Dragon Age Wiki
Advertisement
Mage book 4

Calendario astronomico scritto in antico Tevene

Ci sono diversi calendari in uso nel Thedas.

Calendari del Thedas[]

Calendario della Chiesa[]

Quello più comune nel Thedas è il calendario della Chiesa, che è adottato ovunque al di fuori del Tevinter. Il suo primo anno commemora la nomina del primo capo della Chiesa, la Divina Justinia I. Qualsiasi cosa prima di 1:01 Era Divina è conosciuta come Età Antica e ricorre a numeri negativi. Il calendario della Chiesa è ulteriormente suddiviso in Ere, ciascuna lunga cento anni e nominata dalla Divina in carica nell'ultimo anno dell'era precedente in base alle previsioni delle cose a venire. Ci sono state nove ere dalla fondazione della Chiesa.[1][2]

Nota: La descrizione di "Era" in Dragon Age: The World of Thedas, Volume 1 pagina 21, riporta erroneamente che ogni era inizia con l'anno 1 e termina con l'anno 99, affermando che l'Era della Gloria ha avuto luogo tra 2:1-2:99, l'Era delle Torri tra 3:1-3:99 ecc. Questo è direttamente contraddetto nella sequenza temporale all'interno dello stesso libro, che cita l'esistenza di 3:00 Era delle Torri, 4:00 Era Oscura e 9:00 Era del Drago. Un tale sistema comporterebbe che ogni era dura novantanove anni, anziché cento.

Tuttavia, come afferma la tradizione, qualsiasi cosa precedente a 1:01 Era Divina è considerata Antica nella linea temporale della Chiesa, e rappresenta l'anno epocale per il Calendario della Chiesa; si presume che l'Era Divina sia un'eccezione nonché l'unica era che inizia con l'anno 1 e di fatto comprende solo novantanove anni

Calendario del Tevinter[]

L'Impero ricorre al suo calendario, noto come calendario del Tevinter o calendario imperiale, che precede il calendario della Chiesa di oltre mille anni. Inizia dalla data di fondazione dell'Impero che corrisponde all'incoronazione del primo arconte, contrassegnata come 0 TE (-1195 Antica). Poco dopo la creazione della Chiesa, il Tevinter è passato all'uso del calendario della Chiesa, ma è tornato a usare il proprio calendario dopo lo Scisma del 3:87 Torri, con la separazione della Chiesa Orlesiana e del Tevinter. Tutto ciò che avviene prima di 0 TE è indicata utilizzando numeri negativi.[2][3]

Calendario elfico[]

Il più antico calendario conosciuto è il calendario elfico, il quale è rimasto quasi del tutto inutilizzato al di fuori dei circoli accademici dopo che il Tevinter ha schiavizzato la razza elfica e ne ha vietato l'uso. Inizia con la fondazione di Arlathan, la capitale dell'impero elfico, ed è contrassegnato come 1 FA (circa -6405 TE o -7600 Antico), la prima data registrata nella storia del Thedas, anche se è solo una stima approssimativa.[2][3]

Lista di mesi e festività[]

I calendari della Chiesa e del Tevinter consistono entrambi in dodici mesi da trenta giorni, con altri cinque giorni noti come annum che sono usati per segnare la transizione tra le quattro stagioni e il primo giorno dell'anno. I cinque annum si svolgono sempre all'inizio del mese in cui cadono[4] e sono le festività principali celebrate in gran parte del Thedas, dal Ferelden all'Impero Tevinter. Il sistema è stato sviluppato nei primi anni dell'Impero Tevinter e sebbene ogni mese abbia un nome nella lingua dell'Antico Tevinter, la gente comune usa principalmente i nomi "bassi", mentre i giudici e gli studiosi usano i nomi ufficiali "alti" per i mesi. La disposizione dei mesi e delle principali festività stagionali è rimasta invariata negli ultimi duemila anni, ad eccezione dell'aggiunta delle festività della Chiesa dopo il secondo Flagello.[4][5] Il sistema è stato sviluppato con l'influenza degli elfi.[5]

La tabella sottostante è costruita in maniera tale da avere sottomano il nome originale relativo e la traduzione ufficiale italiana (vedere sotto per la legenda e le note di traduzione).

Tevinter Antico Originale Traduzione italiana
1° mese: Verimensis Wintermarch (Annum: First Day) // - Annum: Primo Giorno (N.D.)
2° mese: Pluitanis Guardian (Annum: Wintersend) // - Annum: Tramonto dell'Inverno
3° mese: Nubulis Drakonis //
4° mese: Eluviesta Cloudreach Nubibasse
5° mese: Molioris Bloomingtide (Annum: Summerday) Marea dei Fiori - (Annum: Giorno d'Estate)
6° mese: Ferventis Justinian Justiniano
7° mese: Solis Solace //
8° mese: Matrinalis August (Annum: All Soul's Day) N.D. - Annum: Giorno dei morti (N.D.)
9° mese: Parvulis Kingsway //
10° mese: Frumentum Harvestmere Mese del Raccolto
11° mese: Umbralis Firstfall (Annum: Satinalia) // - Annum: Satinalia
12° mese: Cassus Haring //

Note di traduzione________________________________________

  • N.D.: La dicitura N.D. al fianco di alcune feste indica che non vi è una documentazione ufficiale che la traduca, pertanto non è una fonte attendibile. Le festività dove presente N.D. sono state semplicemente tradotte attraverso nomi di feste esistenti, che per quanto non attendibili tolgono qualche dubbio sul loro significato.
    • Se la dicitura N.D. sostituisce la traduzione, non vi è documentazione e non è stata tradotta nemmeno dal portale (nel caso in cui rientri nella lista dei mesi non tradotti).
  • All'interno dei videogiochi, particolarmente in Dragon Age: Inquisition, non sono stati deliberatamente tradotti in italiano i mesi del linguaggio comune di Wintermarch, Guardian, Drakonis, Solace, Kingsway, Firstfall e Haring, sostituiti semplicemente dal nome del mese in Antico Tevinter.
  • Il codice "Diario privato di Sandal Feddic, NON LEGGERE!" è l'unico che non riporta alcuna traduzione italiana dei mesi, nonostante negli altri, dove tradotti, vi sia. Al posto del mese del linguaggio comune, è stato direttamente usato il nome dei mesi dell'Antico Tevinter per tutte le date segnate.
  • La traduzione è basata sui contenuti dei giochi.

Giorni della settimana[]

La maggior parte, se non tutti, i nomi dei giorni della settimana sembrano basarsi sul calendario gregoriano del mondo reale, tuttavia solo alcuni sono confermati nella traduzione italiana.

Descrizione delle festività[]

Primo Giorno[]

Il tradizionale inizio dell'anno, questa festività prevede visite a vicini e famigliari (in aree remote, un tempo questo era un controllo annuale per assicurarsi che tutti fossero vivi), così come raduni in città per commemorare l'anno passato, accompagnati da bevute e allegria.[4][5][9] In alcune zone è consuetudine mangiare pollo il Primo Giorno.[10]

Tramonto dell'Inverno[]

Un tempo chiamato "Urthalis" e dedicato a Urthemiel, l'Antico Dio della Bellezza, questa festività è ora divenuta una celebrazione del Creatore. Sta per la fine dell'inverno in molte terre e coincide con tornei e gare all'Arena delle Prove di Minrathous. Nelle terre del sud, questa festività è divenuta un raduno per scambi, teatro, e, in alcune zone, gli accordi di matrimonio. Viene celebrato all'inizio di Pluitanis.[4][5][9]

Giorno d'Estate[]

Un tempo chiamato "Andoralis" e dedicato a Andoral, l'Antico Dio dell'Unità, questa festività è universalmente celebrata all'inizio dell'estate, un momento di gioia e, comunemente, di matrimonio. I ragazzi pronti a diventare maggiorenni indossano tuniche e abiti bianchi. Quindi si uniscono a una grande processione che attraversa l'insediamento per la Chiesa locale, dove viene insegnato loro le responsabilità dell'età adulta. Il Giorno d'Estate è un'occasione particolarmente sacra a Orlais. Viene celebrato all'inizio di Molioris.[4][5][9]

Giorno dei Morti[]

Un tempo chiamato "Funalis" e dedicato a Dumat, l'Antico Dio del Silenzio. Tuttavia, da quando Dumat si è rialzato durante il primo Flagello, i Theodosiani chiudono un occhio riguardo qualsiasi legame tra il giorno festivo e il drago. La festività è ora conosciuta attraverso il Thedas come il Giorno dei Morti (All Soul's Day) e viene speso per commemorare i defunti. In alcune terre del nord, i popoli si vestono da spiriti e camminano in corteo camminano per le strade dopo mezzanotte. La Chiesa utilizza questa festa per ricordare la morte della profetessa Andraste, con fuochi pubblici che segnano la sua immolazione, e spettacoli che rappresentano la sua morte. Viene celebrato all'inizio di Matrinalis.[4][5][9]

Satinalia[]

Un tempo dedicata all'Antico Dio del Caos, Zazikel - ma ora attribuita perlopiù alla seconda luna, Satina - questa festività è accompagnata da grandi celebrazioni, come indossare maschere, e nominare lo scemo del villaggio come governatore per la giornata. In Antiva, Satinalia dura per una settimana o più, mentre segue una settimana di digiuno. Nelle zone molto religiose, si festeggia con grandi feste e la consegna dei doni. Satinalia è celebrata all'inizio di Umbralis.[4][5][9]

Curiosità[]

  • Satinalia è anche conosciuta come "Giorno del banchetto".[11] È probabilmente ispirata alle feste Saturnali della religione romana, altrettanto celebrati all'inizio dell'inverno e caratterizzati da baldoria e allegria.
  • Il mese di August fu originariamente pensato per essere chiamato dopo Andraste. Questo accadde durante un punto nei primi sviluppi di Dragon Age: Origins quando il suo nome era Augusta.[12]
  • Secondo Dragon Age: The World of Thedas Volume 1 pagina 21, un anno solare è composto da dodici mesi, ciascuno lungo trenta giorni, per un totale di 360 giorni in un anno. I cinque annum sono descritti per essere celebrati all'inizio di un dato mese, presumibilmente contando per il numero di giorni di quel mese. Tuttavia, nella Prima Official Guide i cinque annum una volta erano descritti come festività che esistono senza un mese proprio.[13] Ciò significherebbe che vengono conteggiati in aggiunta ai normali giorni del mese, risultando in un anno di 365 giorni.
  • In Dragon Age: Origins, Alistair fa un riferimento al giorno della settimana Martedì mentre parla con il Custode degli eventi accaduti al Castello di Redcliffe, mentre un Hawke aggressivo si riferisce a Martedì in una conversazione con Tallis in Mark of the Assassin. In Dragon Age: Inquisition, Iron Bull menziona il giorno della settimana Venerdì in un dialogo con Blackwall, mentre Dorian si riferisce alla Domenica durante una scena che sblocca The Name of Our Enemy. Queste istanze mostrano che alcuni giorni della settimana sono basati su quelli del mondo reale.
  • Per il sistema del calendario della Chiesa, il modo corretto di scrivere gli anni con uno zero iniziale è cambiato nel corso della serie. In Dragon Age: Origins e nel primo volume di Dragon Age: The World of Thedas, dopo il primo anno di un'era (es. 9:00 Drago), lo zero iniziale viene eliminato (es. 9:1 Drago).[14] A partire da Dragon Age 2 e in tutte le voci e i media successivi, lo zero iniziale viene mantenuto quando si scrivono le date (ad es. 9:01 Drago).[15]

Vedi anche[]

Riferimenti[]

  1. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 19
  2. 2,0 2,1 2,2 Dragon Age: Origins: Prima Official Game Guide Collector's Edition - Traveler's Guide, p. 241
  3. 3,0 3,1 Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 23
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 4,4 4,5 4,6 Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 1, p. 21
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 5,4 5,5 5,6 Dragon Age: Origins: Prima Official Game Guide - Collector's Edition - Traveler's Guide, p. 357
  6. "Venerdì senza mutande", detto più volte dal Toro di Ferro in battute con Blackwall.
  7. Detto da Leliana visitando il Monastero di Valence durante la sua missione personale.
  8. Scritto nell'annuncio di Leliana a Skyhold in merito al torneo di tiro con l'arco.
  9. 9,0 9,1 9,2 9,3 9,4 BioWare Blog: Thedosian Holidays
  10. Dragon Age: The Last Court menziona i polli del Primo Giorno nella descrizione della carta Your Bailiff is Attacked.
  11. Descrizione ufficiale dei DLC Regali della Festa e Scherzi della Festa
  12. David Gaider "So I just got World of Thedas..."
  13. Dragon Age: Origins: Prima Guida ufficiale del gioco - Collector's Edition]] - Traveler's Guide, p. 241
  14. Esempio da DAO: "7:5 Era della Tempesta" in Voce del Codice: L'onore degli abitanti della superficie.
  15. Esempio da DA2: "9:05 Era del Drago" in Voce del Codice: L'ultima discesa.
Advertisement