Dragon Age Wiki
Advertisement
Se cercate l'Incudine, dovrete ascoltare la mia storia o sarete condannati a riviverla.

Caridin è un celebre Campione dei nani che creò l'Incudine del Vuoto intorno al -255 Era Antica (940 TE). In quanto Campione, fondò la nobile casata Caridin.

Background[]

Caridin nacque durante il Primo Flagello quando il mondo di superficie fu devastato dalla Prole Oscura, sua madre era una nobildonna della casata Ortan e suo padre un lavoratore della casta dei fabbri. Come da tradizione nanica, il figlio maschio eredita la casta del padre così Caridin diventa fabbro. Sua madre tuttavia lottò per tenerlo vicino e ideò un piano in cui sia il padre che il figlio avrebbero potuto servire ufficialmente la casata Ortan come fabbri. Caridin ha dimostrato fin dalla giovane età il suo talento da forgiatore e spesso ha utilizzato tecniche creative nel suo lavoro. Pochi anni dopo, assunse la maggior parte degli incarichi di suo padre e gli fu affidato il compito di equipaggiare i migliori guerrieri della casata Ortan, molti dei quali erano anche suoi amici fidati.[1]

Man mano che sempre più Vie Profonde cadevano in mano alla Prole Oscura, i nani diventavano sempre più disperati nel tentativo di respingerli dalle loro città in diminuzione. Caridin immaginò una soluzione, basata su un'idea vecchia di anni, che avrebbe cambiato le sorti della battaglia a favore dei nani. Il fabbro si ritirò nel suo laboratorio, dove trascorse anni a perfezionare i suoi progetti. Quando finalmente uscì, presentò al Concilio ciò che aveva creato; l'Incudine del Vuoto. Unendo le discipline della forgiatura e dell'incantesimo con il lyrium, l'Incudine permise a Caridin di creare golem. Nel -255 Era Antica, Caridin creò il primo golem del mondo[2] e, per i suoi successi, fu dichiarato Campione vivente dal Concilio e gli fu assegnata la sua casata nobile.[3] Dopo la sua ascesa, Caridin progettò una roccaforte per la Legione dei Morti, chiamata Bownammar.

I golem permisero ai nani non solo di mantenere la posizione contro i prole oscura, ma anche di respingerli. Molte vittorie furono ottenute contro la Prole Oscura. Ma nel -248 Era Antica[4], dopo sei anni di produzione costante, Caridin e l'Incudine svanirono, e con loro il processo di fabbricazione dei golem.

I nani organizzarono numerose spedizioni per trovare l'Incudine, ma ogni volta la Prole Oscura li respingeva. Un'importante operazione fu condotta durante il secondo anno del regno della Regina Getha, non molto tempo dopo la scomparsa di Caridin. Ha inviato l'intera Legione d'Acciaio, per un totale di 126 golem, ma nessuno dei golem è tornato. A causa dell'incalcolabile perdita della Legione d'Acciaio, la Regina Getha fu deposta e il Modellatorio dichiarò morto Caridin, estinguendo l'ultima speranza dei nani di riconquistare il loro impero caduto.[5]


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Caridin non ha mai menzionato il costo di una simile vittoria; vale a dire il sacrificio delle vite di coloro che si sono offerti volontari per animare i golem. Ha prodotto golem finché Re Valtor non ha iniziato a usare l'incudine per trasformare senzacasta, criminali e nemici politici in golem, invece che semplici nani volontari.[6] Caridin si oppose e, a sua volta, fu trasformato lui stesso in un golem. Tuttavia, i suoi apprendisti non sapevano come costruire adeguatamente una verga di controllo, permettendo a Caridin di mantenere il libero arbitrio e la mente. Caridin scomparve nelle Vie Profonde, portando con sé i suoi seguaci e l'Incudine.[7] Nessuno seppe cosa ne fu di Caridin se non migliaia di anni dopo.

Shayle della casata Cadash fu l'unica donna che si offrì volontaria per diventare un golem. Era molto fedele a Caridin e lo sosteneva contro Re Valtor. Ad un certo punto però Caridin la allontanò, "per pietà".

“Ti deturperà, Jerrik. Ti ridurrà in brandelli...” — Brogan Dace
Questa sezione contiene spoiler per: il DLC I Golem di Amgarrak. Clicca per rivelare.

I fabbri di Amgarrak cercarono di replicare e potenziare il lavoro di Caridin, ma una delle loro creazioni si rivoltò contro di loro, costringendoli a sigillare il thaig e lasciarlo sprofondare nell'oscurità per la sicurezza degli altri. Il Custode cerca di svelare i misteri di Amgarrak in collaborazione con i membri della casata Dace.

Coinvolgimento[]


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Per anni, Caridin si è sepolto con l'Incudine del Vuoto, cercando di trovare un modo per distruggerla. Nessun golem è in grado di toccarla e poiché Caridin era lui stesso un golem, nemmeno lui poteva. Tutto ciò che Caridin poteva fare era piazzare trappole nelle Trincee dei Morti per impedire a chiunque di trovarlo.

È coinvolto nella missione Un Campione del suo popolo, in cui il Custode può decidere di aiutare lui o Branka. Se il Custode decide di aiutarlo, Caridin forgerà una corona per il nuovo re di Orzammar, dicendo al Custode di darla al candidato di sua scelta.

Caridin non mostra interesse su chi sia il candidato né vuole conoscere gli eventi mondiali di oggi poiché crede di non appartenere a questa epoca. Fatto ciò, il Custode distrugge l'Incudine e Caridin si getta nel fiume di lava sentendo che il suo scopo è stato raggiunto. Se il Custode sceglie di non distruggere l'Incudine, Caridin attaccherà il gruppo e verrà ucciso durante la battaglia.

Missioni[]

missionedaomissionedao Un Campione del suo popolo

Strategia[]

Se Caridin alla fine combatte il Custode, sarà assistito da due golem di pietra normali e anche da due golem di pietra elite, mentre Branka non sarà in grado di assistere. Se Shale è nel gruppo in quel momento, diventerà anch'essa ostile. Come alleati, il Custode ha due normali golem di pietra. Durante il corso della battaglia, è imperativo che un membro del gruppo venga inviato a raccogliere tutte le vene di lyrium nell'area il prima possibile, altrimenti Caridin può usarle per curarsi.

Citazioni[]

  • "Nonostante nel mio tempo abbia compiuto molte cose, ho ottenuto la fama e il mio stato per un solo oggetto: l'Incudine del Vuoto."
  • "Aye. Intrappolato per sempre nella mia stessa creazione. Immagino che sia un castigo adeguato."
  • "Avete la mia eterna gratitudine, forestiero. Atrast nal tunsha... che possiate trovare sempre la vostra via nell'oscurità."
  • (Se diventa ostile) "Non posso permettervi di farlo, straniero. A me, golem! Difendete l'Incudine a qualunque costo!"
  • (Se Shale è presente) "Ah, ecco una voce che riconosco. Shayle della casata Cadash, fatevi avanti."

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Diario di Caridin Voce del Codice: Diario di Caridin

Voce del Codice: La Legione d'Acciaio Voce del Codice: La Legione d'Acciaio

Curiosità[]

  • Per ragioni sconosciute, se il Campione Caridin crea la corona per il prossimo re di Orzammar, usa l'antico sigillo della casata Ortan sulla corona invece del sigillo della sua stessa casata.[8]
  • Nonostante i nani diano poco credito agli insegnamenti della Chiesa e non abbiano alcuna storia particolare legata alle origini della Prole Oscura, Caridin sembra credere alla versione della Chiesa.[9]

Riferimenti[]

  1. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 24
  2. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 32
  3. Voce del Codice: Storia di Orzammar: capitolo 2
  4. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 33
  5. Voce del Codice: La Legione d'Acciaio
  6. Caridin and Golems. BioWare wiki.
  7. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 91
  8. Dal dialogo di un membro del Concilio: "Questa corona è stata creata da un Campione, e reca l'antico sigillo della casata Ortan. Diteci, Custode... chi ha scelto Caridin?"
  9. Voce del Codice: Diario di Caridin

Siti esterni[]

Advertisement