremo un compratore e diventeremo ricchi!

—Darran Lyle


Diario di uno studioso

Articolo principale: Voce del Codice: Diario di uno studioso

7 Nubibasse: Ho ordinato arrosto di cinghiale alla locanda. Adoro quel piatto! Ho cenato insieme a un vecchio viandante arrivato dalla Via del Pellegrino. Mi ha raccontato di essere incappato in una strana struttura di pietra nel Bosco del Cammino . Mi ha mostrato un ricordino che ha preso: una piccola pietra. In qualche modo, mi sembra familiare...

9 Nubibasse: Ora ricordo dove ho visto quella pietra: in un vecchio libro di storia in una chiesa di Denerim! Il Tevinter aveva costruito varie strutture per incanalare le energie mistiche. La maggior parte di queste strutture è andata distrutta e le pietre riutilizzate per le costruzioni, ma il viandante sosteneva di averne trovata una ancora integra.

10 Nubibasse: Il viandante era ancora alla locanda, e mi ha venduto la pietra. Non appena troverò una carovana, mi recherò nel Bosco del Cammino, anche se la gente sembra temere quel luogo.

29 Justiniano: Finalmente ho trovato una carovana! Gente nervosa... Si sono a malapena fermati per lasciarmi scendere. Ho trovato la struttura e ho passato l'intera giornata a studiarla. Mi sono bruciato più volte con il fuoco magico, ma credo di aver capito come funziona. Devo creare una scia di fuoco che collega tutte le pietre con un singolo circolo. Ci proverò dopo aver scacciato la creatura che fa questo rumore fastidioso.


Lettera furiosa di Bonnie

Articolo principale: Voce del Codice: Lettera furiosa di Bonnie

Corin, la nostra relazione è tutto un gioco? Sono solo un gioco per te? Cosa dovrei pensare leggendo questa tua lettera "d'amore"?

"Segui la mia scia d'amore, tesoro mio,
Sei la mia gallina d'oro, la signora del mio gregge,
Tu nutri il mio corpo e ti occupi del mio... gallo."

Davvero, Corin? Io mi occupo del tuo "gallo"? È la cosa più disgustosa che io abbia mai sentito! Hai detto che mi attendeva una sorpresa. Dovrei forse seguire la tua scia d'amore? Mi fai schifo! Ti odio, brutta verruca insignificante!

La settimana scorsa hai detto che tutto sarebbe stato diverso per noi: bene, avevi ragione! Me ne vado!

Con odio e disprezzo,
—Bonnie


Materiali per lavorare le ossa di drago

Articolo principale: Voce del Codice: Materiali per lavorare le ossa di drago

Che esemplare adorabile! Ma le ossa di drago sono molto dure. Ho bisogno di diamanti... sì, andranno benone... e di un balsamo del calore superiore per impedire che la spada mi bruci le mani. Anche il liquido di un uovo di drago fresco mi tornerà utile, credo. Non dovrebbe essere un problema per voi. Oh, e una runa della fiamma... del calibro di granmastro. Fate in fretta!


Materiali per lavorare gli involucri di golem

Articolo principale: Voce del Codice: Materiali per lavorare gli involucri di golem

Che giornata! Avrò bisogno di un'imbottitura di lana. Lavorare con gli involucri di golem può provocare irritazioni, sapete? Inoltre, mi occorrerà una pozione di lyrium creata da un mastro alchimista, per assicurarmi che l'anima che un tempo abitava quest'armatura sia svanita del tutto. Non vorrete che il golem torni in vita, vero? Infine, del ferro puro... Puro, badate bene. Nessuna imperfezione! E del loto di sangue. Magari anche un po' di zuppa? No? No...


Materiali per lavorare il durame

Articolo principale: Voce del Codice: Materiali per lavorare il durame

Quei dannati elfi non hanno tenuto alcuna nota scritta! E i dalish sono decisamente mal disposti. Avrei bisogno di olio per rendere il legno più malleabile e di minurgia per la corda dell'arco o per l'impugnatura dello scudo. E di un rubino perfetto... Torna sempre utile, ed è sicuramente bello da vedersi. Oh, quasi dimenticavo... Anche una runa del fulmine del granmastro.



DLC: Il canto di Leliana[]

Denerim - Canto di Leliana

Affronta il gioco degli intrighi a Denerim per rivivere il passato di Leliana.

Sezione principale: Codice (Il canto di Leliana)

Anche nel DLC Il canto di Leliana sono presenti voci del codice relative alle missioni. Il DLC (presente in "Altre campagne") possiede una numerazione differente dalla principale campagna di Origins. Per completismo sono riportate di seguito le nuove voci che contengono i ricordi del passato di Leliana.

Assalto al collettivo

Articolo principale: Voce del Codice: Assalto al collettivo

Ricordo...
La nota del collettivo dei maghi diceva che c'erano indizi sparsi nel mercato che mi avrebbero guidata a un nascondiglio segreto. Ai tempi, non mi importava se quei soldi erano stati guadagnati o meno. Cercare gli indizi sarebbe stata un'avventura... Una distrazione. Aspettavo con ansia persino l'inevitabile guardia. Dalla firma, il nome del poveraccio era Severin.


Il gioco orlesiano degli intrighi

Articolo principale: Voce del Codice: Il gioco orlesiano degli intrighi

Ricordo...
Marjolaine mi aveva fornito ritagli di un libro del Ferelden... Una sorta di analisi sociale di Orlais:

"Orlais presenta un'apparenza di ricchezza, ma l'aristocrazia impiega un sistema di scalata soiale che chiama il gioco. Complessi inganni deliziano amici e nemici, mentre i bardi colpiscono dall'ombra con insinuazioni, furti e assassinii, spesso con perverso diletto dei propri bersagli. Controllare questi agenti esterni è un altro aspetto del gioco."

Il concetto di "agente esterno" mi piaceva, il resto non aveva senso. Gli abitanti del Ferelden non comprendevano affatto il mio mondo... E questo, naturalmente, era l'intento di Marjolaine. Avevo chiamato i miei collaboratori preferiti e l'avevo seguita a Denerim non per la promessa di soldi, ma per il piacere di divertirmi con quegli stolti. Ero la sua creatura.


La tenuta dell'arle

Articolo principale: Voce del Codice: La tenuta dell'arle

Ricordo...
Come per molte sorprese di Marjolaine, ero più emozionata che spaventata. La tenuta dell'arle era una tipica fortezza in tempo di pace... I suoi bastioni servivano a compiacere i nobili, non a difendere i soldati. In passato sarebbe stata temibile, ma quel giorno era soltanto un altro obiettivo che volevo umiliare per conto di Marjolaine. Venni a scoprire che, in assenza dell'arle, la tenuta era stata lasciata in mani molto pericolose...


La Linea Dura

Articolo principale: Voce del Codice: La Linea Dura

Ricordo...
I soldati chiamavano il loro gruppo "Linea Dura"... Un nome appropriato. Era composto da proprietari terrieri fedeli a Harwen Raleigh, un nobile che si era distinto durante il conflitto tra Orlais e il Ferelden. Tuttavia, al termine della guerra si era ritrovato in disgrazia, e il suo protettore gli aveva persino negato i suoi titoli e le sue terre. All'epoca non ne sapevo niente. Più tardi l'avrei rimpianto...


Diario di guerra, corretto

Articolo principale: Voce del Codice: Diario di guerra, corretto

Ricordo...
Se, nella mia sprovveduta giovinezza, me ne fosse importato qualcosa, avrei visto che la Linea Dura veniva spesso lodata nella prima parte del diario di guerra, mentre, dopo la perdita delle terre del suo protettore, questa era stata censurata direttamente da Re Maric per il brutale trattamento dei prigionieri. Il suo capo era Harwen Raleigh, la cui ultima richiesta di recupero con la forza dei suoi territori era stata negata. Ma quelli erano problemi lontani, e non certo miei...


Il diario personale di Harwen Raleigh

Articolo principale: Voce del Codice: Il diario personale di Harwen Raleigh

Ricordo...
Il diario personale del comandante Raleigh era orribile. Si vantava di crudeltà ben oltre quelle note al pubblico. Cercava soltanto una scusa per attaccare Orlais e per riprendersi le sue terre perdute. Potevo facilmente immaginare come un simile odio potesse avvelenare un uomo, ma non potevo sapere che la guerra privata di questo estraneo si sarebbe scontrata con il mio amore per Marjolaine...


Marjolaine

Articolo principale: Voce del Codice: Marjolaine

Ricordo...
Marjolaine ispirava paura, rispetto e un alto prezzo. Era la risposta all'aristocrazia orlesiana quando bisognava porre fine a una rivalità. Era tutto ciò che desideravo essere. Non parlava mai di se stessa... non mi aveva mai detto da chi fuggisse partecipando al gioco... ma sembrava sapere sempre come conquistarci. Era un mentore, non un condottiero... Lei suggeriva, e altri si arricchivano nella sua ombra.

A quei tempi, avevo notato solo di sfuggita che la sacca di Marjolaine conteneva soltanto l'essenziale per il viaggio. Era priva di interesse per tutto ciò che fosse anche solo lontanamente sentimentale.


Sketch

Articolo principale: Voce del Codice: Sketch

Ricordo...
Avevo conosciuto Sketch a Val Royeaux, ma lui aveva trascorso così tanto tempo a nascondersi tra gli immigrati e i contrabbandieri che non aveva i collegamenti, il risentimento e l'accento degli altri elfi di città. La sua preoccupazione principale era per la persecuzione in quanto mago, non in quanto elfo. Non era il tipo da bardo, ma immagino che il gioco fosse più clemente dei templari.

Ricordo i suoi libri... Niente di insolito per un mago, ma molti erano di puro intrattenimento. L'unico vero "tomo da mago" era un volume di Filosofia ed etica sulla manipolazione delle creature evocate, che possedeva perché era grosso. Stava lentamente ricoprendone le pagine di scarabocchi inquieti, come se il testo non fosse neanche lì...


Tug

Articolo principale: Voce del Codice: Tug

Ricordo...
Tug... Tug era un nano di poche parole con gli estranei, e sagge parole con gli amici. Era una strana figura per Orlais, ma non mi aveva mai spiegato perché avesse lasciato la sua patria. Accettai la sua compagnia e la sua amicizia sapendo che avrebbe condiviso ciò che desiderava a tempo debito.

Scoppiò a ridere quando gli chiesi la prima volta a proposito dei suoi fazzoletti di seta. Se ci fossimo trovati nelle stanze dei tesori di qualche nobile, lui si sarebbe messo a cercare tra la biancheria... Era uno dei pochi lussi che si concedeva, perché "non ci si può mai fidare degli articoli da toeletta quando si viaggia". Una volta disse, a voce troppo alta, che si era abituato troppo bene e "aveva perso il callo", ma sospetto che sia stato per via dell'occhiataccia lanciatagli da Sketch...


Introduzione

Articolo principale: Voce del Codice: Introduzione

Ricordo...
Una statua di Andraste. Ce n'erano molte, sia a Orlais che nel Ferelden, ma non mi ero mai soffermata a guardarne una. In gioventù il Canto della Luce mi faceva assopire, ma la bellezza e la forza di quella figura mi offrivano uno strano conforto. Ero troppo sciocca per una rivelazione, ma i dubbi mi riportavano sempre indietro... E non mi mancavano di certo.


Silas

Articolo principale: Voce del Codice: Silas

Ricordo... Silas Corthwaite era un tipo strano. Aveva riassunto volentieri il ruolo di soldato... Ai tempi pensavo che volesse vendetta. Più tardi capii che stava cercando di essere l'esempio che Raleigh aveva corrotto. Non so se Silas capisse ciò che stava facendo. Col tempo arrivai a provare una triste affinità... Marjolaine aveva offeso la mia professione in modo simile.

Silas era stato privato di tutto, perciò non aveva niente di personale per dimostrare la sua natura. Ma c'era qualcosa nel modo in cui guardava i simboli della Chiesa, specialmente le candele... Era un estraneo lì, proprio come me, ma apparteneva al Ferelden, perciò non si trovava molto lontano da casa. Per lui era importante che tutto fosse "a posto"... Non perché ci credesse, ma perché qualcuno ci credeva. Lo trovavo affascinante.


Advertisement