Dragon Age Wiki
Advertisement

Vedere anche la pagina generale sui Codici di Dragon Age II.

Questa pagina cataloga le voci del codice della sezione Personaggi di Dragon Age II.

Dragon Age II[]

Alistair (Dragon Age II)

Articolo principale: Voce del Codice: Alistair (Dragon Age II)

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Alistair ha sposato e governa insieme all'Eroina del Ferelden: Re Alistair Theirin fu incoronato sovrano al termine del quinto Flagello, con la leggendaria Eroina del Ferelden al suo fianco come regina. Erano entrambi ex Custodi Grigi, dunque molto famosi nella loro terra, anche se alcuni sostengono che Alistair non fosse un erede diretto dei Theirin e che la sua discendenza come presunto figlio illegittimo del re fosse una menzogna usata per deporre la Regina Anora. Per questo motivo, la famiglia reale dovette far fronte a numerosi problemi, sia entro i confini del regno, sia con la vicina Orlais. Il Flagello ha indebolito notevolmente il Ferelden, e in molti ritengono inevitabile il riaccendersi dell'antica rivalità fra le due nazioni.

Se Alistair ha sposato e governa insieme ad Anora: Re Alistair Theirin fu incoronato sovrano del Ferelden al termine del quinto Flagello. Il suo popolo lo considera un eroe per aver combattuto contro i prole oscura quand'era un Custode Grigio. Pochi Custodi prima di lui avevano abbandonato l'ordine ed egli è l'unico fra questi che divenne in seguito re di una nazione. La Regina Anora, figlia del leggendario Teyrn Loghain, governa al suo fianco. Nonostante il Ferelden abbia conosciuto un periodo di prosperità sotto il loro regno, lo stesso uscì notevolmente indebolito dal Flagello. Le tensioni con la vicina Orlais sono state evidenti, e in molti ritengono inevitabile il riaccendersi dell'antico conflitto fra le due nazioni.

Se Alistair governa da solo il Ferelden:

{{{immagine}}} Dato mancante

Se Alistair è rimasto un Custode Grigio: Il Custode Grigio Alistair è stato un eroe durante il recente quinto Flagello e ha avuto il merito, insieme all'Eroe del Ferelden, di uccidere l'arcidemone e di salvare il Thedas dalle orde dei prole oscura. Gira voce che egli sia tra i possibili eredi al trono del Ferelden, ma che abbia rinunciato per rispetto nei confronti della Regina Anora, figlia del traditore Teyrn Loghain.

Se Alistair è stato esiliato: Ex Custode Grigio e, secondo alcune voci, figlio illegittimo di Re Maric del Ferelden, Alistair ha rinunciato al trono e ha abbandonato il proprio ordine al culmine del quinto Flagello nel Ferelden. Da allora si è ritirato nei Liberi Confini dove conduce un'esistenza anonima, nel tentativo di lasciarsi alle spalle il proprio passato.

Anders (Dragon Age II)

Articolo principale: Voce del Codice: Anders (Dragon Age II)
Vedi anche: Anders

"La magia è uno strumento, così come lo sono un arco o una spada... Taglieresti le mani a un bambino per assicurarti che non li brandisca in preda all'ira?"

Anders ha una difficile storia legata al Circolo dei Magi. Strappato alla sua famiglia alle prime avvisaglie dei propri talenti, era ancora un ragazzino quando tentò di fuggire la prima volta dal Circolo. Catturato e riportato indietro decine di volte, Anders era ritenuto un semplice scavezzacollo dal Primo Incantatore Irving, il quale non lo considerava una vera minaccia per via del suo carattere gioviale e del suo senso dell'umorismo. Durante il suo ultimo tentativo di fuga, Anders aiutò il comandante dei Custodi di Amaranthine e accettò la sua offerta di diventare un Custode Grigio.

La vita da Custode lo ha cambiato, permettendogli di conoscere lo spirito libero dell'Oblio chiamato Giustizia, che lo ha convinto a vedere oltre il suo dolore personale. Animato dal fervore di Giustizia, Anders si offrì di diventare un tutt'uno con lo spirito, in nome della libertà dei maghi, iniziando, però, un percorso pericoloso che trasforma la purezza di Giustizia nell'odio irrazionale di Vendetta.

Anders: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Anders: dopo le Vie Profonde

Negli ultimi tre anni, Anders è diventato sempre più solitario, ai limiti della paranoia. Quando non è in compagnia del Campione/della Campionessa, trascorre il proprio tempo tra i rifugiati del Ferelden nella Città oscura, curando i malati e contando sulla loro fedeltà per proteggerlo dai templari curiosi. Dopo che il suo amico Karl è stato trasformato in un adepto della Calma e poi ucciso, Anders ha maturato la convinzione che l'intera struttura della Chiesa vada rovesciata, per liberare completamente i maghi dal suo controllo. Si è unito a un gruppo di eretici che la pensano come lui, i quali stanno indebolendo lentamente il Circolo di Kirkwall aiutando gli altri maghi a fuggire. Lo spirito di Vendetta che alberga in lui si è manifestato in maniera sempre più marcata, rendendogli quasi impossibile controllarsi quando combatte contro i templari.

Anders: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Anders: gli ultimi tre anni

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Ella è sopravvissuta: Dopo aver attaccato Ella, Anders ha perso interesse verso la causa dei maghi e la loro rivoluzione. Convintosi di non essere altro che un abominio, vuole imparare assolutamente a controllare lo spirito che c'è in lui, anche a costo di morire. Col passare del tempo, è sempre più evidente che sta perdendo questa battaglia. Incline a sbalzi d'umore che oscillano fra la malinconia più profonda e una forte determinazione, Anders ha di nuovo sposato la causa della libertà per i maghi, anche se non è chiaro se si tratti di una decisione sua o di Giustizia.

Se Ella è stata uccisa: Negli ultimi tre anni, Anders è passato da una condizione di umore instabile alla totale paranoia. Il suo conflitto interiore con lo spirito di Vendetta si è manifestato sempre di più anche nel suo rapportarsi agli altri. È evidente che sta perdendo questa battaglia. Determinato più che mai a vedere i maghi del Thedas liberi, Anders inizia a trascorrere ore isolato a studiare gli antichi testi del Tevinter, allo scopo di mettere in atto i suoi piani per rovesciare la Chiesa.

Se Hawke ha una relazione con Anders (si aggiunge a uno dei due testi precedenti):

Lo stato di Campione di [Nome di Hawke] ha protetto Anders dalle attenzioni dei templari, malgrado la sua crescente notorietà. Nonostante abbiano vissuto insieme pubblicamente per un certo periodo, Anders continua a sentirsi a disagio all'ombra di [Nome di Hawke]. In privato, però, egli rimane un amante dolce e devoto. Ha dichiarato a più riprese che [Nome di Hawke] è l'unica ragione che gli permette di conservare la propria sanità mentale.

Aveline Vallen

Articolo principale: Voce del Codice: Aveline Vallen
Vedi anche: Aveline Vallen

"Se si tratta di famiglia, proteggila. Legami di sangue o meno."

Aveline nacque a Orlais, pur non avendoci mai vissuto. Suo padre, Benoit du Lac, era un cadetto che perse il proprio mecenate a causa di intrighi politici. Dopo la sua morte si rifugiò nel Ferelden, con Aveline ancora in fasce. Malgrado non fosse un uomo ricco, era determinato a regalare a sua figlia la vita che a lui era stata negata, facendola diventare cavaliere a ogni costo. A tal proposito, si privò di ogni suo avere per far prendere Aveline al servizio di Re Cailan.

Aveline sembrava possedere un talento innato da cavaliere, ma nutriva anche dei dubbi, a cominciare dalla sua illustre omonima, Ser Aveline. Il primo cavaliere donna di Orlais rimase orfana, veniva derisa per il suo aspetto e fu assassinata quando osò misurarsi con degli uomini in un torneo. La sua tragica fine servì ad alimentare la sua leggenda, ma per Aveline si trattò di un sacrificio inutile: una morte è pure sempre una morte, anche se a difesa dei propri principi. Suo padre era orgoglioso di lei, ma non sarebbe mai diventata il cavaliere che lui sognava diventasse.

Aveline sposò Wesley Vallen mentre prestava servizio nell'esercito del Ferelden. Entrambi condividevano gli stessi interessi ed erano due guardiani determinati. La morte di Wesley durante il Flagello segnò profondamente Aveline, non solo per la perdita del marito, ma per aver fallito nel proteggerlo. Aveline è riuscita a riprendersi solo nell'ultimo anno, ma non si è ancora perdonata per quanto è accaduto. Per questo, dedica tutta se stessa a proteggere la famiglia di Hawke e Hawke, ai quali è legata dalla perdita di una persona cara. Aveline tiene molto a questo legame, e farà il possibile affinché simili eventi non si ripetano.

Aveline: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Aveline: dopo le Vie Profonde
Vedi anche: Aveline Vallen

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se la missione "Com'è giusto che sia" è stata completata: Dopo l'avventura nelle Vie Profonde, Aveline è stata nominata capitano delle guardie. Ha rimosso la macchia della corruzione impressa dal capitano Jeven, e trasformato le guardie in efficaci tutori della legge e dell'ordine pubblico.

Se la missione "Com'è giusto che sia" NON è stata completata: Dopo l'avventura nelle Vie Profonde, Aveline raddoppia i propri sforzi nella guardia cittadina. Il suo predecessore ha lasciato l'incarico improvvisamente, e anche se una fereldiana non poteva essere promossa subito in quel ruolo, la sua esperienza militare l'ha resa una "scelta adeguata", secondo il giudizio del Siniscalco Bran, come nuovo capitano delle guardie.

Diventare capitano delle guardie avrebbe dovuto rendere più stabile Aveline, che invece si ritrova ancor più sotto pressione per le responsabilità nei confronti dei suoi sottoposti. Aveline si preoccupa molto delle persone che comanda, al punto di addestrare personalmente ogni singola guardia e di partecipare alle pattuglie, se necessario. Gli incidenti sono diminuiti rispetto al passato, ma le guardie stanno cominciando a dare segnali di insofferenza.

Aveline dedica tutto il suo tempo al proprio lavoro, lasciandosi occasionali ritagli per seguire [Nome di Hawke] nelle sue avventure, che le offrono una scusa per proteggere ulteriormente le persone che le stanno a cuore. È una guardiana infaticabile e non sembra riuscire a liberarsi del peso che si porta dietro.

Aveline: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Aveline: gli ultimi tre anni
Vedi anche: Aveline Vallen

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Aveline sposa Donnic: Grazie all'intervento del Campione, Aveline e Donnic Hendyr si sono sposati un anno fa con una cerimonia semplice, presso la Tenuta degli Hawke. La loro luna di miele si è svolta a Orlais e quella è stata l'unica volta che Aveline ha visitato il paese d'origine della sua omonima. I due sono ancora felicemente sposati, e nonostante lei sia il capitano di Donnic e lui una sua guardia, Aveline ha imparato a separare la vita pubblica da quella privata.

Il matrimonio non le ha fatto allentare l'attenzione verso i propri uomini, ma Donnic le ha offerto un'altra prospettiva, e ora delega alle sue guardie l'autorità della quale hanno bisogno per servire bene Kirkwall. Le guardie non sono mai state così rispettate come tutori della legge e dell'ordine. Tutto ciò comporta anche degli attriti, dal momento che alcuni templari preferirebbero che la guardia cittadina rispondesse direttamente a loro.

Se Aveline NON sposa Donnic: Sono trascorsi tre anni dalla rivolta dei qunari e il capitano delle guardie Aveline è più determinata che mai. Le sue guardie potrebbero impegnare un intero battaglione del Ferelden e può contare sul loro rispetto incondizionato, nonostante, a detta di tutti, sia il capitano più severo che abbiano mai avuto. Aveline lo prende come un complimento, anche se non è così semplice. Lei lo sa bene, ma lo accetta, ritenendola una cosa necessaria per il bene comune e di Kirkwall.

Essere il capitano delle guardie è un incarico faticoso, al quale non rinuncerebbe per niente al mondo, malgrado alcuni esponenti dei templari preferirebbero relegare i suoi uomini a un ruolo più marginale nel mantenere l'ordine. In alternativa, si accontenterebbero che Aveline fosse più elastica nel guidarli. La sua amicizia con il Campione è servita a dissuaderli, anche se la pressione continua ad aumentare.

Bartrand Tethras

Articolo principale: Voce del Codice: Bartrand Tethras
Vedi anche: Bartrand Tethras

"Adesso mezza Kirkwall vuole essere mia amica."

La storia della nobile casata Tethras risale alla fondazione di Orzammar. I memoriali riferiscono che per tre volte un figlio della casata Tethras ha assunto l'incarico di Siniscalco del Concilio. Le nomine avvenivano nel Modellatorio dei Ricordi e nel Modellatorio dei Golem, ma ora non più.

Nel secondo anno di regno di Re Endrin Aeducan, Lord Andvar Tethras fu accusato di fronte al concilio di aver manipolato volontariamente le Prove per favorire la propria casata. Per questo affronto verso gli antenati, lui e tutta la sua casata furono condannati all'esilio in superficie. Andvar morì appena cinque anni dopo, lasciando soli Lady Ilsa e i suoi due figli, Bartrand di dieci anni e Varric di due.

L'esilio, la vita in superficie e la perdita del marito furono un peso troppo grande da sopportare per Lady Ilsa, che iniziò ad affogare i propri dispiaceri nell'alcol, lasciando al giovane Bartrand il compito di gestire ciò che era rimasto della casata Tethras.

All'età di quindici anni, Bartrand aveva raddoppiato le ricchezze della sua famiglia. La rovina della casata Tethras alimentò le sue ambizioni e il suo ex-titolo nobiliare gli assegnò subito un posto tra i kalnas, antica e abbiente élite della gilda nanica dei mercanti. Bartrand sfruttò la sua posizione per creare alleanze e rapporti commerciali, come se fosse un membro del Concilio di Orzammar.

Alla morte di Lady Ilsa, Bartrand aveva trasformato la famiglia Tethras in una delle più influenti della gilda, ma le ricchezze e il potere in superficie non gli bastavano. Iniziò dunque a stringere alleanze con le famiglie dominanti più ricche e a entrare nelle società bancarie e dei mercenari. I membri della gilda sostengono che Bartrand non si fermerà finché non avrà ricostruito completamente la tenuta della casata Tethras di Orzammar a Kirkwall.

Bethany Hawke

Articolo principale: Voce del Codice: Bethany Hawke

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Bethany non è sopravvissuta a Lothering: Bethany, la sorella minore di [Nome di Hawke], morì durante la fuga da Lothering, lasciando le sorti della famiglia in mano a [Nome di Hawke] e al fratello gemello Carver. Al pari di [Nome di Hawke], Bethany era una maga eretica che aveva sempre dovuto nascondersi dal Circolo. Allo scopo di proteggere [Nome di Hawke] e Bethany dai templari, la loro famiglia doveva spostarsi continuamente accontentandosi di vivere in piccoli villaggi come Lothering. Bethany, molto legata a Carver, idolatrava e insieme invidiava [Nome di Hawke] per il modo in cui si dedicava alla magia, vale a dire senza dare troppo peso alla propria diversità e guardando al futuro con ottimismo.


Se Bethany è sopravvissuta a Lothering:

"Spero soltanto che stavolta le cose vadano diversamente. Qui, a Kirkwall. Non stiamo scappando. Ora siamo a casa".
Essere cresciuta come un'eretica non ha intaccato la fede di Bethany e la sua natura solare, anche se ha alterato la sua visione del mondo. Bethany desidera più di ogni altra cosa essere "normale". Apprezza gli sforzi fatti dalla sua famiglia per tenerla fuori dal Circolo, ma il fatto di dover sempre fuggire per nascondersi e la costante paura l'hanno segnata. Anche se non lo ammetterebbe mai di fronte a sua madre, a volte Bethany si chiede se non sarebbe stata meglio nel Circolo, in mezzo ad altri maghi, sicura di servire la volontà del Creatore e senza sfidare mille anni di insegnamenti religiosi. Nonostante tutto, le persone a cui tiene di più sono i propri genitori, al punto di essere disposta a ricorrere alla magia per proteggerli. Bethany condivide una rivalità canzonatoria con il gemello, Carver, e nutre un profondo rispetto nei riguardi di [Nome di Hawke].


Bethany: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Bethany: dopo le Vie Profonde

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Bethany è stata portata nella spedizione delle Vie profonde e Anders era presente: Dopo essersi unita ai Custodi Grigi, Bethany ha avuto poche occasioni per rivedere la sua famiglia. Risentita per il fatto che [Nome di Hawke] era riuscito a fuggire dalle Vie Profonde senza nemmeno un graffio, mentre lei era quasi morta, Bethany parla solo con la madre, limitandosi a dirle che è viva e che continua a viaggiare con il Custode Stroud. I suoi impegni raramente la riportano nell'area di Kirkwall. Di solito pattuglia i territori interni dei Liberi Confini o quelli al di là del confine del Ferelden, il che fa di lei l'unico membro della famiglia Hawke a essere tornata nella loro terra d'origine.

Se Bethany non è stata portata nella spedizione delle Vie profonde:

Bethany comunica spesso con la sua famiglia dopo essere entrata nel Circolo, e si sta abituando in fretta alla sua nuova vita. Per la prima volta, può studiare la magia senza doversi guardare le spalle. Dopo aver superato il suo Tormento, più volte rinviato, ha assunto una posizione più autorevole all'interno del Circolo, seguendo e addestrando i nuovi apprendisti. Bethany è sorpresa di quanti templari siano degli onesti adoratori di Andraste, che credono di servire il Creatore e il popolo, impedendo ai maghi di usare la magia del sangue. Tuttavia, vivere a stretto contatto con i templari le ha permesso di assistere agli abusi che si commettono quando un gruppo di persone ha il potere di decidere sulla sorte degli altri. Bethany supporta il Circolo per quello che è ma le cose, dopo l'avvento della comandante Meredith, si fanno sempre più difficili.

Capitano Cullen

Articolo principale: Voce del Codice: Capitano Cullen

Il capitano Cullen fu uno dei pochi templari a sopravvivere all'incidente nel Circolo dei Magi del Ferelden. Il mago del sangue posseduto Uldred assunse il controllo della torre e, nella sua follia, la riempì di demoni e abomini evocati. Cullen fu imprigionato, torturato e costretto ad assistere al massacro degli altri templari. Questa prova lo scosse e ne uscì convinto che anche i templari erano all'oscuro del reale pericolo rappresentato dai maghi. Una volta ripreso servizio, apparve subito evidente che Cullen avrebbe fatto di tutto per rafforzare l'autorità della Chiesa. Il suo zelo creava problemi al comandante Greagoir, il quale considerava poco saggio tenere Cullen a protezione degli uomini e delle donne da lui ritenuti responsabili del proprio tormento.

Greagoir trasferì Cullen a Kirkwall, al servizio della comandante Meredith. Quest'ultima trovò le opinioni di Cullen sui maghi simili alle proprie. Di tutta la sua compagnia, Cullen era l'unico che aveva provato in prima persona il terribile potere dei maghi, e Meredith credeva che avrebbe potuto influenzare il punto di vista degli altri templari. Come conseguenza, Cullen fece una carriera rapida, fino a diventare capitano e vice di Meredith.

Carver Hawke

Articolo principale: Voce del Codice: Carver Hawke

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Carver muore a Lothering: Carver non fu mai a proprio agio nella famiglia di maghi in cui si ritrovò a crescere. Teneva molto ai suoi fratelli, ma spesso si sentiva la persona più stupida della famiglia. Durante gli anni di Lothering, Carver dovette misurarsi con il talento di Bethany, la sorella eretica, e le notevoli capacità di suo fratello [Nome di Hawke].

Benché si lamentasse continuamente della propria sorte, non smise mai di dedicarsi anima e corpo alla difesa dei propri cari. Carver non esitò un solo istante a sacrificarsi per salvare sua madre durante la fuga dai prole oscura. Dopo una vita fatta di sacrifici per ritagliarsi un ruolo nel mondo, Carver trovò conforto in una morte onorevole.

Se Carver sopravvive Lothering: "Abbiamo cento vie di fuga e scegliamo di tornare indietro. Inseguire il passato non significa ricominciare".

Carver è un guerriero provetto forte e robusto, intenzionato a dimostrare il proprio valore, anche se non è sempre chiaro su chi voglia fare colpo. Figlio e fratello di maghi, è cresciuto circondato dalla magia che non riesce a comprendere a fondo, per cui non si sente mai all'altezza della situazione. Ci tiene molto alla propria famiglia, ma a volte si sente inadeguato.

Carver ha fallito a Lothering e ne ha dato la colpa alla sua impreparazione e al non voler attirare l'attenzione sulla sua famiglia di eretici. Dopo la morte di suo padre ha intrapreso la carriera militare, che tuttavia ha avuto durata breve a causa del Flagello e della sconfitta a Ostagar. Pur sapendo che una ritirata veloce era l'unica cosa da fare di fronte all'avanzata dei prole oscura, visti i risultati avrebbe forse preferito rimanere e combattere contro l'orda: almeno sarebbe morto per uno scopo, qualcosa che Carver sta ancora cercando.

Carver: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Carver: dopo le Vie Profonde

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Carver è stato portato nelle Vie Profonde e Anders era presente: Carver si mette raramente in contatto con la propria famiglia da quando è diventato un Custode Grigio. I suoi doveri lo hanno condotto in luoghi che nemmeno un soldato del Ferelden si sarebbe mai sognato di vedere. Nonostante la sua libertà e autorità, Carver considera la decisione di diventare un Custode l'ennesima prevaricazione, anche se la scelta di intraprendere un sentiero pericoloso è stata certamente sua. Se messo alle strette, ammetterebbe che il proprio rancore riguarda tanto il suo carattere quanto la sua famiglia. Anche tra un Flagello e l'altro, il giuramento del Custode Grigio è un fardello pesante da portare: accettarlo può richiedere molto tempo.

Se Carver non è stato portato nelle Vie Profonde:

Carver contatta di rado la sua famiglia da quando è diventato un templare. La scusa è quella del dovere e dell'addestramento, ma le sue parole sono quelle di un uomo ancora incerto della scelta fatta. Ha ben poco in comune con gli altri membri dell'ordine, provenendo da una famiglia abituata all'uso della magia. Anche se sa che dare regole al Circolo equivalga sia a proteggere i maghi, sia a controllarli, ha assistito ad abusi di potere che lo hanno turbato. Lo scopo che ha trovato nel suo servizio viene adombrato dall'odio cieco di alcuni superiori. C'è molto lavoro da fare, ma il sentiero è più tortuoso di quanto immaginasse.

Comandante Meredith

Articolo principale: Voce del Codice: Comandante Meredith

"Io compatisco i maghi. Essi sopportano una terribile maledizione, che mette in pericolo non solo loro stessi ma anche le persone innocenti. Se concedessimo loro la libertà, rischieremmo di scatenarli contro dei poveri ignari".

Il comandante Meredith Stannard è nativa di Kirkwall. Rimasta orfana, si è unita all'ordine dei templari quand'era ancora giovane e ha fatto carriera con grande determinazione. A lei si attribuisce la rimozione del precedente visconte Perrin Threnhold, il quale aveva cercato di far espellere i templari dalla città, in data 9:21 Era del Drago. Il comandante in carica fu arrestato e giustiziato e Meredith guidò una truppa di templari fino al cuore della fortezza per catturare Threnhold, che fu processato e imprigionato tre giorni più tardi dalla Somma Sacerdotessa Elthina, e rimase in prigione per due anni, prima di morire avvelenato. Dopo la sua morte, Meredith fu promossa al suo incarico attuale.

Molti sostengono che i templari si siano battuti solo per conservare la propria posizione a Kirkwall, non per opporsi alla tirannia di Threnhold. Secondo altri, invece, Meredith ha sempre goduto del massimo rispetto, anche se non tutti approvano i suoi metodi. Per ora ha il pieno sostegno da parte della somma sacerdotessa e a Kirkwall è il Comandante della più potente forza militare.

Fenris

Articolo principale: Voce del Codice: Fenris

"Anche coloro che vivono senza catene sono comunque schiavi: della paura, della tradizione, dell'onore. Gli schiavi sognano la libertà, ma ho scoperto che sono gli uomini liberi a bramarla ancora di più".

Fenris era uno schiavo, una guardia del corpo del Magister Danarius dell'Impero Tevinter, prima di fuggire diversi anni fa. Parla malvolentieri del proprio passato, limitandosi a dire che è giunto a Kirkwall solo da poco, dopo essere partito da Tantervale, a nord. I simboli sulla sua pelle sono simili a rune. Sono fatti di lyrium e inchiostro e infondono un potere che egli non comprende pienamente. Il processo per la loro creazione è stato doloroso e, nei momenti di difficoltà, Fenris cerca di controllare l'agonia che prova. I simboli però migliorano le sue capacità in combattimento e lo hanno reso un guerriero unico e formidabile.

Fenris: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Fenris: dopo le Vie Profonde

Dopo l'avventura nelle Vie Profonde, Fenris è rimasto a Kirkwall, continuando a vivere nella tenuta abbandonata di Danarius. Il fatto che non appartenga veramente a lui ha suscitato l'interesse da parte dei vicini curiosi e, di conseguenza, della guardia cittadina. Aveline finora ha ignorato le richieste di indagini sul conto di Fenris, ma lo ha avvisato senza mezzi termini che la situazione potrebbe cambiare da un momento all'altro.

Anche se all'apparenza non sembra preoccuparsi per la casa, Fenris si è fatto sempre più nervoso nel corso dell'ultimo anno. Non sa se è al sicuro o se il suo ex padrone sta ordendo qualche piano malvagio a suo discapito. Cerca di non pensarci, consolandosi col fatto di avere una casa per la prima volta nella sua vita, anche se al di là dei lavori che accetta come mercenario ha pochi contatti.

Fenris: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Fenris: gli ultimi tre anni

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Hawke è amico di Fenris: Fenris ha trascorso gli ultimi tre anni all'interno della sua tenuta nella Città superiore. Tuttavia, si è fatto sempre più irrequieto col passare del tempo, e ogni tanto viene colto dalla tentazione di andarsene. Danarius non si è più fatto vivo e questo gli fa credere che ora sia libero di fare ciò che vuole... ma fare cosa? Per ora, Fenris sembra felice di rimanere al fianco di [Nome di Hawke] per saldare un suo vecchio debito, anche se le cose sono destinate a cambiare.

Se Hawke è rivale di Fenris: Tre anni or sono, dopo aver affrontato Hadriana, Fenris venne a sapere della sorella che non vedeva da tempo. Non ne parlava mai, anche se era chiaro che ci pensava sempre. Non aveva lasciato Kirkwall per occuparsi di quella faccenda, preferendo rimanere nella tenuta di Danarius, nonostante nella Città inferiore tutti sostenessero che era abitata da "un amico del Campione". Fenris trova il suo rilievo in città intrigante e al tempo stesso preoccupante. Nell'ultimo anno, ha minacciato in più di un'occasione di voler lasciare Kirkwall una volta per tutte. Se non fosse stato per il suo debito nei confronti di [Nome di Hawke], a quest'ora se ne sarebbe già andato.

Se Hawke ha stretto una relazione con Fenris (si aggiunge a uno dei due testi):

Fenris si rifiuta di parlare della notte trascorsa con [Nome di Hawke] tre anni prima. Tuttavia, è evidente che non se la sia dimenticata, anche se ci sono ancora diverse cose da sistemare. Resta da vedere se questa situazione cambierà.

Flemeth

Articolo principale: Voce del Codice: Flemeth

"Non ti è richiesto di fare nulla, men che meno avere fede".

La leggenda racconta che, ere fa, Bann Conobar prese in sposa una bella giovane che covava un talento segreto per la magia: Flemeth di Altura Perenne. Per un periodo vissero felici, fino all'arrivo di un giovane poeta, Osen, i cui versi rapirono il cuore della dama.

Chiesero aiuto alle tribù Chasind e si nascosero dall'ira di Conobar nelle Selve, finché non ricevettero la notizia che il bann era in fin di vita: il suo ultimo desiderio era di vedere ancora una volta il viso di Flemeth.

I due amanti fecero ritorno, ma era una trappola. Conobar uccise Osen e imprigionò Flemeth nella torre più alta del castello. Addolorata e incollerita, Flemeth lanciò un incantesimo per evocare in questo mondo uno spirito che scatenasse la vendetta contro suo marito. E vendetta ricevette, ma non come aveva previsto. Lo spirito si impossessò di lei, trasformandola in un abominio. Divenuta una creatura folle e deforme, Flemeth uccise Conobar e tutti i suoi uomini, poi fuggì di nuovo nelle Selve.

Per cento anni Flemeth tramò, rapendo uomini Chasind per generare mostruose figlie: creature orribili che potevano uccidere gli uomini incutendo loro terrore. Queste streghe delle Selve Korcari condussero un esercito di Chasind contro le tribù Alamarri. Vennero sconfitte dall'eroe Cormac, e tutte le streghe furono bruciate. O almeno così si racconta, ma ancora oggi i selvaggi sussurrano che Flemeth viva ancora nelle paludi e, insieme alle proprie figlie, rapisca coloro che si avvicinano troppo.

La madre di Morrigan salvò gli ultimi Custodi Grigi in cima alla Torre di Ishal, ma chi o cosa sia davvero Flemeth resta un mistero.


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Se il Custode adempie alla richiesta della figlia di Flemeth: Fu uccisa per volere di Morrigan. Almeno così pare...

Hawke

Articolo principale: Voce del Codice: Hawke
Vedi anche: Hawke

Se Hawke è un ladro o guerriero:

Figlio/a di Malcolm Hawke e Leandra Amell, [Nome di Hawke] ha vissuto in diversi luoghi del Ferelden. Suo padre e sua sorella minore, Bethany, erano maghi eretici: la famiglia era sempre in viaggio proprio per evitare i cacciatori dei templari. Dieci anni fa, si stabilirono nel villaggio di Lothering, dove costruirono una casa poco distante dal centro abitato per rifarsi una vita. Lì nessuno li avrebbe più costretti a fuggire. Nonostante Leandra convivesse con la costante preoccupazione della cattura da parte dei templari, Malcolm mantenne le proprie abilità segrete e insegnò a sua figlia a fare altrettanto.

Malcolm è morto tre anni fa, lasciando a [Nome di Hawke] la responsabilità di occuparsi di sua madre e dei fratelli. Quando il Flagello ebbe inizio, [Nome di Hawke] e Carver si arruolarono subito nell'esercito di Re Cailan per fermare l'orda di prole oscura che minacciava di distruggere la loro casa. Putroppo, la Battaglia di Ostagar terminò con la sconfitta e la morte di Re Cailan. [Nome di Hawke] e Carver riuscirono a fuggire e a mettersi in salvo appena in tempo, e fecero ritorno a Lothering per portare via la loro madre e Bethany...


Se Hawke è un mago:

Figlia/o di Malcolm Hawke e Leandra Amell, [Nome di Hawke] ha vissuto in diversi luoghi del Ferelden. Suo padre era un mago che trasmise le proprie abilità sia a [Nome di Hawke], sia a sua figlia minore, Bethany. Malcolm si rifiutò di sottomettersi all'autorità della Chiesa. Mantenne le sue abilità segrete e insegnò ai/alle figli/e a fare altrettanto. Per questo motivo la famiglia era sempre in viaggio, onde evitare i cacciatori dei templari. Dieci anni fa, si stabilirono nel villaggio di Lothering, dove costruirono una casa poco distante dal centro abitato per rifarsi una vita. Lì nessuno li avrebbe più costretti a fuggire. Nonostante Leandra convivesse con la costante preoccupazione della cattura da parte dei templari, gli insegnamenti di Malcolm sarebbero bastati per tenerli al sicuro.

Malcolm è morto tre anni fa, lasciando a [Nome di Hawke] la responsabilità di occuparsi di sua madre e dei fratelli. Quando il Flagello ebbe inizio, Carver si arruolò subito nell'esercito di Re Cailan per fermare l'orda di prole oscura che minacciava di distruggere la loro casa. [Nome di Hawke] rimase a Lothering per proteggere la famiglia. Carver si presentò sull'uscio di casa circa un mese dopo, stremato e ferito. Re Cailan era stato tradito e ucciso a Ostagar, mentre l'orda continuava ad avanzare verso Lothering. [Nome di Hawke] e gli altri furono costretti a lasciare la loro casa prima del tempo... quando forse era già troppo tardi.

Isabela

Articolo principale: Voce del Codice: Isabela

"Io sono Isabela. Un tempo, "capitano" Isabela... Purtroppo, senza la mia nave il titolo suona un po' vuoto".

Isabela è piuttosto vaga sul suo passato di capitano di una nave, anche se è evidente che fosse coinvolta in operazioni di pirateria e contrabbando. Poco dopo la fine del Flagello, la nave di Isabela fu sorpresa da una tempesta nei pressi della Costa Ferita. Il vascello fu distrutto e Isabela riuscì a mettersi in salvo per miracolo. Ora è costretta a rimanere a terra nei Liberi Confini, dove trascorre la maggior parte del proprio tempo alla taverna dell'Impiccato.

Isabela svela anche di essere nata a Rivain, ma di aver trascorso molti anni della sua vita ad Antiva. Quando qualcuno cerca di indagare, cambia subito discorso.

Isabela: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Isabela: dopo le Vie Profonde

Isabela ha trascorso gli ultimi anni della sua vita in cerca della reliquia persa in seguito al naufragio. Crede si trovi ancora a Kirkwall, anche se non è dato sapere perché. Nonostante insista nel dire che sta cercando di non farsi notare per evitare il suo vecchio padrone, Castillon, Isabela sembra fare di tutto per cacciarsi nei guai. Recentemente, uno dei suoi duelli si è trasformato in una rissa da taverna, che si è estesa poi a tutta la Città inferiore, coinvolgendo oltre venti persone. La rissa ha causato numerosi danni ai chioschi di molti mercanti.

Isabela ha passato le due settimane successive in carcere. Il capitano Aveline ha autorizzato il suo rilascio, non prima però di averle strappato la promessa che non avrebbe mai più combattuto su un suolo pubblico. Resta da vedere se Isabela manterrà la parola data.

Isabela: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Isabela: gli ultimi tre anni

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Hawke è amico di Isabela: Il ritorno di Isabela durante la crisi con i qunari fu sorprendente, soprattutto per lei stessa. Accusò [Nome di Hawke] di averla convinta a compiere un gesto stupido e sembrava pentita per essersi esposta nuovamente al pericolo. Dopo l'uccisione dell'Arishok, Isabela è stata vista parlare a lungo con [Nome di Hawke]. Al termine del colloquio, si è allontanata dicendo: "Lavori troppo di fantasia".

Se Hawke è rivale di Isabela: Quando Isabela tornò durante la crisi con i qunari, con in mano il Tomo di Koslun, sapeva di dover dare delle spiegazioni a [Nome di Hawke] per il suo tradimento. Dopo l'uccisione dell'Arishok, Isabela è stata vista discutere animatamente con [Nome di Hawke]. Al termine del colloquio, Isabela si è allontanata furibonda, dopo aver proferito una serie di epiteti irripetibili.

Se Hawke ha stretto una relazione con Isabela: Il ritorno di Isabela durante la crisi con i qunari fu sorprendente, soprattutto per lei stessa. Accusò [Nome di Hawke] di averla convinta a compiere un gesto stupido e sembrava pentita per essersi esposta nuovamente al pericolo. Dopo l'uccisione dell'Arishok, ci fu un intenso scambio di battute fra Isabela e [Nome di Hawke], al termine del quale Isabela si allontanò dicendo: "Non l'ho fatto per loro. L'ho fatto per te. Come sempre".

Quella fu l'ultima volta che Isabela fu vista a Kirkwall. In molti credevano che avesse lasciato per sempre i Liberi Confini. Un giorno, riapparve improvvisamente al suo solito posto all'Impiccato, bevendo come se non se ne fosse mai andata.


L'Eroe del Ferelden

Articolo principale: Voce del Codice: L'Eroe del Ferelden
Vedi anche: Il Custode

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Origins.
Clicca per rivelare.

Le Origini dell'Eroe...
Se l'Eroe del Ferelden è un nano di nobili origini: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden nacque nella nobile casata Aeducan di Orzammar, secondogenita/o di Re Endrin Aeducan. Dopo essere stata/o accusata/o di fratricidio, fu esiliata/o nelle Vie Profonde. Lì conobbe il Comandante Custode Grigio Duncan, il quale la/o reclutò nell'ordine.

Se l'Eroe del Ferelden è un nano di origini senzacasta: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden era una/un fuori casta nata/o nei bassifondi di Orzammar. Si spacciò per un uomo/membro appartenente alla casta dei guerrieri durante le Prove di Orzammar, un crimine punibile con la morte. Tuttavia, le sue prestazioni nell'arena colpirono il Comandante Custode Grigio Duncan al punto che decise di reclutarla/o nell'ordine, prima che potesse essere giustiziata/o.

Se l'Eroe del Ferelden è un elfo di origini dalish: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden un tempo faceva parte di un clan di elfi dalish. L'incontro con uno specchio magico contaminato finì per corromperla/o. I Custodi Grigi erano gli unici in grado di curarla/o, per questo il suo clan affidò L'Eroina/L'Eroe al Comandante Custode Grigio Duncan e all'ordine.

Se l'Eroe del Ferelden è un elfo proveniente dalla città: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden crebbe nella povera Enclave dalish di Denerim. Fu arrestata/o dalle guardie cittadine in seguito a un acceso diverbio con un nobile di Denerim durante il proprio matrimonio. Il Comandante Custode Grigio Duncan reclutò L'Eroina/L'Eroe nell'ordine, salvandola/o da una morte certa.

Se l'Eroe del Ferelden è un mago: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden apparteneva al Circolo dei Magi del Ferelden e trascorse gran parte della propria vita in una torre sul Lago Calenhad. Il Primo Incantatore Irving fece il suo nome al Comandante Custode Grigio Duncan, il quale reclutò L'Eroina/L'Eroe nell'ordine una volta che ebbe superato il proprio Tormento.

Se l'Eroe del Ferelden è un umano di nobili origini: L'Eroina/L'Eroe del Ferelden era la figlia/il figlio minore di Bryce Cousland, Teyrn di Altura Perenne. Quando le forze di Arle Rendon Howe attaccarono il Castello Cousland, uccidendo gran parte dei componenti della famiglia Cousland, L'Eroina/L'Eroe riuscì a mettersi in salvo insieme al Comandante Custode Grigio Duncan, il quale la/lo reclutò nell'ordine.


Esito dello scontro finale...
Se non è stato eseguito l'oscuro rituale e Loghain o Alistair hanno compiuto l'estremo sacrificio: Gli eserciti radunati dall'Eroe uccisero l'arcidemone. Dopo la sua morte, i prole oscura si ritrovarono senza una guida e furono facilmente sconfitti.

Se è stato eseguito l'oscuro rituale e l'Eroe del Ferelden è sopravvissuto allo scontro: L'Eroe combatté contro l'arcidemone, uccidendolo, e sopravvisse allo scontro. Dopo la morte dell'arcidemone, i prole oscura si ritrovarono senza una guida e furono facilmente sconfitti.

Se non è stato eseguito l'oscuro rituale e l'Eroe del Ferelden ha compiuto l'estremo sacrificio: L'Eroe combatté contro l'arcidemone uccidendolo, e sacrificò la propria vita per salvare il Ferelden. Dopo la morte dell'arcidemone, i prole oscura si ritrovarono senza una guida e furono facilmente sconfitti.


Dopo il Flagello...
Se l'Eroe del Ferelden è sopravvissuto: Dopo la fine del Flagello, l'Eroe del Ferelden abbracciò la causa del Comandante dei Custodi e iniziò a ricostituire l'ordine nel Ferelden.

Se l'Eroina del Ferelden è una nobile umana che ha sposato Alistair ed è diventata Regina: Dopo la fine del Flagello, l'Eroina del Ferelden sposò Re Alistair e fu incoronata regina del Ferelden. Ora governa il paese insieme al proprio consorte.

Se l'Eroe del Ferelden è un nobile umano che ha sposato Anora: Dopo la fine del Flagello, l'Eroe del Ferelden sposò la Regina Anora, ricevendo l'attuale titolo di principe consorte.


La Somma Sacerdotessa Elthina

Articolo principale: Voce del Codice: La Somma Sacerdotessa Elthina

"Non avremo pace finché non proveremo a capirci a vicenda."

La venerata Madre Elthina assunse il titolo di Somma Sacerdotessa circa vent'anni fa. E' responsabile del benessere spirituale dei Liberi Confini meridionali (tutto ciò che si trova a sud di Porto Brullo e del fiume Minanter). Da tempo è una presenza rassicurante per la città, ed è famosa per la sua gentilezza e la sua generosità. La gente si rivolge spesso a lei per risolvere le dispute, soprattutto quelle che coinvolgono il potente ordine dei templari, da lei presieduto in qualità di massima rappresentante della Chiesa.

Alcuni sostengono che Elthina abbia perso un po' di smalto a causa dell'età e che si lasci condizionare sempre più dalla comandante Meredith. Altri si sono rivolti alla nuova Divina, Justinia V, per chiederle di sostituirla, ma lo hanno fatto in maniera discreta, perché Elthina è la sacerdotessa più amata che la città abbia mai avuto.

Merrill

Articolo principale: Voce del Codice: Merrill

"Si narra che tutti gli elvhen un tempo avessero il dono, ma come molte altre cose, è andato perduto. Spetta alla guardiana il compito di ricordare, di recuperare ciò che siamo in grado di fare".

Con il passare delle generazioni, la magia diventa sempre più rara fra i dalish. Man mano che il dono va estinguendosi, i bambini dotati di talento vengono spostati da un clan all'altro in modo che ogni guardiana abbia almeno un successore e che nessun clan corra il rischio di rimanere senza guida.

Merrill è nata nel clan Alerion, che vagava per le colline di Nevarra. Era la terza figlia del clan in possesso dell'antico dono. Durante il successivo Arlathvenn (la riunione di tutti i clan), fu consegnata al clan Sabrae per diventare la Prima della Guardiana Marethari. Allora Merrill aveva appena quattro anni.

Merrill ha trascorso gran parte della sua vita nel Ferelden e nelle Selve Korcari, finché il suo clan non fu cacciato a nord dal Flagello.

Merrill: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Merrill: dopo le Vie Profonde

"Ricordare è dovere di una guardiana! E questo include le cose pericolose".

Merrill ha avuto difficoltà ad ambientarsi sin dal suo arrivo nell'Enclave elfica di Kirkwall. I suoi vicini la ignorano e persino le persone più in vista della Città inferiore attraversano la strada per evitarla. Come se non bastasse, ha la tendenza a perdersi spesso, e la cosa non sembra risolversi col tempo o familiarizzando con la città. In alcune occasioni si è ritrovata persino nel bagno del visconte, nello stenditoio della Chiesa e nel mezzo di un cinodromo nella Città oscura.

Merrill: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Merrill: gli ultimi tre anni

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Hawke è amico o rivale di Merrill: "Tutto ciò che ho fatto ora o in passato è stato solo per il bene della mia gente".

Merrill trascorre sempre più tempo nella sua casa all'Enclave con il suo specchio. Esce solo per comprare da mangiare, ma lo fa talmente di rado che Varric ha iniziato a consegnarle direttamente la spesa a domicilio. Almeno non si perderà più vagando per la città...

Se Hawke ha stretto una relazione con Merrill: "Se quel giorno tu non fossi venuto a Monte Spezzato... non so dove sarei adesso".

Merrill si è trasferita nella magione di [Nome di hawke] nella Città superiore, ma non come serva, con grande disappunto dei vicini, i quali sono rimasti ulteriormente scandalizzati dopo averla vista girare scalza, raccogliere fiori dai giardini altrui e giocare con i suoi cani. Diverse lettere di protesta sono state inviate al Campione, oltre al Siniscalco, ma la situazione non è cambiata.

Merrill continua a tornare nella sua baracca nell'Enclave, dove trascorre gran parte del suo tempo a lavorare sul suo specchio.

Primo Incantatore Orsino

Articolo principale: Voce del Codice: Primo Incantatore Orsino

"Voi ci negate la nostra libertà per dormire meglio la notte, ma io dico che è un sonno agitato e ingiusto".

Il Primo Incantatore Orsino è un elfo proveniente dalla città di Ansburg, nei Liberi Confini, che fu condotto nella Forca da piccolo. Alcuni sostengono che sia diventato il più giovane primo incantatore a ottenere quella posizione a Kirkwall e non per meriti propri, ma perché tutti gli altri si erano rifiutati. Lui lo chiamerebbe cinismo: dopotutto, qualcuno deve pur difendere i maghi. Pur trattandosi di un lavoro ingrato, l'alternativa per i maghi di Kirkwall sarebbe non avere nessuno che prenda le loro parti. Negli ultimi cinque anni, Orsino ha litigato spesso, a volte anche in pubblico, con la comandante Meredith. Gran parte della popolazione lo ritiene un piantagrane e una persona pericolosa.

Varric Tethras (Dragon Age II)

Articolo principale: Voce del Codice: Varric Tethras (Dragon Age II)

"In questa città, conosco chiunque valga la pena di conoscere".

Varric nacque tre anni dopo l'esilio del padre da Orzammar, nell'ambiente della gilda dei mercanti. In questo mondo gli antenati non parlavano mai, i Campioni erano eroi leggendari e il numero di danze concesse dalla fanciulla di un kalna a un qualsiasi arrampicatore sociale era più importante della cronologia dei regnanti.

Mentre Bartrand gestiva gli affari per accrescere il prestigio della casata Tethras, Varric badava ai familiari e alla servitù. Sua madre, Lady Ilsa, soffriva terribilmente per l'esilio e la caduta in disgrazia, e trovava conforto unicamente nel fumo e nelle bottiglie di liquore. Spettò al figlio più giovane placare i suoi furibondi scatti d'ira, impedire che desse scandalo e accudirla quando si ammalava per continui eccessi.

Pur essendo noto nell'intera gilda dei mercanti per i suoi celeberrimi racconti, Varric parla raramente di sé o della sua famiglia. A Kirkwall è molto conosciuto. Chiunque gli ha offerto da bere almeno una volta, e questo per le sue qualità di affabulatore, non certo per le sue parentele eccellenti.

Varric: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Varric: dopo le Vie Profonde

"Bianca manda i suoi saluti."

Bartrand scomparve dopo la spedizione nelle Vie Profonde, e Varric dovette rinunciare a cercare il riottoso fratello per salvare gli affari di famiglia, o quel poco che ne restava, dal fallimento.

Ora Varric ha preso il posto del fratello nella gilda nanica dei mercanti, o almeno tecnicamente. Partecipa di rado alle riunioni della gilda e si è visto ben poche volte seduto allo scranno riservato alla casata Tethras. Preferisce gestire l'impero economico dei Tethras dalla sua suite all'Impiccato. E non risponde mai alla corrispondenza.

Varric: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Varric: gli ultimi tre anni

"Le storie hanno un loro potere. In fondo, la storia è fatta di questo... delle storie migliori. Tanto vale che siano le mie."


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se Bartrand sopravvive: Dopo aver visto Bartrand in un manicomio alle porte di Kirkwall gestito dalla Chiesa, Varric ha preso le redini della casata Tethras.

Se Bartrand è stato ucciso:

La morte del fratello maggiore ha costretto Varric a prendere le redini della casata Tethras.

Tuttavia, in base alla documentazione più recente di Kirkwall e della gilda dei mercanti, gli affari di famiglia sono gestiti da zii, cugini e animali domestici del tutto inesistenti.

Visconte Marlowe Dumar

Articolo principale: Voce del Codice: Visconte Marlowe Dumar

Al Visconte Perrin Threnhold è toccata una sorte davvero amara. Ho lavorato a lungo al palazzo, e mi si sono rizzati i capelli quando ho sentito la gente che lo accusava di essere un tiranno. Era un brav'uomo che faceva del suo meglio per liberare Kirkwall dal controllo di persone egoiste e assetate di potere. Del resto, qui è sempre stato così. Tanto tempo fa c'era l'Impero. Poi è toccato ai qunari, agli orlesiani e adesso ai templari... Abbiamo mai potuto governarci da soli? Il visconte voleva cacciare quei dannati templari e darci la vera libertà... ma ecco come è andata a finire.

Ora la Chiesa ha scelto Lord Marlowe Dumar come suo sostituto. Dopo settimane di dispute in cui la nobiltà voleva a tutti i costi nominare un proprio visconte, in cui tutti sentivano la necessità di usare un nuovo titolo... Già, perché non quello di "re"? Perché continuare a usare un titolo imposto dagli orlesiani? Ma poi la Chiesa ha scelto lui, e questa decisione non mi sorprende. Tutti pensano che abbia la spina dorsale di una medusa, cosa che in effetti sembra corrispondere al vero.

Il nuovo visconte si trova con i templari da una parte, la nobiltà dall'altra e l'intera cittadinanza che si aspetta una soluzione per tutti i problemi, ma ciò non è ovviamente in suo potere. Mantiene la pace al meglio delle sue possibilità, e di questo bisogna dargli atto. Inoltre sembra adorare quel ragazzino triste che si ritrova come figlio. Ho visto come il giovane Seamus guarda suo padre, e mi dispiace per lui. Rinchiuso nel palazzo tutto solo, mentre suo padre viene umiliato da ogni presuntuoso cafone che mette piede nel grande salone. Tutto questo mi fa rimpiangere i tempi di Perrin Threnhold, per quanto fossero caotici. Possiamo soltanto sperare che un giorno Saemus possa garantire alla città la libertà che si merita.

—Da una lettera di un servo anonimo, rinvenuta nei sotterranei della Forca, 9:28 Era del Drago

Zevran Arainai (Dragon Age II)

Articolo principale: Voce del Codice: Zevran Arainai (Dragon Age II)

Siamo in pericolo, amico mio. Due capigilda su sette sono già in mano a Zevran Arainai, e il capogilda di Rialto è morto. Sebbene non ci siano prove, sappiamo entrambi che è opera sua. Avrebbero dovuto rilasciarlo dopo aver scoperto che era ancora in vita. Il solito, dannatissimo "onore dei Corvi di Antiva"... Ora che alternative abbiamo?


Se il Custode ha stretto una relazione con Zevran: Dopo secoli di unità che ci hanno portati a governare una nazione dall'ombra e a manipolare numerosi sovrani, veniamo minacciati dall'interno per mano di un singolo elfo che ha perfino fallito la propria missione. Chi avrebbe mai immaginato che il Custode Grigio si sarebbe innamorato, sostenendo la sua crociata? Che Zevran avrebbe contribuito a sconfiggere il Flagello diventando un eroe per i Corvi, anche se gli avevamo scagliato addosso un anatema?

Se il Custode NON ha stretto una relazione con Zevran: Dopo secoli di unità che ci hanno portati a governare una nazione dall'ombra e a manipolare numerosi sovrani, veniamo minacciati dall'interno per mano di un singolo elfo che ha perfino fallito la missione di uccidere il cosiddetto Eroe del Ferelden.


I capigilda hanno sottovalutato la minaccia rappresentata da Zevran, ignorando quanti altri assassini condividessero la sua delusione. Troppi di noi sono stati privati dei loro legittimi proventi, costretti a nascondersi o ridotti al silenzio... E ora Zevran li sta portando tutti dalla sua parte. Mi dici che non si trova ad Antiva, ma non ci giurerei. All'improvviso compare in una città finché i nostri agenti non riescono a trovarlo e cacciarlo a Rivain o nei Liberi Confini... poi di loro non resta alcuna traccia. Ne abbiamo parlato entrambi con i capigilda rimasti, ma non sembrano preoccuparsene. Sono ciechi, e mi viene quasi da pensare che Zevran abbia ragione. Forse è necessario un cambiamento.

—Dai resti di una lettera bruciata rinvenuta in un deposito di Treviso, 9:35 Era del Drago


Contenuti scaricabili[]

Divina Justinia V

Articolo principale: Voce del Codice: Divina Justinia V

La Venerata Madre Dorothea di Orlais succedette alla Divina Beatrice III in data 9:34 Era del Drago, assumendo il nome di Divina Justinia V. Si conosce ben poco sulla vita di Dorothea antecedente al suo ingresso nella Chiesa come iniziata. Nell'ambiente della Gran Cattedrale, le rivali sostengono che questa reticenza desti molti sospetti riguardo al suo passato. Quasi tutti i suoi fedeli, tuttavia, la vedono come una madre premurosa e devota.

Appena prima di morire in seguito a un grave attacco cardiaco, Beatrice III la candidò ufficialmente alla propria successione. Poco tempo dopo, le somme sacerdotesse dell'intero Thedas si riunirono in occasione del Gran Consesso, un'assemblea privata in cui i massimi esponenti di tutte le Chiese eleggono la nuova Divina.

Sebbene fosse necessario un voto unanime, alcuni presenti parlarono di un acceso dibattito riguardante l'idoneità di Dorothea. Il suo passato "mondano" e l'evidente compassione nei confronti dei peccatori non vennero giudicati favorecolmente. Al termine del Gran Consesso, tuttavia, prevalse la volontà di Beatrice III e il regno di Justinia V ebbe finalmente inizio.

Duca Prosper de Montfort

Articolo principale: Voce del Codice: Duca Prosper de Montfort

Il Duca Prosper è a capo della potente dinastia Montfort, ovvero dei discendenti di Ser Gaston de Montfort, cadetto che divenne importante durante il quarto Flagello. Prosper de Montfort è un amico personale dell'Imperatrice Celene e un ospite fisso della sua Festa di primavera. Trascorre buona parte del tempo fuori da Orlais per sbrigare affari per conto dell'imperatrice o in vacanza nelle sue tenute a Nevarra e nei Liberi Confini.

(Nota: a parte i titoli di lord (o lady) e di imperatore (o imperatrice), gli altri titoli vennero aboliti durante il regno dell'Imperatore Kordilius Drakon. Il Duca Prosper usa il suo titolo soltanto durante trattative private o nei suoi viaggi oltre i confini di Orlais. A corte, si fa chiamare Lord Prosper de Montfort.)"

—Tratto da "Stili di vita dei ricchi e dei potenti", di Lady Jonquil Severin


Imperatrice Celene I di Orlais

Articolo principale: Voce del Codice: Imperatrice Celene I di Orlais
Vedi anche: Voce del Codice: Imperatrice Celene Valmont

L'Imperatrice Celene I è indubbiamente la donna più potente del Thedas. Nessun'altra nazione può rivaleggiare con Orlais in ricchezze e potere, e Celene è l'incarnazione di Orlais.

L'ascesa al trono dell'imperatrice è circondata da voci e scandali, ed è difficile separare la verità dalla finzione. Celene è la figlia della sorella minore del defunto Imperatore Florian, alla morte di Florian c'erano membri della famiglia che sarebbero dovuti salire al trono di diritto. Secondo le voci di corte, Celene avrebbe assassinato lo zio e complottato contro i suoi cugini maggiori per sfidare il loro diritto al trono.

Comunque sia arrivata al potere, Celene ha presto dimostrato che era il posto adatto a lei: il governo del folle Florian aveva portato l'impero sull'orlo del collasso, e Celene si rivelò la sua salvatrice. Orlais non è mai stata così pacifica o prospera. L'imperatrice tiene in grande considerazione l'educazione e l'apprendimento, ed è una fervente mecenate delle arti. Per far colpo su di lei, l'aristocrazia ha seguito il suo esempio, portando a una rinascita della cultura orlesiana.

-Tratto da "Orlais: una storia moderna", di Venerata madre Laeticia

Leliana (Dragon Age II)

Articolo principale: Voce del Codice: Leliana (Dragon Age II)

Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age II.
Clicca per rivelare.

Se l'Eroe del Ferelden non ha stretto una relazione con Leliana: Circolano molte storie sul conto di Leliana. Alcuni sostengono che abbia combattuto al fianco dell'Eroe del Ferelden contro il Flagello, prima di diventare il braccio destro della Divina, ma si tratta di voci prive di fondamento. L'unica cosa certa è che il bardo si vede spesso al fianco della Divina a Val Royeaux. Ciò ha causato un certo allarmismo nei circoli interni della Chiesa. Possibile che la Divina abbia un piano tutto suo? Quale potrebbe essere il ruolo di Leliana? Solo il tempo saprà dare una risposta.

Se l'Eroe del Ferelden ha stretto una relazione con Leliana: Leliana è un'avventuriera leggendaria del Thedas, un'eroina del quinto Flagello e, si dice, amante dell'Eroe del Ferelden. Secondo alcuni racconti, sarebbe ancora al suo fianco, mentre altre voci provenienti da Val Royeaux sostengono che sia stata vista in compagnia della Divina Justinia. Stando alle chiacchiere che girano all'interno della Chiesa, la Divina avrebbe un piano tutto suo, che prevede un ruolo per Leliana come suo emissario personale, ma in pochi sanno di cosa si tratti realmente. Dato che Leliana è una cantastorie provetta, non è da escludere che queste voci siano state create ad arte da lei stessa. Solo il tempo saprà dare una risposta.

Se Leliana ha affrontato il Custode ed è stata uccisa dopo che sono state contaminate le Sacre Ceneri di Andraste: Girano parecchie storie sul conto di Leliana, avventuriera e bardo orlesiana, la più recente delle quali narra che ha combattuto contro il quinto Flagello. Alcuni sostengono addirittura che sia morta per mano dell'Eroe del Ferelden. Come faccia a essere viva, e, a quanto si dice, ad agire come emissario della Divina, rimane un mistero. Forse la storia sulla sua morte è esagerata... o forse il luogo dove sarebbe morta, l'altare che custodiva la leggendaria Urna delle Sacre Ceneri, è anche quello della sua rinascita. Solo il tempo saprà dare una risposta.

Se Leliana non è mai stata reclutata o ha abbandonato il Custode disapprovando i suoi metodi: Si raccontano molte storie sul conto di Leliana. Secondo alcuni, sarebbe fuggita al Flagello del Ferelden per diventare il braccio destro della Divina Justinia. L'unica cosa certa è che questo bardo orlesiano è stato visto spesso al fianco della Divina a Val Royeaux. Ciò ha causato un certo allarmismo nei circoli interni della Chiesa. Possibile che la Divina abbia una piano tutto suo? Quale potrebbe essere il ruolo di Leliana? Solo il tempo saprà dare una risposta.

Sebastian Vael

Articolo principale: Voce del Codice: Sebastian Vael

"Di fronte al pericolo, a volte la cosa più coraggiosa da fare è tirarsi indietro e avere fiducia nel Creatore affinché sia fatta giustizia."

Sebastian Vael è l'unico discendente rimasto in vita della famiglia regnante di Porto Brullo, assassinata in un sanguinoso colpo di stato. Ironia della sorte, Sebastian scampò al massacro solo perché i familiari si vergognavano a tal punto della sua vita di vizi sfrenati da affidarlo alla Chiesa di Kirkwall contro la sua volontà. Dopo aver inizialmente rifiutato lo stile di vita sacerdotale, Sebastian fu il più sorpreso di tutti scoprendo di avere un'autentica vocazione religiosa.

Da allora iniziò a credere ciecamente nel Creatore e nel Suo disegno per il Thedas. Dedicandosi al suo nuovo ruolo, Sebastian fece voto di povertà e castità per diventare un membro a tutti gli effetti della Chiesa. Questo fino al giorno in cui è venuto a conoscenza della morte dei familiari, cosa che lo ha costretto a ripensare alle questioni terrene. La Somma Sacerdotessa Elthina, mentore e amica di Sebastian, spera di convincerlo a ignorare la contesa di Porto Brullo per tornare alle opere pie della Chiesa.

Sebastian: dopo le Vie Profonde

Articolo principale: Voce del Codice: Sebastian: dopo le Vie Profonde

Sebastian ha trascorso gli ultimi tre anni progettando la riconquista di Porto Brullo. Ha viaggiato senza sosta tra Kirkwall e altre città dei Liberi Confini nel tentativo di reclutare abbastanza alleati da assemblare un esercito. Ora che [nome di Hawke] ha assicurato un posto alla famiglia Hawke nell'aristocrazia di Kirkwall, le loro strade si sono incrociate molte volte, ma un principe in esilio come Sebastian ha più possibilità di interagire con il visconte e altri capi di governo rispetto a [nome di Hawke]. Finora poche famiglie hanno accettato di fornire truppe a Sebastian, portandolo a contemplare di riconquistare la città senza un esercito.

Sebastian: gli ultimi tre anni

Articolo principale: Voce del Codice: Sebastian: gli ultimi tre anni

Dopo un confronto con Tentazione, il demone del desiderio, Sebastian è stato sul punto di rinnegare la Chiesa per ottenere il potere terreno a Porto Brullo. Ha messo in dubbio le proprie motivazioni, chiedendosi se volesse riconquistare Porto Brullo per ambizione personale e non perché fosse la cosa più giusta da fare. Affidando le sorti della sua città al Creatore, ha poi deciso di tornare alla Chiesa. Qui, tuttavia, è stato respinto dalla Somma Sacerdotessa Elthina, che lo ha accusato di scarsa determinazione.

Anche se non ha rinnovato i voti e non è tornato alle proprie mansioni nella Chiesa, negli ultimi tre anni Sebastian ha servito la somma sacerdotessa con incrollabile dedizione. Mentre Kirkwall diventa sempre più turbolenta e pericolosa, Elthina si affida a Sebastian per sondare gli umori della città. Nessuno può dire se si dedicherà nuovamente alla Chiesa o se farà ritorno a Porto Brullo, ma si dice che Sebastian non lascerà Kirkwall finché il Campione/la Campionessa e la somma sacerdotessa continueranno ad avere bisogno di lui.

Xenon l'antiquario

Articolo principale: Voce del Codice: Xenon l'antiquario

Avete ricevuto l'invito? Quale privilegio! Xenon non è un uomo comune, come avrete modo di scoprire quando metterete piede nell'Emporio Nero. L'oggetto che vedrete appoggiato sulla sedia non è in vendita... si tratta, in realtà, del proprietario. Se vi rivolge la parola allora è proprio Xenon che, da quando ha perso l'uso della parola, adopera chincaglieria mistica per comunicare con l'esterno.

Xenon era un nobile di Kirkwall nell'Era dell'Acciaio, ovvero quasi trecento anni fa. Aveva un'ossessione: diventare immortale. Per questo fece un patto con una potente strega (alcuni sostengono che si trattasse della leggendaria "Strega dei Weyr" di Antiva), che gli consentì di esaudire il suo desiderio. Ottenne l'immortalità, ma non la giovinezza. Il suo corpo cominciò a invecchiare velocemente ed egli usò le sue immense ricchezze per cercare di conservarlo. Alcuni rimedi erano magiri, altri pericolosi, e quasi tutti si rivelarono inutili.

Ciò che ne resta è una massa inerme di carne mostruosa. Credo che anche la mente di Xenon si sia alterata, di pari passo con il corpo. Si è rintanato nella città sotterranea dove, nel corso degli anni, ha ammassato un'invidiabile collezione. Se avete ricevuto il suo invito, evidentemente crede che abbiate il denaro che gli serve per continuare a cercare una cura.

Scordatevi di rubare qualcosa. Il golem non è lì per far figura.

Anche se avrete la possibilità di guardarvi intorno, vi sconsiglio di trattenervi più del dovuto. Potreste assistere a uno dei "bagni" al quale Xenon viene sottoposto ogni ora dal suo servitore, per impedire al suo corpo di disidratarsi completamente.

Fidatevi: non è un bello spettacolo.

—Da una lettera di provenienza sconosciuta, 8:49 Era Benedetta

Advertisement